Canon punta sulla stampa dei filmati Full HD per riportare la gente a stampare

Canon punta sulla stampa dei filmati Full HD per riportare la gente a stampare

Canon punta sulla stampa dei filmati Full HD per riportare la gente a stampare, in un mercato che è guidato dalla vendita dei consumabili, soprattutto cartucce

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 16:12 nel canale Periferiche
Canon
 

Analizzare il mercato della stampa rivela sempre dati interessanti, poco immaginabili da chi non è esperto del settore. Uno dei dati diffusi ultimamante da Canon, ad esempio, parlano di una quota pari al 73% del mercato della stampa a getto d'inchiostro appannaggio dei consumabili, cartucce in primis. I produttori guadagnano di più, in alcuni casi anche solo, dalle vendita delle cartucce e le stampanti rappresentano in particolare sulla fascia più bassa di prezzo il mezzo di accesso al mercato dei consumabili.

Guardando i dati di vendita di queste ultime è possibile tracciare le tendenze del momento, che vedono in crescita, anche se scarsa, le vendite dei dispositivi multifunzione, che uniscono alla stampante funzionalità fax, scanner e di fotocopiatrice, mentre registrano un netto calo dei dispositivi a singola funzione. Le stampanti multifuzione sono sbarcate da tempo nel mercato di massa e sono tra i best seller della grande distribuzione, sia generalista (supermercati) che specializzata in elettronica di consumo.

Il mercato delle stampanti a funzione singola è invece tornato ad essere in mano ai canali specializzati, anche per la netta perdita di competitività sul mass market rispetto ai dispositivi multifunzione. In questo settore il segmento delle stampanti sopra i 150 euro rappresenta solo il 20% del volume di vendita, ma copre il 40% del mercato in termini di valore. In questo quadro si capiscono gli sforzi dei produttori sul lato consumabili e l'insistenza sul valore aggiunto delle cartucce originali, primaria fonte di revenue del settore.

Sempre restando in casa Canon, i dati diffusi dal colosso giapponese parlano di una sofferenza inferiore alla media rispetto alla concorrenza delle cartucce non originali. Questo è dovuto soprattutto al profilo tipico del cliente Canon, che sceglie il marchio come garanzia di qualità ed è disposto a una spesa maggiore per aver la sicurezza di non incorrere in problemi o in abbassamenti della qualità di stampa.

Un segnale chiaro che nel caso di Canon il marketing è riuscito ad essere convincente nel tracciare una linea di confine tra i consumabili originali e quelli universali. Come dicevamo le stampanti rimangono però il mezzo di accesso al mercato dei consumabili e per i produttori è importante continuare a rinnovare le gamme per portare più clienti possibili dalla propria parte.

Per fidelizzare il cliente ai consumabili originali Canon ha puntato su Creative Park Premium, un sito con contenuti esclusivi provenienti dai fotografi professionisti dell'universo Canon da utilizzare per i propri progetti di stampa. L'accesso al sito è garantito solo se al PC è collegata una stampante con consumabili originali: per il funzionamento del sistema i nuovi prodotti adotteranno nuove cartucce con chip.

L'obiettivo è invogliare i clienti con contenuti esclusivi, alzare il tasso di stampa, fidelizzarli ai ricambi originali e, non da ultimo, portare a un rinnovo del parco macchine aprendo il mercato ai nuovi consumabili. La strategia Canon tocca anche altri aspetti chiave, primo fra tutti il design, per rendere la stampante, ma anche il mulitifunzione, compatibili con l'arredamento e adatti a essere posizionati al fianco del PC o del notebook di casa, oggetto che sempre più si è spostato dallo studio alle stanze come il salotto o la sala da pranzo.

Per un approfondimento sulle nuove funzionalità e sull'intera gamma abbiamo parlato con Gianluca Ghiadoni Product Marketing Manager OPP di Canon Italia.

