Bilancio in rosso per NVIDIA a fine esercizio

Bilancio in rosso per NVIDIA a fine esercizio

Al pari di quanto registrato dagli altri principali player del settore, NVIDIA chiude l'esercizio 2009 con un terribile quarto trimestre

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:44 nel canale Periferiche
NVIDIA
 

Ultima tra le principali aziende del settore dell'IT, NVIDIA ha rilasciato nella giornata di ieri i propri risultati finanziari trimestrali che concludono l'esercizio fiscale 2009. NVIDIA utilizza un esercizio fiscale che inizia il 26 Gennaio e termina il 25 Gennaio dell'anno seguente: quello in oggetto è quindi l'esercizio fiscale 2009, teerminatosi lo scorso 25 Gennaio.

I risultati sono tutt'altro che positivi: NVIDIA ha registrato un fatturato pari a 481,1 milioni di dollari USA, contro un valore di circa 1,2 miliardi di dollari USA registrato nello stesso periodo dello scorso anno. A questa contrazione trimestrale, pari a circa il 60%, si accompagna un calo del 16% del fatturato su base annuale, passato dai precedenti 4,1 miliardi a circa 3,4 miliardi di dollari USA.

Il risultato trimestrale vede quindi una perdita pari a 147,7 milioni di dollari, equivalente a 0,27 dollari per ogni azione della società. Questo valore sconta alcuni costi straordinari del periodo legati ad un progetto di nuovo campus che è stato accantonato: includendo le sole voci di costo del periodo si otterrebbe, andando oltre i principi GAAP seguiti per la redazione dei bilanci delle società nord americane, ad un risultato passivo di 94,4 milioni di dollari, corrispondenti a 0,18 dollari per azione.

Su base annuale il risultato del quarto trimestre dell'esercizio fiscale ha portato a chiudere i 12 mesi con una perdita di 30 milioni di dollari, contro un risultato positivo nel 2007 pari a 797,6 milioni di dollari. La contrazione nelle vendite è stata generalizzata in tutti i segmenti di mercato nei quali opera NVIDIA: per le GPU il calo è stato pari al 47% in meno rispetto al trimestre precedente, del 44% per la famiglia di soluzioni Quadro e del 51% per i chipset.

Questo quanto dichiarato da Jen-Hsun Huang, presidente e CEO di NVIDIA:

"The environment is clearly difficult and uncertain. Our first priority is to set an operating expense level that balances cash conservation while allowing us to continue to invest in initiatives that are of great importance to the market and in which we believe we have industry leadership. We have initiatives in all areas to reduce operating expenses. Although fiscal 2009 was extremely difficult, it was one of our best years of innovation. We made many important advances in graphics processing with PhysX and 3D Vision, GPU computing with CUDA and Tesla, and mobile computing with ION and Tegra. I am pleased with the excellent achievements we made in each of these important areas."

E' molto difficile per NVIDIA fare delle previsioni sull'andamento del primo trimestre fiscale 2010, al pari del resto di quanto indicato dalle molte altre aziende del settore che hanno registrato un andamento negativo a chiusura dell'anno. Le aspettative sono di un andamento di fatto piatto, con un fatturato quindi che dovrebbe essere attorno ai 500 milioni di dollari per una presumibile perdita di esercizio.

Un elemento positivo emerso nella fase di commento ai risultati è sicuramente dato dalla riduzione delle scorte di magazzino, che sono passate da un valore medio di 2,5-3 mesi agli attuali 1-1,5 mesi. Questo ha sicuramente impattato il fatturato trimestrale, ma permetterà ad NVIDIA di beneficiare di una domanda supplementare da parte dei partner non appena il mercato riprenderà. Per ulteriori informazioni rimandiamo al comunicato stampa di NVIDIA, accessibile a questo indirizzo.

68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
M@tteo7911 Febbraio 2009, 16:59 #1
Tempo un paio di mesi e tutti i soldi spesi nella ricerca (cosa che qualcun altro non si è potuto permettere) daranno i loro frutti. GT212, se le specifiche apparse il mese scorso saranno rispettate, non avrà rivali sul piano prestazionale per un bel po' di mesi (fino a R800 e GT300) e garantirà anche ottimi margini di guadagno all'azienda vista la dimensione del "die" pari a quasi la metà di GT200.

E' un momento difficile per tutti ma le grandi aziende del calibro di Nvidia sapranno far fronte a queste difficoltà. I soldi per la ricerca sono già stati spesi e tempo fa si parlava di copertura per 2 anni... dunque non mi preoccuperei più di tanto.

Di sicuro il 2008 è stato un anno pieno di novità (come CUDA, PhysiX, Tegra, Ion ecc) e i frutti si potranno vedere solo a lungo termine. Dato di fatto è che chi ha investito (come Intel ed Nvidia) grosse cifre avrà la possibilità di proporre prodotti validi nel corso del biennio critico 2009/2010... gli altri ahimè arrancherano e non poco.
khael11 Febbraio 2009, 17:08 #2
chi ti dice che altri (a questo punto visto che hai detto intel/nvidia tirerei in ballo amd (e ati)) non abbiano gia' investito parecchio?

gia' il phenom mi sembra una bella risposta e in un periodo di crisi come questo vince il rapporto qualita' prezzo o addirittura solo il prezzo e non la potenza pura.

e in questo non mi sembrano sole ne nvidia ne intel
bs8211 Febbraio 2009, 17:08 #3

Ricerca?

