Fujifilm: 100 milioni di cartucce LTO Ultrium vendute

Fujifilm: 100 milioni di cartucce LTO Ultrium vendute

Importante traguardo raggiunto da Fujifilm, con la centomilionesima cartuccia dati venduta della serie LTO Ultrium. Un mercato che non conosce crisi, pur lontano dall'utenza consumer

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 14:31 nel canale Periferiche
Fujifilm
 

Se si pensa al mondo dell'archiviazione dati, visto da chi è abituato a parlare di hard disk e SSD, risulta quasi anacronistico pensare che ci sono ancora in commercio cartucce dati a nastro. In realtà le cose stanno diversamente, poiché questa tecnologia è in grado di rispondere a esigenze ben precise, non ultima la capacità di offrire un grande spazio di memorizzazione a costi inferiori anche a quelli degli hard disk con il miglior rapporto di costo per GB.

Una conferma di come il mercato di questi dispositivi sia quanto mai florido giunge da Fujifilm, che ha annunciato di aver venduto 100 milioni di cartucce LTO Ultrium da quando sono entrate in commercio, ovvero nel 2000. A quei tempi una cartuccia LTO (Linear tape-open) garantiva 100GB di spazio di archiviazione, mentre la sesta generazione presentata nel 2012 può ospitare nella stessa cartuccia ben 2,5TB.

Fujifilm

Chi utilizza questo sistema di archiviazione? Il CERN è un esempio, ma anche un grande numero di enti pubblici, uffici governativi e società, nella quale emerge la necessità di archiviare un grandissimo numero di dati, e al contempo avere ottime garanzie di poterli recuperare anche dopo moltissimo tempo. Il nastro magnetico è di fatto più affidabile nel tempo di qualsiasi hard disk; difficilmente fra 20 anni useremo ancora il disco esterno che oggi ci fa da compagno, giusto per citare un esempio.

Fujifilm ci offre inoltre qualche numero a titolo di curiosità: 100 milioni di cartucce LTO vendute equivalgono a una capienza complessiva di 53.000 Petabyte di storage, stipati su ben 41 milioni di kilometri di nastro magnetico.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tasslehoff21 Gennaio 2014, 15:30 #1
Un dettaglio, i tape LTO6 hanno una capacità di 2.5TB raw, compressi arrivano fino a 6.25TB a fronte di costi piuttosto contenuti (attualmente meno di 50 euro + iva cad ma con una previsione di attestarsi sui 35$).

Teniamo presente poi che i costi per un tape drive LTO sono scesi parecchio, un drive LTO6 SAS da 5.25" si trova a meno di un nas giocattolo Qnap o Synology da 4 unità (es il modello entry level HP da workstation si trova sui 1300 euro).

Tra gli utilizzi sta prendendo piede in grande stile nel mondo dell'editing video, dato che ormai le riprese non possono più essere conservate su nastri video ma vengono già registrate su supporti digitali l'archiviazione diventa un aspetto di primaria importanza.
I nas possono essere sufficienti per pochi TB, ma quando si sale a decine o centinaia un drive LTO (o una tape library per chi ha esigenze maggiori) diventano indispensabili, scalabili all'infinito, economiche e molto più affidabili di qualsiasi disco o filesystem su nas.

E pensare che c'è chi pensa che si tratti di oggetti del passato...
Rubberick21 Gennaio 2014, 16:28 #2
No, ma + che altro proprio l'altro giorno stavo guardando i prezzi dei vari nas in giro...

sono praticamente assurdi e insensati... ma a parte questo

ho visto un allineamento di taluni prodotti di una ditta che inizia con Q e non faccio nomi

nas 4 dischi -> ~850 e
nas 6 dischi -> ~850-900e
nas 8 dischi -> ~950-1000e
nas 10 dischi -> ~2000e

Ora... è vero diciamo che per i modelli da 4 ci sono varie versioni + economiche con prezzi sempre ridicoli tipo 4-500 euro ma

chi se lo dovrebbe prendere un 10 dischi quando l'8 costa la metà

e poi non hanno nemmeno la 10gbe.. giusto un teaming da 4 al max mm.. con 10gbe opzionale a costi mah...

xD sono un pò confuso

fortuna che per ora con la soluz attuale che ho mi trovo bene
aald21321 Gennaio 2014, 17:48 #3
Originariamente inviato da: Tasslehoff
I nas possono essere sufficienti per pochi TB, ma quando si sale a decine o centinaia un drive LTO (o una tape library per chi ha esigenze maggiori) diventano indispensabili, scalabili all'infinito, economiche e molto più affidabili di qualsiasi disco o filesystem su nas.


Come viene effettuato in genere lo scrubbing dei dati? Con RAID è immediato, ma su nastro?

Ci sono le persone che muovono le cassette a mano e eseguono i programmi? O ci sono storage per le cassette?
Tasslehoff21 Gennaio 2014, 18:29 #4
Originariamente inviato da: aald213
Come viene effettuato in genere lo scrubbing dei dati? Con RAID è immediato, ma su nastro?
Non sono uno specialista di backup però da quanto ne so lo standard LTO già di suo prevede automaticamente una verifica di lettura successiva alla scrittura per rilevare eventuali inconsistenze, in gran parte dei casi poi i software che gestiscono i drive effettuano ulteriori controlli di consistenza dei dati.

Ci sono le persone che muovono le cassette a mano e eseguono i programmi? O ci sono storage per le cassette?
Dipende dalle esigenze che si hanno, ci sono drive stand-alone interni o esterni dove le cassette devono essere cambiate a mano, poi ci sono tape libraries di varie dimensioni dove la rotazione degli LTO avviene in modo automatizzato e dove possono coesistere più drives LTO per effettuare più operazioni in contemporanea.
Chiaramente in quest'ultimo caso ci deve essere un software adeguato (es IBM Tivoli Storage Manager, piuttosto che Symantec BackupExec) per gestire i vari profili, le schedulazioni, la gestione dei drives e dello storage in generale.

Ci sono modelli piccoli 1U che possono contenere pochi LTO e un paio di drives fino a modelli titanici da decine di drives e centinaia e centinaia di LTO, magari affiancati da batterie di dischi per sfruttare i vantaggi dell'una e dell'altra tecnologia.
Questa ad esempio è una installazione di una tape library da 27 PB e 17000 LTO5 che io considero titanica, IBM la considera "midrange" nemmeno enterprise
Satshas21 Gennaio 2014, 23:06 #5
Qualcuno ha un'idea delle performance in lettura/scrittura raggiunte da questa tecnlogia oggi e se l'umidità può danneggiare le cassette?
Grazie.
Tasslehoff21 Gennaio 2014, 23:40 #6
Originariamente inviato da: Satshas
Qualcuno ha un'idea delle performance in lettura/scrittura raggiunte da questa tecnlogia oggi e se l'umidità può danneggiare le cassette?
Grazie.
Abbi pazienza ma le condizioni ambientali le trovi cercando su google tra le specifiche di qualsiasi produttore di nastri LTO (Fujifilm compresa), idem per le performance cercando "LTO performance".

Le performance (data rate) dipendono dal livello di compressione dei dati, il data rate nativo è pari a 160 MB/s, su interfaccia FC 8Gbps al massimo livello di compressione può superare i 600 MB/s, su interfaccia SAS 6Gbps può arrivare a circa 450 MB/s (link)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^