[HWUVIDEO="733"]CANON STAMPANTI AGOSTO 2010[/HWUVIDEO]

Canon ha deciso di optare per le linee essenziali, il colore nero e per un cambio di logo. A livello di funzionalità l'attenzione si è spostata molto sul fronte della semplicità d'uso, sia nell'interfaccia con la stampante, sia nell'uso del software allegato. Le top di gamma utilizzano ad esempio comandi a sfioramento "intelligenti", ossia che si palesano all'utente solo quando sono effettivamente tra le opzioni utilizzabili: il consumatore nella fase di stampa non si trova più quindi perso tra mille tasti ed opzioni, ma viene guidato passo passo tra i passaggi che deve compiere trovando illuminati di volta in volta i solo i tasti necessari.

Canon punta anche su una strategia di autopromozione trasversale dei propri prodotti: sulle nuove stampanti ha, ad esempio, introdotto nella dotazione software un tool per la stampa dei fotogrammi dei filmati Full HD, ma solo quelli prodotti con le reflex EOS della casa. La funzione permette di selezionare in modo intuitivo i fotogrammi che compongono i video e mandarli direttamente in stampa, passando eventualmente da una breve sessione di ottimizzazione automatica. In questo modo la "moda" di registrare video con la propria reflex (ricordiamo che è una funzione disponibile anche sulle reflex di fascia non elevata, come la EOS 550D) non va ad intaccare il mercato della stampa, anzi è in grado di portare ad esso un beneficio.

Tra le altre funzionalità all'interno della gamma troviamo la connettività Wi-Fi n e la possibilità di stampa wireless direttamente dai dispositivi mobili, tra cui i cellulari Android e iPhone, e dalle console di gioco come la Playstation 3.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD30 Agosto 2010, 16:22 #1
Io mi domando fino a quanto potrà tirare il collo agli utenti Canon con simili strategie sempre più accentratici.
Pegamugh30 Agosto 2010, 16:49 #2

mah..

ho avuto 4 stampanti di tutte le marche, tutte durate 12 mesi e mezzo, dopodichè, da buttare..
le stampanti attuali sono secondo me pessime, tutte, qualità dei materiali inesistente, rumorose, cartucce che costano come la stampante stessa..
non capisco come facciano le persone a comprarle. sono tutti così consumisti? nessuno che si preoccupa di doverle ricomprare ogni 6 mesi?
Paganetor30 Agosto 2010, 16:50 #3
mi sembra una cavolata... spendono soldi in un chip (che poi paghiamo noi utenti finali) per avere accesso a un portfolio "gratuito" (ma lo paghiamo noi col chip...) di immagini da usare per progetti amatoriali?

idem la possibilità di stampare un fotogramma di un filmato full HD: cosa mi impedisce di farlo comunque con una qualsiasi stampante e un software di visualizzazione dei filmati? Però con Canon devo avere la loro reflex, la loro stampante e il software che dicono loro...

boh, sinceramente non trovo attraenti queste nuove funzionalità, anzi...
Bisont30 Agosto 2010, 17:49 #4
Originariamente inviato da: Pegamugh
ho avuto 4 stampanti di tutte le marche, tutte durate 12 mesi e mezzo, dopodichè, da buttare..
le stampanti attuali sono secondo me pessime, tutte, qualità dei materiali inesistente, rumorose, cartucce che costano come la stampante stessa..
non capisco come facciano le persone a comprarle. sono tutti così consumisti? nessuno che si preoccupa di doverle ricomprare ogni 6 mesi?


