Display curvi e flessibili, il mercato è pronto a decollare

Display curvi e flessibili, il mercato è pronto a decollare

Nei prossimi anni il mercato dei display curvi e flessibili andrà incontro ad una forte espansione, che arriverà a creare un giro d'affari di 27 miliardi di dollari nel 2023

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:01 nel canale Periferiche
 

Il mercato dei display flessibili e dei display curvi è un settore in fase di decollo con aspettative di grande espansione. La società di analisi di mercato Touch Display Research prevede infatti che per l'anno in corso questo mercato possa muovere un volume d'affari di 388 milioni di dollari, destinato a crescere fino a 27 miliardi entro il 2023, con un tasso composto annuale di crescita del 53%.

I display flessibili ad elettroforesi (come quelli impiegati per la costruzione degli e-book reader) andranno incontro ad una importante crescita specialmente nel prossimo anno. Per quanto riguarda invece i display flessibili e curvi a matrice attiva OLED e gli LCD curvi, la crescita si verificherà dopo il 2016. Il mercato dei televisori con display ricurvi sta intanto già decollando, con LG e Samsung che offrono alcuni modelli sul mercato e Sony che li raggiungerà a breve, con il debutto di un nuovo modello per il periodo natalizio.

I display flessibili e quelli curvi sono un mercato in espansione che sta appena decollando. Dai display flessibili per i dispositivi mobile come i lettori di e-book, ai display ricurvi che offrono un'esperienza immersiva per gli spettatori della televisione, il mercato per questo tipo di display sta crescendo rapidamente secondo un report rilasciato da Touch Display Research rilasciato questa settimana. Nel complesso circa 260 compagnie e istituti di ricerca stanno sviluppando o costruendo display flessibili e ricurvi.

Ma non sono solamente televisori ed e-book reader a supportare l'espansione del mercato dei display flessibili e ricurvi, dal momento che per il 2014 è previsto il debutto di numerosi dispositivi indossabili. Attualmente gli smartwatch disponibili sul mercato fanno uso di tradizionali display rigidi, mentre soluzioni flessibili o curve sono in grado di assicurare una maggior ergonomia degli accessori da polso e possano offrire una maggiore superficie operativa.

I display flessibili o curvi sono in grado però, almeno potenzialmente, di offrire benefici e valore aggiunto a qualsiasi tipo di dispositivo, specie quelli dove può essere utile la presenza di un piccolo display per il monitoraggio di varie funzioni o condizioni d'uso. Ad esempio attualmente sono già in commercio sul mercato alcune schede di memoria prodotte da Lexar e dotate di un display e-ink ad elettroforesi che consente di visualizzare la disponibilità residua dello spazio di storage.

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ripe19 Settembre 2013, 14:34 #1
La società di analisi di mercato Touch Display Research prevede infatti che per l'anno in corso questo mercato possa muovere un volume d'affari di 388 milioni di dollari, destinato a crescere fino a 27 miliardi entro il 2013, con un tasso composto annuale di crescita del 53%.


Posso dire che non ho capito?!
Sako19 Settembre 2013, 14:51 #2
Speravo che il Galaxy Gear fosse il device che finalmente lanciava i display curvi (come nei render che giravano prima che uscisse) invece nisba. Mi pare che "mercato che sta appena decollando" sia un esagerazione
songohan19 Settembre 2013, 14:58 #3
Originariamente inviato da: ripe
Posso dire che non ho capito?!


Il solito articolaccio, scritto in pessimo italiano.
demetriol19 Settembre 2013, 15:28 #4
Originariamente inviato da: ripe
Posso dire che non ho capito?!


Originariamente inviato da: songohan
Il solito articolaccio, scritto in pessimo italiano.

Non so se hanno corretto dopo,cmq ora c'è scritto 2023

Quindi
388 mln * (1,53 ^ 10) = 27270 mln circa

I conti tornano
die8119 Settembre 2013, 16:44 #5
per un vero smart-watch come al solito dovremo aspettare apple...poi tutti gli altri potranno copiare
Aenil19 Settembre 2013, 17:13 #6
Originariamente inviato da: die81
per un vero smart-watch come al solito dovremo aspettare apple...poi tutti gli altri potranno copiare


Ma sì dai 5° post pensavo peggio.

___

quando riusciranno a rendere flessibile anche tutto il resto (circuteria, chip e batteria) allora penso che uscirà qualcosa di interessante
calabar20 Settembre 2013, 10:11 #7
Sarà la volta buona che immetteranno sul mercato un equivalente dello Skiff Reader, che era pronto nel 2008 e non è mai stato immesso sul mercato?

Certo comunque che definirlo un mercato che sta decollando perchè qualche produttore inizia ad immettere sul mercato qualche dispositivo con display flessibile mi sembra un po' esagerato.
Certo, il trend è quello, ma se prenderanno davvero piega credo sia legato alla capacità di chi crea i dispositivi di usare questi display per fornire davvero un'esperienza nuova e di qualità superiore, e non solo per modificare lievemente il design dei dispositivi attuali.
biagiop198620 Settembre 2013, 10:51 #8
x(k+1) = 1.53*x(k)
x(k) = (1.53^k)*x(0)
x(0) = 388 mln
Manca una considerazione fondamentale: ma come diavolo si fa ad ammettere - in base al solo ultimo anno - che il tasso di crescita sarà sempre del 53%?! Ma in base a cosa?
lockheed20 Settembre 2013, 10:57 #9
Originariamente inviato da: Aenil
Ma sì dai 5° post pensavo peggio.

___

quando riusciranno a rendere flessibile anche tutto il resto (circuteria, chip e batteria) allora penso che uscirà qualcosa di interessante


E' tutto già flessibile e da un bel pezzo.
Parliamo di tecnologia miniaturizzata mica delle resistenze che trovi saldate sul PCB dei televisori mivar....
L'unico scoglio era appunto il display.
Aenil20 Settembre 2013, 11:01 #10
Originariamente inviato da: lockheed
E' tutto già flessibile e da un bel pezzo.
Parliamo di tecnologia miniaturizzata mica delle resistenze che trovi saldate sul PCB dei televisori mivar....
L'unico scoglio era appunto il display.


anche il processore, ram ecc. ? perché in merito avevo letto appunto delle notizie ma erano abbastanza lontani dalla produzione di massa, anche la batteria stesso discorso, avevano trovato delle tecnologie interessanti ma c'era ancora della strada da fare, comunque ci stanno lavorando è già qualcosa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^