Pico porta in Italia le stampanti 3D e gli scanner di Makerbot

Pico porta in Italia le stampanti 3D e gli scanner di Makerbot

Il distributore italiano porta sul nostro mercato le stampanti 3D più all'avanguardia del momento. Due modelli di stampanti Makerbot e uno scanner tridimensionale a catalogo

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:28 nel canale Periferiche
MakerBot
 

Buone notizie per gli appassionati e professionisti italiani della stampa 3D: il distributore PICO, con sede a Reggio Emilia, ha comunicato di aver inserito nel proprio catalogo alcuni prodotti di MakerBot, azienda USA che realizza alcune tra le soluzioni più d'avanguardia per la stampa 3D professionale. Ciò significa che nel prossimo futuro sarà più semplice reperire i prodotti Makerbot anche nel nostro Paese.

"MakerBot è una delle aziende protagoniste della rivoluzione epocale che si è messa in moto con lo sviluppo e la crescente diffusione delle tecnologie di stampa 3D. L'introduzione nel nostro catalogo delle sue soluzioni, che va idealmente a integrarsi con la nostra offerta di applicativi che già supportano la stampa 3D, quali Adobe Photoshop CC e le soluzioni Autodesk e McNeel Rhino, sarà seguita da un folto calendario d’iniziative, con cui ci proponiamo di fornire ai nostri dealer e partner commerciali tutte le competenze necessarie per affrontare il mercato nel migliore dei modi e saper cogliere tutte le opportunità che esso offre" ha commentato Sandro Motta, product manager di PICO.

I prodotti MakerBot che entrano nel catalogo PICO sono le stampanti MakerBot Replicator 2 e MakerBot Replicator 2X (quest'ultima dotata di doppio estrusore) e lo scanner tridimensionale MakerBot Digitizer Desktop 3D, oltre ai rocchetti di filamenti ABS e PLA in vari colori. I prezzi, IVA inclusa, sono di 2379,00 Euro e 2989,00 Euro rispettivamente per MakerBot Replicator 2 e MakerBot Replicator 2X, mentre lo scanner Digitizer Desktop 3D ha un prezzo di 1098,00 Euro.

Per tutti i prodotti, grazie ad una partnership con Energy Group, PICO offre supporto pre e post vendita oltre a corsi di formazione rivolti ai venditori proprio sul mondo della stampa 3D, che si appresta a diventare una vera rivoluzione con importanti potenzialità di mercato.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor26 Marzo 2014, 15:40 #1
Le ho viste dal vivo a San Diego e sono notevoli! Soprattutto l'ultima che hanno realizzato, in grado di stampare la fibra di carbonio!
C'era là anche il proprietario di un team Nascar che era diventato il migliore amico di Mark Forged (il titolare di Makerbot)
Cappej26 Marzo 2014, 15:50 #2
immagino ci si riferisca ad un ambito professionale... poichè in quello domestico.. non saprei... cifre a parte chiaramente
Paganetor26 Marzo 2014, 15:56 #3
sì sì, questi non sono giocattoli ;-)
KatayamaUkyo26 Marzo 2014, 17:19 #4
Originariamente inviato da: Paganetor
Le ho viste dal vivo a San Diego e sono notevoli! Soprattutto l'ultima che hanno realizzato, in grado di stampare la fibra di carbonio!
C'era là anche il proprietario di un team Nascar che era diventato il migliore amico di Mark Forged (il titolare di Makerbot)


la stampa di fibra di carbonio è molto interessante,solo non ho trovato in giro informazioni se il pezzo finito può essere trattato termicamente.
anche le stampanti a metallo sono interessanti peccato che a parità di lega i prodotti creati con metodi "tradizionali" abbiano caratteristiche migliori
the fear9026 Marzo 2014, 17:26 #5
Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
la stampa di fibra di carbonio è molto interessante,solo non ho trovato in giro informazioni se il pezzo finito può essere trattato termicamente.
anche le stampanti a metallo sono interessanti peccato che a parità di lega i prodotti creati con metodi "tradizionali" abbiano caratteristiche migliori


Ma le stampanti a metallo non dovrebbero essere delle robe enormi da 100 mila euro ?
andyschleck126 Marzo 2014, 18:46 #6
c'è un pò di disinformazione.. Makerbot non stampa ne carbonio ne metallo.. stampa solo plastica (dichiara ABS o PLA) poi ognuno fa quello che vuole. Comunque il fondatore è Bre Pettis ma il proprietario è l'azienda israeliana Stratasys (leader del settore della prototipazione rapida.

Se volete avere altre news sul mondo delle stampanti 3D vi consiglio la lettura di qualche articolo su www.stampa3d-forum.it
the fear9026 Marzo 2014, 18:55 #7
Ad una prima occhiata la tecnologia sembra ancora profondamente immatura, di bassa qualità, estremamente costosa, lenta e povera di applicazioni pratiche.