Chi è che avrebbe speso soldi in ricerca? Nvidia? Che fa ancora schede con DX10.0 e GPU con dimensioni di una mattonella da bagno?
!fazz11 Febbraio 2009, 17:10 #4
Originariamente inviato da: bs82
Chi è che avrebbe speso soldi in ricerca? Nvidia? Che fa ancora schede con DX10.0 e GPU con dimensioni di una mattonella da bagno?

ma fortuna non delle dimensioni e forma della tazza
cacchione11 Febbraio 2009, 17:12 #5
Penserei ad una prossima acquisizione di nvidia, non fosse per il fatto che esiste un solo possibile acquirente: intel.
...sperando sempre che gli applicativi e sistemi operativi inizino seriamente ad usare la gpu, è davvero un peccato dedicarla solo ai giochi.
nemorino11 Febbraio 2009, 17:14 #6
mah... io non sono così ottimista...

il problema è che per i prossimi mesi/anni la domanda di schede video in generale avrà un crollo drastico (domanda di schede top di gamma crollerà in maniera imbarazzante, pc nuovi se ne venderanno sempre meno e cmq la richiesta sarà di pc con schede video "normali"...roba che va bene un chip video di 3 anni fa.... o con prestazioni pari al mainstream dell'anno scorso e che chiunque potrà produrre)

il gaming 3d emigrerà sempre di più verso le consolle.....

e visto che gli investimenti si fanno spesso e volentieri con capitali presi in prestito e che i costi fissi sono cmq alti.... e che vendere chip a 200 $ l'uno se pur top di gamma non si può più.... imho per nvidia so' cazzi....

non vorrei trovarmi nei panni loro con debiti altissimi e una tecnologia in mano magari strepitosa ma che non ha mercato visto il crollo della richiesta...

al limite se la comprerà qualche gigante per due lire
halduemilauno11 Febbraio 2009, 17:18 #7
visto l'andazzo generale c'era da aspettarlo cmq una perdita trimestrale di 147.7 è se vogliamo contenuta se la si confronta con la contemporanea subita da amd di quasi 10 volte maggiore. precisamente di 1424 milioni di $.
Sgt.Pepper8911 Febbraio 2009, 17:19 #8
Speriamo che nel corso dell'anno si vedano risultati di tutta questa ricerca, perchè dal g80 ad oggi è cambiato ben poco nell'architettura dei chip Nvidia. Sono 3 anni ormai che le schede sono bene o male le stesse, aggiungere SP aumenta le performance ma per essere concorrenziali serve anche aumentare l'efficienza come rapporto tra costi di produzione e prestazioni.
2012comin11 Febbraio 2009, 17:21 #9
Originariamente inviato da: M@tteo79
Tempo un paio di mesi e tutti i soldi spesi nella ricerca (cosa che qualcun altro non si è potuto permettere) daranno i loro frutti. GT212, se le specifiche apparse il mese scorso saranno rispettate, non avrà rivali sul piano prestazionale per un bel po' di mesi (fino a R800 e GT300) e garantirà anche ottimi margini di guadagno all'azienda vista la dimensione del "die" pari a quasi la metà di GT200.

E' un momento difficile per tutti ma le grandi aziende del calibro di Nvidia sapranno far fronte a queste difficoltà. I soldi per la ricerca sono già stati spesi e tempo fa si parlava di copertura per 2 anni... dunque non mi preoccuperei più di tanto.

Di sicuro il 2008 è stato un anno pieno di novità (come CUDA, PhysiX, Tegra, Ion ecc) e i frutti si potranno vedere solo a lungo termine. Dato di fatto è che chi ha investito (come Intel ed Nvidia) grosse cifre avrà la possibilità di proporre prodotti validi nel corso del biennio critico 2009/2010... gli altri ahimè arrancherano e non poco.


Io sono, quasi sempre, d'accordo con il 90% di quello che scrivi... ma poi nei tuoi commenti trovo sempre almeno una frecciatina (anche se non esplicita) verso AMD...

Intel e Nvidia sono certamente 2 grandi aziende con gente competente a prendere decisioni (anche se noi quache volta non le comprendiamo del tutto) e quindi concordo con te. Ma quando tu (parlando appunto di queste due aziende) dici: "Dato di fatto è che chi ha investito (come Intel ed Nvidia) grosse cifre avrà la possibilità di proporre prodotti validi nel corso del biennio critico 2009/2010... gli altri ahimè arrancherano e non poco" è chiaro che ti riferisci ad AMD. Vorrei solo farti notare che AMD ha investito non poco negli ultimi tempi. Ti dice niente ATI?

Detto questo.. su Nvidia non ho tanto da dire; hanno parecchie cose nuove in evoluzione e le schede video le sanno fare piuttosto bene (per quel che ne posso capire io XD ). Non credo proprio che resteranno per molto tempo in "rosso"... in fondo il loro colore preferito è il verde
Drakogian11 Febbraio 2009, 17:25 #10
Originariamente inviato da: halduemilauno
visto l'andazzo generale c'era da aspettarlo cmq una perdita trimestrale di 147.7 è se vogliamo contenuta se la si confronta con la contemporanea subita da amd di quasi 10 volte maggiore. precisamente di 1424 milioni di $.


Ti pareva... ecco subito la spolverata da parte tua su ATI...
La notizia è su nVidia... un pò brucia... ma consoliamoci con ATI che va peggio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^