Quanta Storage dice addio ai lettori ottici

Quanta Storage dice addio ai lettori ottici

Il produttore taiwanese ha terminato la produzione di unità ottiche slim per i sistemi notebook e ha esaurito le scorte nel primo trimestre 2016. Le risorse liberate sono ora riutilizzate nella produzione di SSD

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:13 nel canale Periferiche
 

Con le pratiche di digital delivery ormai di uso comune, grazie anche alla crescita delle velocità di connessione ad internet per l'utente finale, la distribuzione di contenuti tramite supporto ottico sta via via venendo meno e ormai già da diverso tempo la gran parte dei sistemi portatili sono sprovvisti di lettori di CD-ROM o Blu-Ray.

L'ulteriore rintocco della campana per i supporti ottici arriva da Quanta Storage, divisione del produttore contrattista taiwanese Quanta Computer, che alla fine del 2015 ha terminato la produzione di unità ottiche di tipo slim destinate ai sistemi notebook e nel corso del primo trimestre del 2016 è riuscita ad esaurire tutte le scorte.

La decisione ha permesso a Quanta di liberare risorse da dedicare alla produzione di unità SSD, non solo per le realtà OEM e ODM, ma anche da commercializzare sotto il proprio brand Techman. Queste ultime, in particolare, saranno unità di tipo enterprise per l'uso in sistemi server.

Del resto la produzione di unità ottiche era ormai divenuta un'attività non più adeguatamente remunerativa, tant'è che i margini lordi di Quanta Storage sono tornati a crescere sensibilmente nel primo trimestre 2016 dopo che la società ha chiuso il business delle unità ottiche. Margini che sono destinati a crescere ulteriormente con la commercializzazione dei prodotti a proprio marchio.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FirePrince01 Agosto 2016, 10:55 #1
E anche in questo Apple fu la capostipite, anche se molti dissero che era assurdo togliere il lettore ottico. Oggi sembra assurdo metterlo. Eheh
roccia123401 Agosto 2016, 11:08 #2
Originariamente inviato da: FirePrince
E anche in questo Apple fu la capostipite, anche se molti dissero che era assurdo togliere il lettore ottico. Oggi sembra assurdo metterlo. Eheh


Figurarsi se non arrivava il "apple ci è arrivata prima"
BulletHe@d01 Agosto 2016, 11:10 #3
non interessa che ci sia arrivata prima ma il fatto che quando lo proponeva Apple i tempi non erano affatto maturi era troppo in anticipo e quella si chiama costrizione
Cfranco01 Agosto 2016, 11:46 #4
Originariamente inviato da: FirePrince
E anche in questo Apple fu la capostipite, anche se molti dissero che era assurdo togliere il lettore ottico. Oggi sembra assurdo metterlo. Eheh


A dire il vero è assurdo pure oggi non metterlo
ma si sa che per risparmiare 3 mm di design la gente è disposta a sopportare qualsiasi cosa
azi_muth01 Agosto 2016, 11:56 #5
Originariamente inviato da: Cfranco
A dire il vero è assurdo pure oggi non metterlo
ma si sa che per risparmiare 3 mm di design la gente è disposta a sopportare qualsiasi cosa


Ho lettore nel fisso ma non credo di averlo usato più di una volta in due anni.
Eress01 Agosto 2016, 11:58 #6
Un altro capitolo che si va chiudendo. Eppure secondo me pur con tutti i nuovi dispositivi di storage, il cd/dvd ha ancora il suo perché e potrebbe conservarlo anche in futuro. Ma a volte il mercato è piuttosto insulso.
FirePrince01 Agosto 2016, 12:41 #7
Uno dei peggiori metodi di storage, non manchera' a nessuno: ingombrante, rumoroso ed inaffidabile (essendo fatto di materiale organico era sensibile a luce e invecchiamento, ed era praticamente impossibile non graffiarlo, soprattutto considerato che per funzionare bene andava pulito ogni tanto).
FirePrince01 Agosto 2016, 12:42 #8
Quanto ai tempi non maturi ecc. ecc., le grandi aziende impongono i trend, non li inseguono. Sicuramente la scelta di Apple di abbandonare questo metodi di storage ha contribuito alla sua dismissione, come fu con flash sugli iPhone.
Eress01 Agosto 2016, 13:33 #9
Originariamente inviato da: FirePrince
Uno dei peggiori metodi di storage, non manchera' a nessuno: ingombrante, rumoroso ed inaffidabile (essendo fatto di materiale organico era sensibile a luce e invecchiamento, ed era praticamente impossibile non graffiarlo, soprattutto considerato che per funzionare bene andava pulito ogni tanto).

Io ne ho alcuni di 12 anni fa che vanno benissimo.
FirePrince01 Agosto 2016, 13:41 #10
Forse non li hai usati molto, e comunque 12 anni non e' un tempo lunghissimo. Poi li hai masterizzati in casa oppure erano comprati? Quelli prodotti industrialmente tendono a durare di piu' per via del diverso processo usato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^