Micron annuncia P420m, SSD PCIe per il mondo Enterprise

Micron annuncia P420m, SSD PCIe per il mondo Enterprise

Anche Micron propone la propria soluzione SSD Enterprise con interfaccia PCIe aggiornando il listino attuale. P420m è il nome della serie, pensata per offrire prestazioni e affidabilità

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:01 nel canale Periferiche
 

Gli SSD sono sempre più presenti anche nel mondo Enterprise, motivo per cui molte aziende attive nel settore stanno allargando il proprio listino per guadagnare quote di mercato in questo particolare ambito, che è molto redditizio. Micron ha già alcuni modelli da offrire ai propri clienti in questo ambito, ma in questi giorni arriva la notizia di un importante aggiornamento.

La nuova serie prende il nome di P420m e sfrutta l'interfaccia PCI Express, ma si offre al pubblico in due formati. Uno è il classico form factor da 2,5 pollici ma comunque con interfaccia PCIe, mentre l'altra è del tipo a staffa (simile a scheda video). La versione da 2,5 pollici viene commercializzata nei tagli da 350GB e 700GB, con velocità di lettura fino a 1,8TB/s e 430.000 IOPS, mentre per la versione definita HHHL (Half-Height, Half-Length, rispetto alla concorrenza), si parla di ben 3TB/s e 750.000 IOPS.

La serie P420m sfrutta controller ASIC realizzati da Micron stessa, nonché chip NAND Flash 25nm con tecnologia MLC. Svariate le tecnologie implementate per garantire l'integrità dei dati, mentre per quanto riguarda i prezzi non sono ancora stati comunicati.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lifew@ter07 Maggio 2013, 22:02 #1

Bordin rivoluziona il mondo ssd pci-e

Va bene innovare.. ma 1.8TB/s e 3TB/s in lettura sequenziale sembrano tantini... segnalo piccolo grande errorino..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^