Micron acquisisce Numonyx

Micron acquisisce Numonyx

Importante accordo di acquisizione: Micron annette tutte le operazioni di Numonyx, joint-venture tra STM e Intel

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:23 nel canale Periferiche
Intel
 

Micron Technology e Numonyx Holding hanno annunciato oggi di aver firmato un accordo secondo i termini del quale Micron andrà ad acquisizire di Numonyx in una transazione di tipo all-stock, nella quale Numonyx è stata valutata circa 1,27 miliardi di dollari. Numonyx è una realtà, nata da una joint-venture tra Intel Corporation, STMicroelectronics e il venture capitalist Francisco Partners, che negli ultimi anni ha lavorato con particolare attenzione allo sviluppo di memorie a cambiamento di fase.

Secondo i termini stabiliti dall'accordo, Micron emetterà 140 milioni di azioni ordinarie agli azionisti di Numonyx, Intel Corporation, STMicroelectronics e Francisco Partners. Fino a 10 milioni di azioni ordinarie in più saranno emesse proporzionalmente agli azionisti di Numonyx per estendere tra 7.00 Dollari e 9,00 Dollari il volume del prezzo medio pesato delle azioni Micron per 20 giorni, con il termine a due giorni prima della chiusura della transazione.

L'operazione rafforza ulteriormente la posizione di Micron come una delle principali compagnie di memoria al mondo, con un ampio portfolio di tecnologie inerenti a memorie DRAM, NAND e NOR e una forte competenza nello svilippo e nel supporto di soluzioni di sistemi memoria. Micron potrà inoltre vantare di una maggiore possibilità produttiva e guadagnare l'accesso alla base di clienti di Numonyx, con significative opportunità di crescita nei mercati embedded e mobile.

"L'acquisizione di Numonyx mette insieme due realtà leader nel settore delle memorie e mette Micron nella condizione di offrire le più complete e convenienti soluzioni ad una ampio bacino di utenti e mercati." ha dichiarato Steve Appleton, presidente e CEO di Micron.

Se l'acquisizione di Numonyx da parte di Micron è senza dubbio una sensata operazione di business, qualche considerazione in più merita invece la decisione di Intel ed STM di liberarsi di Numonyx. V'è da tenere presente, infatti, che Intel e Micron sono già impegnate da lungo tempo nella realtà IM Flash Technologies e per il colosso dei processori in questa maniera può continuare a disporre delle innovazioni e delle tecnologie sviluppate da Numonyx, attraverso Micron e IM Flash Technologies.

Numonyx continuerà ad operare indipendentemente da Micron fino a quando la transazione non sarà chiusa. La fornitura di prodotti, le operazioni di rerca e lo sviluppo e così come le roadmap resteranno invariate. Micronstima che l'operazione permetterà di incrementare sia il flusso di cassa, sia i profitti non-GAAP per quanto concerne l'anno fiscale 2011.

L'operazione sarà ovviamente oggetto di revisione ed analisi da parte dei garanti del mercato prima dell'approvazione.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kuarl11 Febbraio 2010, 12:43 #1
ho come l'impressione che al solito chi se lo prenderà nel buco saranno gli italiani di stm.
lowenz11 Febbraio 2010, 12:44 #2
Impressionante come in 10 anni il mercato della flash sia esploso

Chissà fino a quanto dura
Chiancheri11 Febbraio 2010, 13:52 #3
Originariamente inviato da: Kuarl
ho come l'impressione che al solito chi se lo prenderà nel buco saranno gli italiani di stm.


cosa che mi dispiacerebbe parecchio, per tutti gli amici che ho che lavorano alla stm di catania..... Uno dei pochi poli industriali del settore in sicilia...
blade972211 Febbraio 2010, 14:03 #4
Originariamente inviato da: Kuarl
ho come l'impressione che al solito chi se lo prenderà nel buco saranno gli italiani di stm.


Perché?
skadex11 Febbraio 2010, 14:30 #5
Se non altro non verranno più licenziati o cassa integrati quelli dell'impianto di Avezzano visto che Micron minacciava seriamente di farlo, ora invece pare che assumerà altri dipendenti. Certo speriamo anche che non capiti agli altri lavoratori delle stm ora di perdere il posto, è una brutta cosa questa che salvi uno e perdi l'altro
Kuarl11 Febbraio 2010, 16:11 #6
Originariamente inviato da: blade9722
Perché?


perché produrre in italia, in questo settore, costa caro. Stm campa solo perché ha degli ottimi prodotti per settori di mercato su cui ci sono margini più alti.

Questi della micron farebbero lo stesso ragionamento che ha fatto l'alcoa:
i nostri impianti consumano un fottio di energia, l'energia in italia costa tanto, ergo ci conviene più produrre da qualche altra parte, da qualsiasi altra parte. Tanto gli impianti li abbiamo già.
ColaFish212 Febbraio 2010, 00:06 #7
Scusa Kuarl ma da catanese che lavora a 5 metri dalla stm mi sento in dovere di fare una precisazione sulla tua affermazione ( almeno per quanto concerne il polo etneo) Stm campa perchè paga un ingegnere 1200 euro al mese a fronte di stipendi più che tripli al nord ( giusto per non andare lontano). Mano d'opera altamente specializzata ad una manciata di pasta. Per quanta riguarda il modulo m6 acquistato da Numonyx che io sappia dovrebbe esser convertito in uno dei più grandi impianti di produzione di celle fotovoltaiche d'Europa con una Joint venture fra colossi del settore del calibro di Toshiba
MikDic12 Febbraio 2010, 00:34 #8
x ColaFish2
E' vero che un ingegnee viene pagato 1200 alla pari di un operario (ma alla azienda costa moolti di piu perche siamo in italia...), ma è altrettanto vero che in india, cina viene pagato molto meno, quindi come gia detto sopra conviene spesso produrre da quelle arti, specie se si aggiunge costo dell'energia etc.
Quando dici delle celle fotovoltaiche dimostra che solo grazie a notevoli incentivi pubblici sono possibili produrli li......
Non sto giustificando la situazione, ma analizzando la dura realtàù
ColaFish212 Febbraio 2010, 10:27 #9
La dura realtà è la mancanza totale di una programmazione energetica nonchè infrastrutturale. E poi ci vogliono appioppare le centrali nucleari mentre tutto il mondo le dismette ( iran a parte).
blade972212 Febbraio 2010, 16:24 #10
Originariamente inviato da: Kuarl
perché produrre in italia, in questo settore, costa caro. Stm campa solo perché ha degli ottimi prodotti per settori di mercato su cui ci sono margini più alti.

Questi della micron farebbero lo stesso ragionamento che ha fatto l'alcoa:
i nostri impianti consumano un fottio di energia, l'energia in italia costa tanto, ergo ci conviene più produrre da qualche altra parte, da qualsiasi altra parte. Tanto gli impianti li abbiamo già.


Mah, tenendo conto che buona parte di Numonyx consiste proprio nel plant di produzione, derivato da una parte dello stabilimento di Agrate, non vedo il motivo per cui debbano acquistare una linea produttiva per poi farla chiudere.

Ad ogni modo, quand'anche fosse vero, non vedo come ció possa costituire un danno per gli "Italiani di STM".

Comunque STM sviluppa anche molti prodotti consumer, non solo ASIC, la sua caratteristica principale é sempre stata quella di essere eclettica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^