pureSilicon Kage K1, SSD SATA per il mondo enterprise

pureSilicon Kage K1, SSD SATA per il mondo enterprise

Nuova unità SSD per il mondo enterprise, realizzata da pureSilicon e battezzata Kage K1. Fra le caratteristiche da segnalare troviamo un alimentatore dedicato per la gestione ottimale dell'alimentazione stessa

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:54 nel canale Periferiche
 

Capita a volte di sentire nomi di aziende apparentemente sconosciute, forse perché non sono presenti con qualche apparecchio nel settore consumer. pureSilicon è una di queste, che si muove principalmente nel settore enterprise con soluzioni dedicate e mirate a specifiche esigenze.

Kage K1

Con la serie Kage K1 l'azienda mette a disposizione diverse soluzioni Solid State, fra cui una serie di chiavette USB di particolare affidabilità e una serie di SSD, di cui ci occuperemo in questa notizia. Kage K1 SATA SSD, come dice il nome, è una serie di Solid State Drive che sfrutta l'interfaccia SATA 6Gbps per connettersi al sistema cui è destinata. Mancano informazioni sul controller utilizzato, ma sappiamo che le velocità di lettura e scrittura sequenziali ammontano rispettivamente a 540MB/s e 520MB/s di picco, mentre gli IOPS ammontano a 60.000 random 4K.

A contraddistinguere la famiglia Kage K1 SATA è un particolare sistema di alimentazione dedicato. Un alimentatore proprietario, chiamato VoltStream, si accolla l'onere di monitorare e stabilizzare il carico di alimentazione dell'unità, utilizzando inoltre condensatori Solid State per la prevenzione di qualsiasi tipo di problema legato appunto all'alimentazione dei dischi.

Trattandosi di un prodotto molto raffinato e con soluzioni tecniche ricercate, il prezzo non poteva che essere da settore enterprise: si parte dai 975,00 Dollari USA per il modello da 100GB per arrivare a ben $2575,00 per il più capiente della famiglia, 400GB. Prezzi intermedi per le altre capienze disponibili, ovvero 150GB, 200GB e 300GB. Tutti i dischi, che non sono il top di gamma per pure Silicon, sfruttano chip memoria di tipo eMLC.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^