Polycom estende la gamma di soluzioni in telepresenza

Polycom estende la gamma di soluzioni in telepresenza

Open Telepresence Experience (OTX) 300 è la nuova soluzione destinata alle installazioni di telepresenza per aziende di medio grandi dimensioni

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:03 nel canale Periferiche
 

Le tecnologie legate alla telepresenza rappresentano, per alcune tipologie di ambienti di lavoro, strumenti indispensabili per una ottimale gestione delle risorse interne all'azienda. Molte delle attività professionali possono essere svolte anche lontano dalla sede di lavoro, ma la necessità di entrare in contatto con i propri colleghi si rivela spesso fondamentale. Gli strumenti di telepresenza operano proprio in questa direzione, permettendo una interazione quasi fisica con il proprio interlocutore che diventa tanto più credibile quanto la tecnologia adottata è avanzata.

Non solo: la telepresenza permette alle aziende di più elevate dimensioni un deciso contenimento dei costi. Molte trasferte di dipendenti verso nuove sedi possono venir facilmente sostituite da conference call in telepresenza, con un livello di interazione e realismo che è proporzionale all'investimento fatto ma che ha raggiunto livelli estremamente elevati. I costi di trasferta vengono quindi minimizzati e con questo anche i tempi morti legati alla necessità di spostarsi da un luogo all'altro.

Polycom, una delle aziende storiche nel settore della telepresenza, ha annunciato Open Telepresence Experience (OTX) 300, nuova soluzione di telepresenza immersiva destinata a installazioni in aziende di medio grande dimensioni. Alla base l'utilizzo sia di schermi video con risoluzione verticale di 1080 pixel, sia di una nuova modalità di gestione del flusso dati che dimezza, stando a quanto dichiarato dal produttore, il consumo di bandwidth rispetto a proposte analoghe sviluppate da aziende concorrenti.

OTXimages_05compr.jpg (56777 bytes)

Andy Miller, CEO di Polycom, ha commentato il debutto della nuova soluzione affermando che “la tecnologia di telepresenza di Polycom aiuta i consumatori ad affrontare al meglio le sfide legate alla collaborazione tra diverse sedi. Utilizzando la telepresenza gli utenti Polycom possono risparmiare ogni anno diversi milioni di euro migliorando la produttività e riducendo il bisogno di viaggiare. Inoltre, stimiamo che scegliendo una soluzione Polycom rispetto a quella analoga di Cisco, un’azienda di medie dimensioni possa arrivare a risparmiare fino a 1,7 milioni di euro nel primo anno di impiego”.

OTXimages_12compr.jpg (49129 bytes)

Accanto alla flessibilità nella configurazione degli ambienti destinati all'installazione del dispositivo di telepresenza, Polycom segnala l'integrazione avanzata dell'OTX 300 con le principali piattaforme di Unified Communication, seguendo in questo la strategia Open Collaboration Network sviluppata in seno all'azienda. Sin dal debutto sul mercato questa soluzione garantirà perfetta integrazione con gli ambienti di Unified Communication Microsoft, Communications Server R2 e Exchange, compresa la soluzione Polycom Conferencing per Outlook.

Polycom OTX 300 è stato presentato in anteprima all'Infocomm 2010 di Las Vegas, fiera che si è svolta la scorsa settimana. Il debutto ufficiale sul mercato è atteso nel corso del terzo trimestre 2010. Per un'analisi delle differenti proposte di telepresenza sviluppate da Polycom rimandiamo al sito web dell'azienda, a questo indirizzo.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
elevul14 Giugno 2010, 17:10 #1
Soluzione estremamente interessante, con un design quasi fantascientifico.
Comunque, come si comporta a livello di lag? Anche utilizzando la fibra ottica un'ipotetica comunicazione Roma-NY porterebbe via circa 0,023 (7000/300000) secondi. Andata e ritorno sarebbero 50ms. Questo in linea d'aria. Probabilmente sarebbe da raddoppiare includendo ritardi dei router, lunghezza non in linea d'aria e così via.
Un lag di 100ms è notabile nelle videoconferenze?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^