Scarso successo per i primi televisori 3D senza occhialini

Scarso successo per i primi televisori 3D senza occhialini

In vendita nel mercato giapponese da alcuni mesi, i primi televisori 3D senza occhialini hanno riscosso uno scarso risultato commerciale complice la diagonale ridotta e il costo elevato

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:35 nel canale Periferiche
 

I televisori con supporto 3D sono stati uno dei principali argomenti di discussione nel settore dell'elettronica di consumo, soprattutto con riferimento alla stagione di vendite natalizia. A dispetto dell'innovazione tecnologica introdotta questi modelli hanno faticato a diffondersi in volumi elevati complice la necessità di dipendere da occhialini per poter generare correttamente l'effetto tridimensionale.

Verso la fine dello scorso anno Toshiba ha mostrato e commercializzato i primi televisori dotati di supporto 3D senza occhialini. Si tratta di due modelli con schermi di ridotte dimensioni, pari risprttivamente a 20 e 12 pollici, proposti a cifre molto elevate se confrontate a quelle di schermi tradizionali di pari diagonale.

Toshiba ha comunicato che le vendite di questi due nuovi modelli sono state inferiori alle iniziali aspettative. Nel corso della stagione natalizia solo 500 schermi da 20 pollici sono stati acquistati dai consumatori, cifra pari alla metà di quanto Toshiba aveva inizialmente previsto. Per i modelli da 12 pollici il responso da parte dei consumatori giapponesi, da sempre molto attenti alle ultime novità tecnologiche, è stato addirittura inferiore.

A prescindere dalle ovvie considerazioni sull'elevato costo di una tecnologia ancora agli albori, come quella della stereoscopia 3D senza occhialini, la considerazione che può essere fatta alla luce di questi ridotti risultati di vendita è che i consumatori non sembrano essere ancora così attratti dalle trasmissioni 3D come ci si potrebbe aspettare.

Del resto mancano palinsesti 3D sufficientemente ampi in un po' tutte le regioni, con le prime trasmissioni che iniziano ad essere programmate con una certa cadenza ma con un'offerta complessiva che non è ancora tale da poter catturare l'attenzione delle masse. I supporti Blu-Ray 3D stanno conoscendo una buona diffusione ma non sino al punto di toccare una massa critica che sia significativa.

Deve far riflettere il ridotto successo dei primi schermi 3D senza occhialini: a nostro avviso il vero limite di questa tecnologia è dato dalla diagonale massima degli schermi utilizzati che è ancora troppo contenuta per poter catturare l'attenzione del'ampio pubblico domestico, unendo a questo anche la necessità di avere costi d'acquisto ben più contenuti dei 3.500 dollari richiesti per la soluzione da 20 pollici.

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
[>>VK<<]07 Febbraio 2011, 09:39 #1
in italia prima di pensare al 3D pensino a trasmettere tutte le trasmissioni il 16:9 e in HD (nota ho detto HD nn FullHD, visto che so che il FullHD per tutte le trasmissioni è pura utopia), poi vediamo per il 3D....
iorfader07 Febbraio 2011, 09:50 #2
Originariamente inviato da: [>
in italia prima di pensare al 3D pensino a trasmettere tutte le trasmissioni il 16:9 e in HD (nota ho detto HD nn FullHD, visto che so che il FullHD per tutte le trasmissioni è pura utopia), poi vediamo per il 3D....


anche la mediaset è ancora molto indietro.... sono tutti indietro...l'unica azienda seria in italia e che sta al passo coi tempi è fastweb che ha messo addirittura la 100mb a 4 soldi dove c'è la fibra...una spettacolo... peccato che qui non ci sia
MaxArt07 Febbraio 2011, 09:55 #3
È normale che non abbiano riscosso successo: a parte il costo elevato di produzione, i display autostereoscopici sono adatti per la visione di una sola persona, perché basta spostarsi di poco dall'asse per perdere l'effetto tridimensionale.
E poi il 3D lo godi quando sei sul divano a goderti un bel film, e non mi pare adatto uno schermo da 20" o peggio ancora da 12" per una cosa del genere.
iorfader07 Febbraio 2011, 10:00 #4
Originariamente inviato da: MaxArt
È normale che non abbiano riscosso successo: a parte il costo elevato di produzione, i display autostereoscopici sono adatti per la visione di una sola persona, perché basta spostarsi di poco dall'asse per perdere l'effetto tridimensionale.
E poi il 3D lo godi quando sei sul divano a goderti un bel film, e non mi pare adatto uno schermo da 20" o peggio ancora da 12" per una cosa del genere.


