Yahoo! si riorganizza e licenzia altri 2000 dipendenti

Yahoo! si riorganizza e licenzia altri 2000 dipendenti

L'azienda annuncia l'avvio di una strategia di riorganizzazione, che prevede però il taglio di altre 2000 posizioni dopo i massicci licenziamenti degli scorsi anni

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:18 nel canale Mercato
Yahoo
 

Yahoo! ha ufficialmente comunicato di aver avviato una serie di misure per riorganizzare l'assetto della compagnia per il futuro che comprendono, purtroppo, anche il licenziamento di una larga parte della forza lavoro.

Scott Thompson, CEO di Yahoo, ha dichiarato: "Le azioni di oggi sono un importante passo in direzione di un nuovo Yahoo! - più piccolo, agile e più profittevole e meglio preparata ad innovare con la velocità che i nostri clienti e il nostro settore richiedono. Stiamo intensificando i nostri sforzi sul nostro core business e stiamo ridistribuendo le risorse alle principali priorità. Il nostro obietivo è di tornare al nostro proposito principale - mettere i nostri utenti ed inserzionisti al primo posto - e ci siamo muovendo aggressivamente per raggiungere quell'obiettivo. Sfortunatamente il raggiungimento del traguardo richiede la dura decisione di eliminare posizioni lavorative. Diamo profondo valore alle nostre persone e a tutto quello che hanno fatto per Yahoo!".

Tramite la strategia di ristrutturazione Yahoo! intende crescere rispondendo in maniera più rapida alle esigenze dei clienti e competendo in maniera più efficace nelle aree dove può primeggiare sui concorrenti. Yahoo! ha identificato gli elementi chiave del proprio business sui quali intensificherà gli sforzi e riorganizzerà le risorse a livello globale, con lo scopo di incrementare il valore per gli azionisti. Con una particolare attenzione sulla profittabilità e sulla crescita, la compagnia si approccerà in maniera metodica agli investimenti e semplificherà in maniera radicale il modo in cui crea, lancia e mantiene molte delle sue proprietà e dei suoi prodotti.

Tra le misure che la compagnia intraprenderà è previsto il ridimensionamento della forza lavoro, che andrà a toccare 2000 persone su tutte le divisioni della compagnia.

Yahoo! si aspetta di poter ottenere un risparmio annuale di 375 milioni di dollari al termine delle operazioni di ridimensionamento. La compagnia si aspetta di riconoscere da 125 a 145 milioni di dollari di spese legate alle misure di licenziamento durante i risultati del secondo trimestre fiscale. Ulteriori informazioni sul futuro dell'azienda saranno divulgate in occasione della pubblicazione dei risultati del primo trimestre fiscale, in programma per il prossimo 17 aprile 2012.

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
netcrusher04 Aprile 2012, 17:28 #1

avanti tutta

Che bello il capitalismo, 2000 persone bruciate in un sol colpo, avanti tutta!!!
Tuvok-LuR-04 Aprile 2012, 17:45 #2
Originariamente inviato da: netcrusher
Che bello il capitalismo, 2000 persone bruciate in un sol colpo, avanti tutta!!!


infatti! dovevano tenerseli, fallire e mandare a casa tutti, sarebbe stato molto piu saggio!
Noir7904 Aprile 2012, 18:11 #3
Originariamente inviato da: Tuvok-LuR-
infatti! dovevano tenerseli, fallire e mandare a casa tutti, sarebbe stato molto piu saggio!


[SIZE="7"]*[/SIZE]

Davvero, il commento di netcrusher non ha alcun senso.
p4ever04 Aprile 2012, 18:12 #4
Originariamente inviato da: Tuvok-LuR-
infatti! dovevano tenerseli, fallire e mandare a casa tutti, sarebbe stato molto piu saggio!


no, dovevano mandare a casa 50 dirigenti/manager che da soli, dall'alto dei loro 70-80.000 euro all'anno (minimo, sono stato sfacciatamente basso) equivalgono allo stipendio di 2000 "poveretti" che non centrano nulla con errate strategie aziendali...ecco il male del capitalismo, pochi ricchi che guadagnano come mille poveri sempre e comunque, anche se la barca affonda...tanto poi mica pagano loro...
Noir7904 Aprile 2012, 18:17 #5
Originariamente inviato da: p4ever
no, dovevano mandare a casa 50 dirigenti/manager che da soli, dall'alto dei loro 70-80.000 euro all'anno (minimo, sono stato sfacciatamente basso) equivalgono allo stipendio di 2000 "poveretti" che non centrano nulla con errate strategie aziendali...ecco il male del capitalismo, pochi ricchi che guadagnano come mille poveri sempre e comunque, anche se la barca affonda...tanto poi mica pagano loro...


