Anobit, una ricetta per SSD affidabili

Anobit, una ricetta per SSD affidabili

Anobit, una startup Israeliana annuncia l'arrivo di due nuove unità SSD, con cui promette di aver migliorato l'affidabilità delle memorie MLC

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 15:48 nel canale Periferiche
 
Anobit Technologies Ltd è una startup Israeliana specializzata nello sviluppo di soluzioni a stato solido al suo primo annuncio: la società avrebbe realizzato una unità SSD di tipo MLC (multilevel cell) capace di garantire la stessa affidabiltà delle proposte di tipo SLC (Single level cell).

La compagnia israeliana ha infatti comunicato che le proprie unità SSD della serie Genesis sarebbero in grado di sopportare oltre 50,000 cicli di scrittura, dato sensibilmente superiore a quello attualmente garantito dalla maggior parte delle proposte SSD capaci di gestire fino a 10,000 cicli di scrittura e cancellazione. Questo dato, se confermato, consentirebbe la possibilità di poter impiegare soluzioni di tipo MLC e quindi meno costose rispetto a quelle di tipo SLC, anche su sistemi server.

Due saranno i modelli iniziali che formeranno la serie Genesis e saranno caratterizzati dalla capienza di 200 e 400GB: entrambe le proposte verranno dotate di interfaccia Serial ATA ma grazie all'impiego di un bridge esterno possono essere adattati anche con i protocolli SAS. Secondo i dati forniti dall'azienda i dispositivi sono in grado di garantire una velocità di lettura sequenziale pari a 220MB/sec mentre scende a 180MB/sec in scrittura.

Anobit è una azienda fondata nel 2006 che è stata capace di raccogliere oltre 40 milioni di dollari con venture capital: secondo le informazioni attualmente disponibili la società israeliana si sarebbe concentrata sullo sviluppo di processore, chiamato Memory signal processor, capace di migliorare l'affidabilità delle memorie di tipo MLC, grazie soprattutto all'impiego di un speciale algoritmo di correzione degli errori. Gilad Engel, vice presidente dello sviluppo del business per Anobit ha affermato che la tecnologia Memory Signal Processor aggiunge un livello di correzione degli errori al tradizionale ECC (Error-correction code) presente su tutte le unità SSD.

Anobit Genesis

Sempre secondo i dati riportati dal portavoce societario la versione da 200GB della serie Genesis è capace di gestire scritture per 2TB ogni giorno per cinque anni e la versione da 400GB 4TB al giorno. Per entrambi i casi la società afferma che le unità sono in grado di garantire 20,000 IOPS in scrittura e 30,000 IOPS in lettura. Le unità offrono supporto nativo per blocchi con dimensioni di 512-520 e 528 byte e sono dotati di una cache di memoria non volatile immune qualora mancasse l'alimentazione elettrica. Mancano al momento informazioni precise circa il costo delle proposte, anche se Engel ha affermato che saranno soluzioni con un prezzo sicuramente competitivo.

Secondo quanto riporta Gregory Wong, analista per Forward Insights, Anobit nonn è l'unica azienda che si sta concentrando per aumentare l'affidabilità delle memorie di tipo MLC. SandForce per esempio si è dedicata allo sviluppo di una soluzione che utilizza la comrpessione dei dati e una architettura RAID per ovviare alle limitazioni delle memorie MLC. Secondo l'analista, però, SandForce usa una tecnologia hard coding ECC da 24 bit/412 byte: l'elemento chiave è però rappresentato dalla qualità del segnale che si deteriora, mentre con la tecnologia di Anobit il segnale rimane più pulito. A questo indirizzo, ulteriori informazioni.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mirkio9016 Giugno 2010, 16:20 #1
Alla fine, vista l'economicità, le soluzioni MLC saranno il futuro degli SSD...
certo che però come azienda ha veramente un nome poco ispirato! :P
scilvio16 Giugno 2010, 16:25 #2
da 3k cicli scarsi delle future 24nm a 50k è un salto enorme, speriamo che il nome dell'azienda non faccia riferimento ai prezzi
leptone16 Giugno 2010, 16:49 #3

Non ho capito

Ragazzi non ho capito se:

1)
L'azienda ha trovato un nuovo modo di produrre celle MLC "migliori", +"robuste" ecc che le consentano di face + cicli di cancellazione/scrittura, arrivando a 50k invece dei soliti 10k. Quindi produce memorie flash sempre su NAND ma con tecnica diversa.... OPPURE

2) La memoria grossomodo è la stessa, e l'azienda produce un nuovo controller, che è in grado di scrivere, cancellare e leggere le celle arrivendo a cicli di 50k. Tutto questo dovuto ala tecnologia "Memory Signal Processor" che appunto permette una precisa lettura della cella anche quando è usurata, ovvero oltre i 10k cicli di scrittura.

Quindi non ho capito se uqesta azienda produce un controller con questa tecnologia(Memory Signal Processor), o se produce le memorie NAND Flash con questa tecnologia.

Insomma la "Memory Signal Processor" dove sta? nel controller o nella tecnica di produzione delle meorie?
Dalla notizia, sembra nel controller dato che si fa il paragone con la tecnolgia del sandforce.
Non sono sicuro per nulla, ma per le memorie flash dopo varri cicli di cancellazione e scrittura, la cosa difficile è leggere, e non cancellare o scrivere.
Ricapitolando per chi magari ne sa meno di me (che non sono per nulla esperto) nelle mem flash a differeza degli HDD, per ogni cella sono possibili 3 operazioni: cancellazione, scrittura, lettura. La cancellazione è la + facile, la lettura la + difficile, la scrittura sta nel mezzo. Solo che la scrittura nella SLC èmolto + facile (è facile quasi quanto la cancellazione), mentre nelle MLC è molto + difficile rispetto alle SLC.
Insomma ritornando a questa Memory Signal Processor, dovrebbe essere in grado di scrivere e leggere oltre i fatidici 10k cicli e arrivare fino a 50k.

PER FAVORE CHIEDO SPIEGAZIONI A CHI NE SA +DI ME. E SOPRATTUTTO NON DIMENTICATE I LINK..... a proposito inizio a leggere il link al sito anobit anche se non semra dire molto
floating16 Giugno 2010, 18:35 #4

ATTENZIONE!!!

In rete circolano voci che se crei una carena Raid-0 con otto di questi anobit ottieni una v@gin@byte. Attenzione però che se li mettete in Raid-1 otterrete un "gheip-Raid"!!!
ArteTetra17 Giugno 2010, 01:19 #5
@ leptone:

Buona la seconda, direi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^