In calo anche le vendite di workstation

In calo anche le vendite di workstation

Calo sia di volumi che di fatturato per il settore delle workstation grafiche nell'ultimo trimestre 2008; Dell e HP sempre i due principali produttori

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:56 nel canale Periferiche
HPDell
 

Jon Peddie Research (JPR) ha pubblicato i dati di mercato del settore delle workstation grafiche, con riferimento al quarto e ultimo trimestre del 2008. A dispetto della generale contrazione di mercato, c'è stata una relativa tenuta nelle vendite delle workstation che hanno registrato un segno negativo ma ben inferiore ad altri settori.

Se nel terzo trimestre 2008 sono state commercializzate circa 854.000 workstation grafiche, negli ultimi 3 mesi del 2008 le vendite hanno interessato circa 764.000 sistemi per una contrazione del 9,9%. Il controvalore del mercato è passato dai precedenti 1,831 miliardi di dollari a 1,579, con una variazione al ribasso di circa il 13,7%.

Le due aziende più importanti in questo segmento di mercato continuano a restare Dell e HP, con quote pari rispettivamente a circa 40% e 38%. HP ha registrato forti incrementi nel corso del 2008: all'attuale 38% circa del mercato dobbiamo confrontare una quota del 33,4% detenuta nel corso del primo trimestre 2008.

Tra i produttori di schede video per workstation grafiche il quadro è tutt'altro che roseo: su base annuale il quarto trimestre 2008 ha registrato una contrazione del 32,1% nel numero di schede vendute. NVIDIA detiene, con la propria linea di prodotti Quadro, una quota di mercato dell'86,3%, mentre ATI con il 12,1% ha registrato una forte crescita rispetto all'8,8% precedentemente detenuto.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Severnaya06 Marzo 2009, 10:57 #1
a parte la crisi nn è normale una flessione del mercato?
serbring06 Marzo 2009, 11:02 #2
ed il restante 2% del mercato delle schede video per workstation è detenuto da 3dlabs?
g.luca86x06 Marzo 2009, 11:03 #3
be si, ovviamente, visto che i clienti delle workstation sono proprio le aziende che in questa crisi si trovano a combattere con scarse risorse finanziare e cercano quindi di centellinare le spese, anche solo per sopravvirere in alcuni casi, perciò il rinnovo dell'hardware è la prima cosa che viene ritardata.
Paganetor06 Marzo 2009, 11:09 #4
più che all'hardware, se dovessi comprare una workstation pretenderei un servizo... una scheda video di un certo tipo, un sistema di dischi fatto come si deve, ram q.b., software adatti: tutte cose che, con un po' di volontà, ci si può assemblare da soli. Quello che manca è il tecnico che esce se hai un problema o che ti manda una macchina nuova se la tua si cuoce per qualche motivo. Perchè, in quel settore così come in tanti altri, stare fermi non significa solo non guadagnare, ma addirittura perdere denaro...
Wolfenstein06 Marzo 2009, 11:12 #5
ritardata se non addirittura non prevista nonostante hardware vecchio
MadMax of Nine06 Marzo 2009, 11:28 #6
Originariamente inviato da: Paganetor
più che all'hardware, se dovessi comprare una workstation pretenderei un servizo... una scheda video di un certo tipo, un sistema di dischi fatto come si deve, ram q.b., software adatti: tutte cose che, con un po' di volontà, ci si può assemblare da soli. Quello che manca è il tecnico che esce se hai un problema o che ti manda una macchina nuova se la tua si cuoce per qualche motivo. Perchè, in quel settore così come in tanti altri, stare fermi non significa solo non guadagnare, ma addirittura perdere denaro...


Quelle workstation di norma escono con un servizio completo sia software che hardware con interventi anche in 4 ore e collaborazini dirette con le case del software installato tipo autodesk e co. che si possono interfacciare con il produttore per la risoluzione dei problemi... con una ws assemblata ti incarti
maumau13806 Marzo 2009, 11:44 #7
Un dato interessante è l'aumento della quota di mercato detenuta da Ati, che è aumentato del 50%, questo credo soprattutto per via dei prezzi leggermente più bassi. Inoltre c'è anche da considerare che la potenza messa a disposizione dall'Hardware moderno non è molto più elevata di quella garantita da macchine di pochi anni fa, e in molti casi un aggiornamento non vale la candela.
Tutto questo IMHO, ovviamente.
filippo198006 Marzo 2009, 12:42 #8
Non pensavo fosse così bassa la quota di mercato di ATI nel settore aziendale...
Per chi ne capisce, le soluzioni Quadro della NVDIA sono così superiori rispetto alle controparti di ATI? O, invece, dipende dal fatto che i grandi produttori (DELL in testa) vendono HW con schede video NVDIA?
Comunque immagino che anche dal lato dei processori ci sia quasi il monopolio di Intel se la mia seconda ipotesi è giusta....
Mparlav06 Marzo 2009, 12:54 #9
Diciamo che fino ad un paio d'anni fa', il divario tra Quadro e Firegl (ora Firepro) era enorme a livello driver.
Adesso sono molto più vicine ma dipende molto dall'applicazione utilizzata, e chiaramente Amd applica una politica dei prezzi più aggressiva per recuperare il gap messo in evidenza dalla new.

Per farsi un'idea delle prestazioni attuali:
http://www.pcper.com/article.php?aid=672

tmx06 Marzo 2009, 15:09 #10
...e certo, sono insidiate dai NETBOOK!!! LOL XD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^