WiMax per le aziende: in Canada è realtà

WiMax per le aziende: in Canada è realtà

Il WiMax diventa realtà in Canada; qualche difficoltà in USA mentre in Italia sperimentazioni in corso

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:07 nel canale Mercato
 

In Canada sono state presentate le prime offerte commerciali per la connettività WiMax. La società Inukshuk Wireless, una joint venture tra Bell Canada e Rogers Communications, ha recentemente presentato i servizi.

Basandosi sulle specifiche "quasi" definitive del WiMax, Inukshuk Wireless ha realizzato la propria infrastruttura di rete nello spettro dei 3,5GHz; le antenne e le apparecchiature sono state collocate in strrutture preesistenti ed utilizzate per impianti di telefonia cellulare. Il servizio copre un bacino di 5 milioni di potenziali utenti ed è limitato solo ad alcune aree selezionate del paese.

Il pacchetto base prevede un esborso di 30Euro/mese per una linea con 512Kbps in download, ma sono previste offerte per linee anche a 3Mbps. I prezzi non possono certo essere concorrenziali con le soluzioni ADSL tradizionali, ma bisogna tenere presente che per certe aree geografiche e per specifici impieghi le tecnologie wireless possono essere l'unica soluzione praticabile.

Pochi mesi fa il WiMAX Forum ha fornito un elenco di prodotti hardware certificati per il nuovo standard; da tale elenco si evince che la scelta dello spettro di frequenza è ricaduta sui 3,5GHz, banda però già in uso negli Stati Uniti e per tal ragione è lecito ipotizzare possibili rallentamenti nella diffusione in tale area. La realtà europea è abbastanza a macchia di leopardo, con realtà di sperimentazioni e di servizio differenti da paese a paese.

In Italia sono attive varie sperimentazioni WiMax, alcune anche parecchio pubblicizzate, ma reali soluzioni per l'utenza non sembrano disponibili a breve. In alcune aree la Pubblica Amministrazione si è dimostrata sensibile ed ha promosso la realizzazione di reti wireless; in tali ambiti sono state utilizzate tecnologie Hiperlan e solo in alcuni casi Wi-Fi.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ombra7704 Aprile 2006, 12:23 #1
Ma come, prima sparate tipo "WiMax velocità mai viste, banda per chilometri e chilometri, cazzi e mazzi..." e poi se ne escono con 512k in dl? buffoni!
Aryan04 Aprile 2006, 12:25 #2
Qui in Italia ci vorranno anni e chissà che prezzi...
lucusta04 Aprile 2006, 12:33 #3
70Mb/s e' la banda massima del protocollo,
poi la devi dividere per tot utenti all'unisono, e devi sottrarre l'overhead.
anche l'UMTS promette 12KB/s con un cellulare, ma la banda di cella (multicella, in quel caso) credo non superi i 384kb/s, ossia un massimo di 48KB/s, quindi 4 UMTS saturerebbero abbondantemente un ripetitore da 5 km di raggio..

a quel punto si fa' un discorso statistico sull'uso in rapporto alla media degli utenti connessi all'unisono e all'uso che si fa' della banda disponibile per ogni singolo client.
anche sulle altre tecnologie di comunicazione si opera allo stesso modo.
D'altronde una centralina ADSL ha ben oltre i 4Mb/s del singolo utente, ma ben meno della somma della banda di tutti gli utenti.
lucusta04 Aprile 2006, 12:38 #4
purtroppo in italia ci sono molti interessi a non far decollare la connessione mobile di terminali, sia da parte dei vecchi monopolisti del cavo, sia da parte delle aziende che operano sulla telefonia mobile.
Per ora c'e' ancora troppo succo nei limoni (che siamo noi), e poca gente che li spreme (assenza di una vera concorrenza) e continueranno a spremere fino all'ultimo con i loro placidi ritmi.
Aryan04 Aprile 2006, 12:42 #5
Originariamente inviato da: lucusta
70Mb/s e' la banda massima del protocollo,
poi la devi dividere per tot utenti all'unisono, e devi sottrarre l'overhead.
anche l'UMTS promette 12KB/s con un cellulare, ma la banda di cella (multicella, in quel caso) credo non superi i 384kb/s, ossia un massimo di 48KB/s, quindi 4 UMTS saturerebbero abbondantemente un ripetitore da 5 km di raggio..

a quel punto si fa' un discorso statistico sull'uso in rapporto alla media degli utenti connessi all'unisono e all'uso che si fa' della banda disponibile per ogni singolo client.
anche sulle altre tecnologie di comunicazione si opera allo stesso modo.
D'altronde una centralina ADSL ha ben oltre i 4Mb/s del singolo utente, ma ben meno della somma della banda di tutti gli utenti.

12KB??? Ma non era 2Mb il limite teorico dell'UMTS(diverso il discorso del GPRS)...
Sig. Stroboscopico04 Aprile 2006, 13:01 #6
Raga... siete abituti all'adsl, ma chi è destinato ad avere solo modem dial up vita natural durante avere 512Kbp comunque è una cosa eccezionale.

Sfrutto l'occasione per "ringraziare" ancora una volta la Telecom Italia per la linea schifosa che mette a disposizioni nelle zone "rurali" del Bel Paese e per continuare a lasciare cavi spesi in terra dopo che i pali sono marciti da 5 anni...

bah... continuo a sperare che falliscano e che finalmente qualche magistrato con gli attributi gli faccia un'esame dei libri contabili....
gjues:-)04 Aprile 2006, 13:08 #7
Ma che latenza ha una connessione wimax?
Dominioincontrastato04 Aprile 2006, 13:55 #8
Guarda che io con il mio modem UMTS raggiungo , nel download di un file, anche 30 Kb/s (con ricezione al massimo)

Questo WiMax mi sembra un' pò troppo pretestuoso nel raggiungere velocità elevate su lunghe distanze. Allo stato attuale ,secondo me,solo con l'UMTS si riescono a raggiungere velocità buone su lunghe distanze
ulk04 Aprile 2006, 14:08 #9
Originariamente inviato da: gjues:-)
Ma che latenza ha una connessione wimax?


Enorme senza contare le interferenzre, colline , muri troppo spessi. E' una tecnologia perdente come i vari gprs,edge e umts.

L'unica vera risposta è il cablaggio a fibre ottiche di tutta la penisola altre risposte purtroppo non esistono.
Mr. Nippo04 Aprile 2006, 14:53 #10
Originariamente inviato da: ulk
Enorme senza contare le interferenzre, colline , muri troppo spessi. E' una tecnologia perdente come i vari gprs,edge e umts.

L'unica vera risposta è il cablaggio a fibre ottiche di tutta la penisola altre risposte purtroppo non esistono.


a livello aziendale l' umts è la risposta a molti problemi di connettività mobile con una banda decente.
la latenza se è importante per un giocatore può non esserlo per tutta un' altra serie di utilizzi, quindi prima di giudicare magari pensiamo che forse altre persone (magari la maggioranza delle persone) hanno esigenze diverse dalle nostre
:-)

l' unica risposta è il cablaggio in fibre ottiche? chissà perchè pure fastweb ha drasticamente ridimensionato le sue strategie di cablaggio capillare e spinge molto sulle varie dsl.
resta valido il discorso fibra per le dorsali, ma non credo tu intendessi quello
:-)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^