In costante crescita il mercato delle memorie DRAM

In costante crescita il mercato delle memorie DRAM

Dopo anni di notevole difficoltà il settore delle memorie DRAM registra segnali di forte ripresa, pur con una evidente concentrazione tra i 5 principali produttori

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:30 nel canale Periferiche
 

Le più recenti stime del mercato delle memorie DRAM rese pubbliche da iSuppli evidenziano interessanti margini di crescita rispetto a quanto registrato nel corso dell'ultimo trimestre 2009. L'incremento sequenziale è stato pari all'8,8%, risultato valido considerando che fa riferimento ad un periodo storicamente meno forte rispetto agli ultimi 3 mesi dell'anno.

Prendendo quale riferimento il primo trimestre del 2009 si evidenzia una forte crescita nelle vendite del settore, pari al 178,1%; questo risultato è ovviamente frutto da un lato della forte contrazione delle vendite di 1 anno fa, dall'altra della ripresa del mercato generalizzata a partire dal terzo trimestre 2009.

Samsung continua a detenere una quota di maggioranza del mercato, con un fatturato superiore a 3 miliardi di dollari USA per una quota del 32,6% del totale. A seguire Hynix, con il 21,7% del mercato e un fatturato nel periodo di poco superiore a 2 miliardi di dollari. Elpida e Micron seguono con rispettivamente il 17,2% e il 14,6% del mercato, mentre al quinto posto troviamo la taiwanese Powerchip con il 4,6% del totale seguita da Nanya con circa il 4% del totale.

Da segnalare in particolare il risultato ottenuto da Powerchip, in grado di incrementare sensibilmente la propria quota di mercato nel corso del primo trimestre dell'anno sia con riferimento al quarto trimestre 2009, sia prendendo a paragone lo stesso periodo dello scorso anno.

Il mercato delle memorie DRAM rimane estremamente interessante in questo momento: tutti i produttori hanno registrato tassi di crescita molto elevati su base annuale ma in questo momento devono essere delineate le scelte strategiche per i prossimi anni. Samsung sembra essere indirizzata verso forti investimenti in conto capitale, per far fronte ad una crescita della propria capacità produttiva. Gli altri player del mercato stanno adottando un approccio maggiormente conservativo, memori dei risultati mediocri degli ultimi anni e delle difficoltà legate a investimenti strutturali di notevole portata. E' evidente come le scelte portate avanti nei prossimi mesi permetteranno di meglio delineare lo scenario produttivo dei produttori di memorie DRAM nel corso dei prossimi 2 anni.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marchigiano21 Giugno 2010, 15:48 #1
quindi di un calo di prezzi non se ne parla
intermut8221 Giugno 2010, 16:22 #2
se la gente continuera a comprare ram con questi prezzi grazie che le case produttrici non abbaseranno più i prezzi delle loro ram....
keroro.9021 Giugno 2010, 22:16 #3
k palle ormai le vendono come oro sti cancheri..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^