IDF 2009: Intel punta sui 32 nanometri

IDF 2009: Intel punta sui 32 nanometri

Tra i principali temi di discussione dell'Intel Developer Forum Fall 2009, in apertura settimana prossima, la tecnologia a 32 nanometri

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 13:59 nel canale Periferiche
Intel
 

La prossima settimana aprirà i battenti l'edizione Fall dell'Intel Developer Forum 2009, evento che Intel pianifica ogni anno nella cornice di San Francisco quale punto d'incontro tra sviluppatori e addetti ai lavori.

L'IDF è storicamente il contesto nel quale Intel anticipa quelle che saranno le proprie novità tecnologiche, oltre a delineare i trend tecnologici che l'industria nel suo complesso andrà ad abbracciare negli anni a venire. E' innegabile in questo il ruolo di Intel, azienda che per le due dimensioni e per l'impatto di mercato delle proprie soluzioni è capace di delineare quella che sarà la direzione presa dai vari produttori mondiali.

Uno dei principali temi che verranno sviluppati all'IDF Fall 2009 è legato alla tecnologia produttiva a 32 nanometri, che Intel introdurrà entro la fine dell'anno con le architetture di processore note con il nome in codice di Clarkdale e Arrandale, derivate dalla famiglia di processori Nehalem e dotate al proprio interno di architettura dual core.

La particolarità di questi processori è data dall'abbinare alla componente CPU, costruita con tecnologia a 32 nanometri, anche una GPU costruita invece con processo produttivo a 45 nanometri. I due chip sono montati sullo stesso package ma distinti quanto a die, condividendo il memory controller e ovviamente la memoria montata sulla scheda madre.

Intel ha inoltre anticipato di aver completato lo sviluppo di un processore della famiglia Xeon sviluppato completamente con tecnologia produttiva a 32 nanometri, destinato all'utilizzo in sistemi embedded, per le telecominicazioni e per i sistemi storage.

Questa nuova famiglia di cpu, indicata con il nome in codice di Jasper Forest, integra architettura dual core e direttamente nel die il sottosistema Input/Output oltre al controller PCI Express. Grazie a questa profonda integrazione Intel ha ottenuto una semplificazione nel design della scheda madre, oltre ad un contenimento dei consumi quantificabile in 27 Watt in meno rispetto ai processori Xeon serie 5500 destinati all'utilizzo nella stessa tipologia di sistemi.

Le cpu Jasper Forest potranno venir proposte da Intel in versioni da single a quad core, grazie al design di tipo scalabile che è stato implementato. Il consumo passerà da un valore minimo di 23 Watt sino a 85 Watt, mantenendo invariato il Socket e ovviamente inserendo in questi valori anche il consumo di controller I/O e controller PCI Express, entrambi integrati all'interno del processore.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
§l4§h15 Settembre 2009, 14:11 #1
Beh, che dire.... spero si parli del futuro di 1156.

Mi affido alle sapienti mani del buon Corsini per ulteriori commenti e report dell'evento.
DeAndreon15 Settembre 2009, 14:16 #2
Il chipset ormai non esiste proprio più ... Ormai buttano tutto dentro il procio... Controller memorie, controller video, controller pci-express... Tutto integrato... Penso che comporti benefici prestazionali contanto che è tutto all'intero del procio quindi niente più scambi tra northbridge e southbrige. Se è così che ben venga allora
davyjones15 Settembre 2009, 14:27 #3
ehm....larrabeeeeeeee????!!!!!

Dove sei finito?????

[...covoni di paglia mossi dal vento...]

ma sulle cpu di fascia medio-alta a 32 nm non si sa niente? Io vorrei attendere proprio quelli per abbandonare il 775
serassone15 Settembre 2009, 14:31 #4
Sarà veramente interessante sapere se e quando debutterà il successore di Lynnfield, ovvero la serie di processori con architettura Westmere ma a 4 core invece che 2 + grafica. Finora le roadmap parlano solo di questo Clarkdale a 2 core...
ilratman15 Settembre 2009, 14:34 #5
finalmente usciranno le versioni mobile con frequenze decenti e si spera in un dual core a 3GHz!
ThePaK15 Settembre 2009, 14:34 #6
Originariamente inviato da: davyjones
ehm....larrabeeeeeeee????!!!!!

Dove sei finito?????

[...covoni di paglia mossi dal vento...]

ma sulle cpu di fascia medio-alta a 32 nm non si sa niente? Io vorrei attendere proprio quelli per abbandonare il 775



idem... stavo aspettando i 32 nm con 4 core , quindi più o meno stesse prestazioni dei Nehalem di adesso ma minor consumi...
si sà qualcosa?

beccatevi questo video :

http://www.youtube.com/watch?v=R4Xy...player_embedded
davyjones15 Settembre 2009, 14:44 #7
Originariamente inviato da: ThePaK
idem... stavo aspettando i 32 nm con 4 core , quindi più o meno stesse prestazioni dei Nehalem di adesso ma minor consumi...
si sà qualcosa?

beccatevi questo video :

http://www.youtube.com/watch?v=R4Xy...player_embedded


Più che altro io vorrei vedere processori con frequenze di base intorno ai 3ghz, che poi col turbo mode proprio grazie al pp a 32nm possano salire in ranqillità fino a 4ghz ed oltre
Kimera O.C.15 Settembre 2009, 14:46 #8
Arrivano arrivano e sicuramente saranno sia per 1366, la prime a 45nm a 6core+HT e Xeon a 8 core e poi le 32nm anche per 1156.

http://it.wikipedia.org/wiki/Westmere
ilratman15 Settembre 2009, 15:23 #9
Originariamente inviato da: Kimera O.C.
Arrivano arrivano e sicuramente saranno sia per 1366, la prime a 45nm a 6core+HT e Xeon a 8 core e poi le 32nm anche per 1156.

http://it.wikipedia.org/wiki/Westmere


mah non sono più di tanto sicuro che passerò mai al 1366 o anche al 1156, mi sa che aspetto sandy bridge che sicuramente sarà il top visto dove lo stanno progettando!

nehalem lo ha prgettato lo staff del pentium 4, infatti consuma un botto

sandy bridge lo sta protando avanti lo staff del pentium M, core2duo!
M4rk19115 Settembre 2009, 15:24 #10
Processori per sistemi embedded, mi chiedo quando si passerà ai 32nm negli altri segmenti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^