Hai comprato stampanti di fascia bassa, una buona stampante con testina e cartucce separate, tutto intercambiabile ti dura. Basta spendere la giusta cifra, io ho la Pixma 5200R e mi funziona alla grande, doppio cassetto, 6 colori, stampa cd, usb/wifi/ethernet....compatta, leggera e le cartucce costano, ma non così tanto!
tommy78130 Agosto 2010, 18:02 #5
Originariamente inviato da: Bisont
Hai comprato stampanti di fascia bassa, una buona stampante con testina e cartucce separate, tutto intercambiabile ti dura. Basta spendere la giusta cifra, io ho la Pixma 5200R e mi funziona alla grande, doppio cassetto, 6 colori, stampa cd, usb/wifi/ethernet....compatta, leggera e le cartucce costano, ma non così tanto!




dipende da quanto e cosa stampi! io stampavo foto in A4 in esacromia e le cartucce duravano poche decine di stampe con la tua stessa stampante, passando alla stampa online ho drasticamente ridotto i costi, semplicemente è assurdo stampare foto a casa, i pigmenti durano poco, poi si hanno viraggi dei colori, i consumabili costano un botto e la qualità non è eccelsa se uno ha un minimo di occhio.
Bisont30 Agosto 2010, 18:14 #6
Originariamente inviato da: tommy781
dipende da quanto e cosa stampi! io stampavo foto in A4 in esacromia e le cartucce duravano poche decine di stampe con la tua stessa stampante, passando alla stampa online ho drasticamente ridotto i costi, semplicemente è assurdo stampare foto a casa, i pigmenti durano poco, poi si hanno viraggi dei colori, i consumabili costano un botto e la qualità non è eccelsa se uno ha un minimo di occhio.


Questo è sicuro... perchè c'è chi usa la stampante di casa per le foto??
kimlop30 Agosto 2010, 18:30 #7
la mia prossima stampante sara una xerox con inchiostro solido e addio cartucce!
ArteTetra30 Agosto 2010, 18:33 #8
"stampa dei filmati Full HD?"

Non mi sembra chiarissimo. Inoltre non ho capito cosa c'entra questo con le stampanti Canon. Con il software in dotazione alle reflex Canon puoi estrarre un fotogramma da un filmato, e nessuno ti impedisce di stamparlo con una stampante qualunque.
Diablo100030 Agosto 2010, 18:50 #9
Sinceramente la vedo come una buffonata perché io continuerò a caricarmi a casa le mie cartucce.
Ho una 4200 e finora mi ha lavorato da dio e ta un mese penso di pensionarla per una multi con wifi ma non perché mi regalano delle immagini da 2 soldi o per le stampe dei video (uso reflex Sony e quindi me ne frega ancor meno) ma per la qualità che mi hanno offerto con un basso costo rispetto alle epson sanguisughe .
Per chi parla delle foto devo dare ragione perché volevo prendermi un bestione canon professionale ,ma i costi sono lo stesso superiori per quanto la manutenzione sia inferiore ad una consumer
rb120530 Agosto 2010, 19:49 #10
Originariamente inviato da: Pegamugh
ho avuto 4 stampanti di tutte le marche, tutte durate 12 mesi e mezzo, dopodichè, da buttare..
le stampanti attuali sono secondo me pessime, tutte, qualità dei materiali inesistente, rumorose, cartucce che costano come la stampante stessa..
non capisco come facciano le persone a comprarle. sono tutti così consumisti? nessuno che si preoccupa di doverle ricomprare ogni 6 mesi?



Se parli di stampanti che costano come le cartucce, deduco che ti stai riferendo alle stampanti di fascia bassa da offerta del supermercato. Non è corretto generalizzare in questo modo, io ho acquistato 4 anni fa una epson esacromatica con testine e inchiostro pagata non poco, ma funziona ancora benissimo (mai cambiato testina) e le ricariche me le faccio in casa.

A chi si domanda se esista qualcuno che si stampa le foto in casa rispondo si, io. Con inchiostro da ricarica e carta acquistata in ingrosso ho un costo per foto 5x8" di meno di 4 centesimi e, con un pò di investimento iniziale per una buona stampante e un pò di tweaking delle impostazioni, la qualità è indistinguibile dalle stampe internet. Certo i colori sbiadiscono se viene lasciata all'aperto, ma basta un pò di ordine e qualche raccoglitore

Certo la stampa fotografica è cosa un po' di nicchia, ma non è morta

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^