HGST, nuova famiglia Ultrastar C10K1800 di hard disk enterprise SAS 12Gbps fino a 1,8TB

HGST, nuova famiglia Ultrastar C10K1800 di hard disk enterprise SAS 12Gbps fino a 1,8TB

Hitachi Global Storage Technologies, che appartiene a Western Digital, ha recentemente presentato la famiglia di hard disk enterprise Ultrastar C10K1800: la rotazione dei dischi arriva a 10.000 giri, l'interfaccia utilizzata è quela SAS 12Gbps, mentre le capienze arrivano fino a 1,8TB

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 12:17 nel canale Periferiche
Western Digital
 

Sebbene il settore storage sia movimentato soprattutto dalla presentazione di solid state drive sempre più performanti e convincenti, gli hard disk costituiscono sempre un'alternativa in grado di rispondere a determinate esigenze. Anzi, tutto sommato solo ad una ma davvero importante, ovvero il prezzo per GB.

Nei PC di fascia bassa e media, siano essi desktop o portatili, sono adottati quasi esclusivamente hard disk, visto che possono mettere a disposizione dell'utente capacità da 1TB e oltre senza influire in magnera significativa sul prezzo finale. Viene da pensare che, salendo con le esigenze prestazionali o in settori come quello enterprise, gli hard disk abbiano lasciato il passo agli SSD; questo è in parte vero, ma non del tutto.

Esistono nel settore server diverse esigenze che privilegiano comunque la capienza a scapito della potenza di fuoco in termini di MB/s e IOPS, come ad esempio per l'archiviazione in di dati in cloud. Per venire incontro a questa e altre esigenze HGST ha presentato la nuova serie di hard disk enterprise Ultrastar C10K1800, dotandola comunque di ottime caratteristiche tecniche per massimizzare le prestazioni.

HGST

Gli appassionati avranno già capito dalla sigla le principali caratteristiche della nuova serie: Ultrastar indica la gamma server/enterprise, 10K il regime di rotazione di 10.000 giri al minuto e 1800 il taglio massimo della famiglia, ovvero ben 1,8TB. Il form factor è quello da 2,5 pollici, l'interfaccia è di tipo SAS 12Gbps, mentre gli altri tagli disponibili sono di 1,2TB, 900MB, 600MB, 450MB e 300MB. 12MB di cache e prestazioni migliorate del 23% in sequenziale e 2 volte e mezza superiori in scrittura random rispetto alla famiglia precedente completano la panoramica delle caratteristiche.

La garanzia è di 5 anni, con un MBTF fissato in 2 milioni di ore. Non vi sono ancora indicazioni sul prezzo al pubblico, come spesso accade con prodotti di classe enterprise. A questo indirizzo trovate le specifiche complete in formato PDF.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123410 Luglio 2014, 12:37 #1
L'utilità di una connessione 12 Gbps su un meccanico?
sekkia10 Luglio 2014, 12:39 #2
senza influire in magnera significativa



MBTF

MTBF
raven5410 Luglio 2014, 13:42 #3

@roccia1234

12 Gb/s per l'uso negli array che possono arrivare a 60 dischi. In questo caso vi sono degli expander e la banda viene condivisa. C'e' poi da considerare che vi possono essere anche dischi SAS SSD 12Gb/s nell'array.
demon7710 Luglio 2014, 13:51 #4
Originariamente inviato da: raven54
12 Gb/s per l'uso negli array che possono arrivare a 60 dischi. In questo caso vi sono degli expander e la banda viene condivisa. C'e' poi da considerare che vi possono essere anche dischi SAS SSD 12Gb/s nell'array.


Ok, ma nell'array è obbligatorio che tutti i dischi abbiano lo stesso standard di transfer rate?
Io molto banalmente ero convinto che su dischi meccanici di questo tipo piazzassero quel controller sovradimensionato perchè comunque il costo resta invariato e metterne uno "obsoleto" sarebbe solo più costoso...

Come per gli hhd di noi mortali.. trovi i dischi meccanici tutti SATA III ma sai benissimo che non riempiono neanche un SATA II
roccia123410 Luglio 2014, 14:35 #5
Originariamente inviato da: raven54
12 Gb/s per l'uso negli array che possono arrivare a 60 dischi. In questo caso vi sono degli expander e la banda viene condivisa. C'e' poi da considerare che vi possono essere anche dischi SAS SSD 12Gb/s nell'array.


Eh ma, d'accordo su fare controller che supportino 12 gbps... ma ne chiedo l'utilità sui dischi.

Oppure attaccando un disco (cifra a caso) 3 gbps ad un expander con altri 8 dischi da 12gbps e controller anche lui 12gbps... viene tutto rallentato a 3 gbps? Un po' come le ram, dove il controller adatta la velocità al banco (o alla coppia di banchi) più lenta.

Originariamente inviato da: demon77
cut

Come per gli hhd di noi mortali.. trovi i dischi meccanici tutti SATA III ma sai benissimo che non riempiono neanche un SATA II


Nell'uso normale, dubito anche che saturino la banda del sata I, stiamo comunque parlando di 150 MB/s di banda reale disponibile... che i meccanici raggiungono a stento e solo gli ultimi superano, seppur di poco e solo in lettura/scrittura dati sequenziale e nelle parti più veloci del disco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^