CPU e GPU per un nuovo supercomputer australiano

CPU e GPU per un nuovo supercomputer australiano

Cresce l'interesse per installazioni di supercomputer che bilancino, in ambiti di ricerca scientifica, tradizionali CPU con GPU

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:37 nel canale Periferiche
 

Non passa settimana senza che venga data notizia di un nuovo supercomputer che abbina a tradizionali architetture di CPU anche un approccio GPU Computing, con il quale quindi vengono utilizzate GPU per elaborare codice altamente parallelo.

In questo ambito NVIDIA, con la famiglia di soluzioni Tesla, da tempo ha investito risorse interne, proponendo al mercato sia schede video dedicate al solo GPU Computing sia sistemi server in chassis rack che integrano al proprio interno alcune GPU, da collegare a loro volta a server x86 tradizionali per il controllo delle loro funzionalità.

CSIRO o Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation, l'agenzia nazionale australiana per la scienza, ha completato l'installazione di un nuovo cluster che abbina GPU e CPU per una porenza di elaborazione complessiva che raggiunge i 256 Teraflops. Gli ambiti di utilizzo di questo cluster sono variegati, andando a coprire tutti gli ambiti nei quali CSIRO opera: dalla biologia computazionale a ricerche su clima e previsioni del tempo, da fluidodinamica comutazionale a ricerche astrofisiche.

Queste le caratteristiche del cluster installato al CSIRO:

  • 128 sistemi con 2 processori Intel Dual Xeon E5462 ciascuno (per un totale di 1024 cores) con 16 GB oppure 32 GB di memoria RAM; storage locale da 500 GB via hard disk SATA e connessione DDR InfiniBand;
  • 64 Tesla S1070 (256 GPU per un totale di 61440 streaming processor cores);
  • 144 port DDR InfiniBand Switch;
  • 80 Terabyte Hitachi NAS file system.

CSIRO ha reso disponibile un video che permette di vedere all'opera il cluster e soprattutto capire quali ne siano gli ambiti di utilizzo pratici. E' evidente come nell'ambito della ricerca scientifica la potenza di elaborazione dei sistemi non sia mai abbastanza: l'utilizzo delle GPU permette di ottenere, con quelle applicazioni che ben si prestano per la natura del codice utilizzato alla parallelizzazione, notevoli incrementi prestazionali rispetto all'utilizzo delle sole CPU.

Ogni soluzione rack NVIDIA Tesla S1070 integra 4 GPU, capaci di una  potenza di elaborazione di 4,14 Teraflops di picco con singola precisione e circa 345 Gigaflops se utilizzate con doppia precisione. Ulteriori informazioni su questa installazione sono disponibili a questo indirizzo.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gr@z!10 Dicembre 2009, 15:51 #1

:)

la metafora del supermercato...
fedexxx8410 Dicembre 2009, 15:53 #2
finalmente potremmo vedere crisys a 60fps stabili.
supertigrotto10 Dicembre 2009, 15:57 #3

come avevo già detto......

impossibile che crisis vada a 60fps stabili,è stato programmato da persone con il diploma di segretarie d'azienda.........
elevul10 Dicembre 2009, 16:05 #4
Non so se ridere o piangere leggendo i commenti...
cire92cry10 Dicembre 2009, 16:07 #5
Ma smettila crysis gira già a 60 fps stabili con sistemi attuali questo significa che era solo pesante al tempo che uscii ... ha ancora la grafica migliore e ora sta girando bene sui sistemi alti .

Be alla crytek c'è gente che ha e sta programmando i motori grafici più potenti al mondo cryengine 2 e cryengie 3.

Quindi vediamo di non sparare boiate ....
Simedan198510 Dicembre 2009, 16:09 #6
Rimane il fatto che ,nvidia con queste tesla sta andando forte nel segmento supercomputer gp-gpu...quindi dobbiamo cancellare dalla nostra testa che nvidia fallisce e tutte le stronzate dette in questi ultimi mesi ,dettate dalla nn uscita di fermi.
cire92cry10 Dicembre 2009, 16:17 #7
Be nvidia su lato gaming non so se avrà successo come prima su perchè i calcoli che servono per i supercompiuter non equvalgono a quelli per gaming .... sicuramente fermi per i supercompiuter sarà una bomba !
papafoxtrot10 Dicembre 2009, 16:18 #8
Credo ci sia un errore... tutto il rack con 4 schede dovrebbe produrre una potenza in singola precisione di 4TF, mentre per come è costruita la frase si lascia intendere che il rack è compèosto da 4 schede, di cui ciascuna sviluppa 4TF in singola precisione e 350GF in double precision
Persio10 Dicembre 2009, 16:24 #9
Originariamente inviato da: fedexxx84
finalmente potremmo vedere crisys a 60fps stabili.


Originariamente inviato da: supertigrotto
impossibile che crisis vada a 60fps stabili,è stato programmato da persone con il diploma di segretarie d'azienda.........


Originariamente inviato da: cire92cry
Ma smettila crysis gira già a 60 fps stabili con sistemi attuali questo significa che era solo pesante al tempo che uscii ... ha ancora la grafica migliore e ora sta girando bene sui sistemi alti .

Be alla crytek c'è gente che ha e sta programmando i motori grafici più potenti al mondo cryengine 2 e cryengie 3.

Quindi vediamo di non sparare boiate ....


ma basta con crysis! avete fatto 2 pa**e!

Cmq bel sistema... Sicuramente utile in ambito BOINC...
checo10 Dicembre 2009, 16:30 #10
infondo già il 5° supercomputer al mondo monta cpu+gpu(ati in questo caso)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^