io aggiungerei che alla fine i film 3d sono veramente una porcheria immonda. di veramente 3d quando si va al cinema, è quel robottino iniziale che presenta la tecnologia 3d che esce proprio dallo schermo, questo è 3d, non quella merda che continuano a rifilarci. con me hanno chiuso finchè non iniziano a fare il vero 3d. pagliacci
lucky8507 Febbraio 2011, 10:14 #5
Originariamente inviato da: iorfader
io aggiungerei che alla fine i film 3d sono veramente una porcheria immonda. di veramente 3d quando si va al cinema, è quel robottino iniziale che presenta la tecnologia 3d che esce proprio dallo schermo, questo è 3d, non quella merda che continuano a rifilarci. con me hanno chiuso finchè non iniziano a fare il vero 3d. pagliacci


quoto!
II ARROWS07 Febbraio 2011, 10:42 #6
Non avete neanche idea di quello che state parlando...


CErto che produrre 20" e sperare di vendere...
iorfader07 Febbraio 2011, 10:46 #7
Originariamente inviato da: II ARROWS
Non avete neanche idea di quello che state parlando...


CErto che produrre 20" e sperare di vendere...


in che senso?
II ARROWS07 Febbraio 2011, 11:04 #8
Nel senso che non hai idea di cosa sia la stereoscopia.
iorfader07 Febbraio 2011, 11:11 #9
Originariamente inviato da: II ARROWS
Nel senso che non hai idea di cosa sia la stereoscopia.


lo sappiamo tutti (credo) qui dentro che la stereoscopia vuol dire rendere immagini o video in 3d...ma appunto non è quello che fanno al cinema, al cinema applicano semplicemente la profondità e basta... come se questo mi cambi qualcosa a me...se mi devo far venire il mal di testa quando vado al cinema per quegli occhialini del caiser, pretendo di vedere tutto il film che mi arriva in faccia
tossy07 Febbraio 2011, 11:12 #10
Originariamente inviato da: MaxArt
È normale che non abbiano riscosso successo: a parte il costo elevato di produzione, i display autostereoscopici sono adatti per la visione di una sola persona, perché basta spostarsi di poco dall'asse per perdere l'effetto tridimensionale.
E poi il 3D lo godi quando sei sul divano a goderti un bel film, e non mi pare adatto uno schermo da 20" o peggio ancora da 12" per una cosa del genere.


Quoto

E continuo a pensare che avranno sempre problemi.
Immaginatevi un 50 pollici in sala, dove x vedere un film in 3D devi stare perfettamente verticale (con l'asse degli occhi orizzontale) e allineato alla matrice delle lenti dello schermo, con pochissimo errore di margine (magari tipo 20 cm a destra e 20 cm a sinistra rispetto l'allineamento ideale). Lo stesso le altre persone di fianco a te, tutte centrate il più possibile, sedute precise e che si muovono poco per lo stesso motivo ... poi mi venite a dire che gli occhialini che pesano 100gr sono un problema?
C'è gente che li porta tutta la vita x problemi di vista, oppure appena esce il sole è il primo a mettre gli occhiali da sole che fà anche figo, senza nessun problma.
Per me tenere gli occhiali 3D su x 2 ore x vedere un film non è un fastidio, certo è un ostrizione in più ma non muoio mica.

E parlo da possessore del Kit nVidia con cui gioco e vedo film in 3D senza 1000 menate.
Adesso poi anche Sky ha un canale di film dedicato al 3D e anche per il calcio (che non guardo perchè non mi piace) dovrebbero avere almeno un canale in 3D, almeno così dice la pubblicità .... a si anche un canale porn.... è in 3D

Ciauzz

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^