E che cosa c'entra quanto guadagnano i manager? Guadagneranno quello che valgono, in una compagnia come Yahoo vige la meritocrazia.
Se una persona contribuisce alla societá cosí tanto da essere irrimpiazzabile, la societá ha tutto il diritto di pagare quella persona quanto ritiene giusto. Il fatto che esistano persone povere non rende questo meno valido. Ogni compagnia investe i propri ricavi come ritiene piú opportuno.

Gli affari possono andare bene o male per una serie di fattori, non necessariamente per errate strategie aziendali.
SoulKeeper04 Aprile 2012, 18:18 #6
Originariamente inviato da: p4ever
no, dovevano mandare a casa 50 dirigenti/manager che da soli, dall'alto dei loro 70-80.000 euro all'anno (minimo, sono stato sfacciatamente basso) equivalgono allo stipendio di 2000 "poveretti" che non centrano nulla con errate strategie aziendali...ecco il male del capitalismo, pochi ricchi che guadagnano come mille poveri sempre e comunque, anche se la barca affonda...tanto poi mica pagano loro...


ma che fai, rispondi seriamente?
quei commenti evidenziano solo persone che non hanno acceso il cervello prima di scrivere, meglio lasciar perdere.
Un pò alla marchionne lui guadagna come 500 operai, e se sbaglia pagano i 500 operai, stesso esempio per i politici, se sbagliano paghiamo noi, mentre loro dall'alto dei loro stipendi milionari non si accorgono di nulla.
fried_funk04 Aprile 2012, 18:20 #7

fail

La verità è che Yahoo! non ha più senso, agli albori era la directory per eccellenza, col tempo si sono voluti trasformare in un portale multitematico che tratta e fornisce, male, un po' di tutto.

Sul mercato del search e dei servizi hanno sofferto Google, su quello dei contenuti hanno sofferto la concorrenza di piattaforme più specializzate.

Se fate caso i "colossi" dei tempi che furono (Lycos, AltaVista, InfoSeek, Excite, ecc.) hanno fatto tutti la fine del gatto...Yahoo! è solo l'ultimo di questi...

Fà fatica Microsoft con Live e Hotmail, figuriamoci Yahoo....
Noir7904 Aprile 2012, 18:22 #8
Originariamente inviato da: SoulKeeper
quei commenti evidenziano solo persone che non hanno acceso il cervello prima di scrivere, meglio lasciar perdere.
Un pò alla marchionne lui guadagna come 500 operai, e se sbaglia pagano i 500 operai, stesso esempio per i politici, se sbagliano paghiamo noi, mentre loro dall'alto dei loro stipendi milionari non si accorgono di nulla.


Il confronto tra la FIAT e lo Stato italiano non regge.
Se una compagnia privata sbaglia, chiude - se lo stato Italiano sbaglia, paghiamo noi - la differenza é palese. E una compagnia privata ha tutto il diritto di ridistribuire l'utile come preferisce.

Per il tuo esempio, vale quanto detto prima.
kernelex04 Aprile 2012, 18:36 #9
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade

L'azienda annuncia l'avvio di una strategia di riorganizzazione, che prevede però il taglio di altre 2000 posizioni dopo i massicci licenziamenti degli scorsi anni


ricordo la battuta di un utente di upgrade
[SPOILER]yahooooooooooooooooooooo[/SPOILER]
WarDuck04 Aprile 2012, 20:00 #10
Originariamente inviato da: netcrusher
Che bello il capitalismo, 2000 persone bruciate in un sol colpo, avanti tutta!!!


Hai ragione, meglio sicuramente un posto da statale garantito a vita.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^