Perchè dovrei comprarmi una stampante 3d, che costa un botto ed impiega 4 ore per stamparmi un soldatino di plastica di pessima durata e pessima qualità ?

Per quanto riguarda l'uso non domestico di queste tecnologie invece penso che possano nascere dei veri e propri negozi di stampa 3d (metallica soprattutto). Un anno fa ho dovuto cambiare l'ugello di una lancia a pressione, che poi sarebbe un semplice bullone con un buco in mezzo per fare uscire l'acqua, e mi è costato 80 euro, quando un prezzo giusto per un componente così semplice sarebbe al massimo di 10 euro. Questo è un esempio di come la stampa 3d potrebbe ridurre di molto i costi di manutenzione di apparecchiature meccaniche.
Paganetor26 Marzo 2014, 20:48 #8
Originariamente inviato da: andyschleck1
c'è un pò di disinformazione.. Makerbot non stampa ne carbonio ne metallo.. stampa solo plastica (dichiara ABS o PLA) poi ognuno fa quello che vuole. Comunque il fondatore è Bre Pettis ma il proprietario è l'azienda israeliana Stratasys (leader del settore della prototipazione rapida.

Se volete avere altre news sul mondo delle stampanti 3D vi consiglio la lettura di qualche articolo su www.stampa3d-forum.it


scusa, sei tu che fai confusione e disinformazione: Makerbot NON E' Stratasys.

inoltre questa è fibra di carbonio stampata con un prototipo (non so se sia già in commercio, in effetti):
http://www.youtube.com/watch?v=K7ct9DlUldo

poi se vuoi puoi spammare altri forum, ma almeno non far passare gli altri per scemi...

EDIT: Makerbot è di Stratasys, visto ora... ma la fibra di carbonio non me la sono inventata
1-1
Paganetor26 Marzo 2014, 20:57 #9
Originariamente inviato da: KatayamaUkyo
la stampa di fibra di carbonio è molto interessante,solo non ho trovato in giro informazioni se il pezzo finito può essere trattato termicamente.
anche le stampanti a metallo sono interessanti peccato che a parità di lega i prodotti creati con metodi "tradizionali" abbiano caratteristiche migliori


ciao, la sinterizzazione laser di polveri metalliche è in grado di realizzare prototipi funzionali.. in base a cosa intendi tu per funzionali! nel senso che hanno le caratteristiche tipiche del metallo, ma non credo possano resistere a sollecitazioni estreme (per quelle c'è tutto un discorso sulla metallurgia delle polveri che richiederebbe anni di ragionamenti )

per dire (sparo una stupidata a caso) se devi costruire una maniglia che può essere esposta ad alte temperature e vuoi farne un prototipo, con la plastica stampata in 3D non puoi farla, mentre con la sinterizzazione laser sì (perché sfrutti una qualità - la resistenza alle alte temperature - che non dipende da come assembli il prodotto, ma è insita nella natura del materiale stesso )

inoltre puoi usarla per vedere se la mia manona o la tua sono in grado di impugnarla agevolmente anche con su un guanto...

insomma, ci sono pro e contro, l'importante è esserne consapevoli e usare la prototipazione rapida in modo corretto e profittevole
KatayamaUkyo26 Marzo 2014, 22:40 #10
Originariamente inviato da: Paganetor
ciao, la sinterizzazione laser di polveri metalliche è in grado di realizzare prototipi funzionali.. in base a cosa intendi tu per funzionali! nel senso che hanno le caratteristiche tipiche del metallo, ma non credo possano resistere a sollecitazioni estreme (per quelle c'è tutto un discorso sulla metallurgia delle polveri che richiederebbe anni di ragionamenti )

per dire (sparo una stupidata a caso) se devi costruire una maniglia che può essere esposta ad alte temperature e vuoi farne un prototipo, con la plastica stampata in 3D non puoi farla, mentre con la sinterizzazione laser sì (perché sfrutti una qualità - la resistenza alle alte temperature - che non dipende da come assembli il prodotto, ma è insita nella natura del materiale stesso )

inoltre puoi usarla per vedere se la mia manona o la tua sono in grado di impugnarla agevolmente anche con su un guanto...

insomma, ci sono pro e contro, l'importante è esserne consapevoli e usare la prototipazione rapida in modo corretto e profittevole


per il discorso sinterizzazione perfettamente ragione,va benissimo in prototipazione e in alcuni casi anche in produzione,certo che non è economica come procedura soprattutto per parti sottoposte a stress.
per la stampa di fibre invece si fa molto interessante la cosa,potrebbero nascere prodotti laminati a basso prezzo e alta qualità (laminazione a fibre continue totalmente automatizzata)in futuro avere un utilitaria con telaio in materiale composito potrebbe essere una cosa normale.
speriamo sarebbe una bella rivoluzione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^