Seagate vs Convolve sui sistemi antinoise degli hard disk

Seagate vs Convolve sui sistemi antinoise degli hard disk

Importante novità nell'azione legale che vede contraposte Convolve e Seagate: un ex dipendente confermerebbe le accuse avanzate da Convolve

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:50 nel canale Periferiche
Seagate
 

Un nuovo scandalo sembra interessare il mondo degli hard disk: un ex dipendente Seagate avrebbe infatti ufficialmente dichiarato davanti ad una corte che la propria ex datrice di lavoro avrebbe utilizzato tecnologie sviluppate da Convolve all'interno di proprie soluzioni, distruggendone in seguito le prove.

Convolve e Seagate sono da ormai quasi dieci anni su posizioni contrapposte in un'azione legale, che le vede schierate contro proprio con riferimento all'utilizzo da parte di Seagate di tecnologie di riduzione del rumore all'interno di propri hard disk.

Paul A. Galloway, questo il nome dell'ex dipendente Seagate impiegato come servo engineer sino al mese di Luglio 2009, avrebbe confermato come tecnologie sviluppate da Convolve sarebbero state utilizzate da Seagate all'interno di proprie soluzioni con la finalità di ridurre il rumore delle meccaniche.

Stando alla dichiarazione di Galloway, i tecnici Seagate avrebbero iniziato a lavorare ad una propria tecnologia di riduzione del rumore degli hard disk solo nel momento in cui sarebbe stata internamente mostrata la tecnologia sviluppata da Convolve. Questa era protetta da un NDA, Non Disclosure Agreement, dei quali i tecnici Seagate tra i quali lo stesso Galloway non erano stati messi a conoscenza.

Le tecnologie sviluppate da Galloway sono state di conseguenza ampiamente discusse internamente all'azienda da parte dei propri tecnici, nel corso di riunioni interne per elaborare una propria tecnologia di riduzione del rumore. La presenza di un NDA avrebbe dovuto impedire di utilizzare quale base anche solo di discussione ed analisi i dettagli della tecnologia proprietaria di Galloway per lo sviluppo di una soluzione proprietaria di Seagate.

L'azione legale intrapresa da Convolve assieme all'MIT, Massachusetts Institute of Technology, risale al 2000, anno nel quale le due hanno denunciato Seagate e Compaq richiedendo un risarcimento danni di 800 milioni di dollari. L'MIT ha sviluppato al proprio interno una tecnologia per la riduzione del rumore di funzionamento degli hard disk senza ripercussioni sulle prestazioni velocistiche, mentre Convolve si è impegnata a proporre e vendere queste tecnologie sul mercato.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LoganTom30 Dicembre 2009, 10:58 #1
mmmmm... con quest'ultima notizia ho la netta impressione che nel mondo IT ci sia un losco giro di tecnologie, pratiche scorrette, codice ecc... cioè si parte da intel e le sue cause, nokia vs apple , apple vs psystar, MIT e Convolve vs Seagate...mmmmm... peccato che anche seagate si sia macchiata perchè comunque faceva dei buoni prodotti (anche se adoro gli HD della western digital )
Blackcat7330 Dicembre 2009, 11:05 #2
La presenza di un NDA avrebbe dovuto impedire di utilizzare quale base anche solo di discussione ed analisi i dettagli della tecnologia proprietaria di Galloway per lo sviluppo di una soluzione proprietaria di Seagate.

Ma la tecnologia non dovrebbe essere di Convolve? Galloway è il dipendende... o sono io che nonostante siano le 11 sto ancora dormendo?
Obelix-it30 Dicembre 2009, 11:09 #3
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
impiegato come servo engineer

di grazia, cosa sarebbe un "servo engineer"
piani30 Dicembre 2009, 11:13 #4

OT

E' una curiosità non una critica, ma perchè prima di MIT mettete all' e non al, anche due righi dopo cìè scritto L'MIT e non Il MIT.
Grazie a tutti!!
OutOfBounds30 Dicembre 2009, 11:16 #5
Originariamente inviato da: Obelix-it
di grazia, cosa sarebbe un "servo engineer"


Me lo sono chiesto anche io Saranno i nuovi schiavi...
knymed30 Dicembre 2009, 11:20 #6
servo è lo stesso suffisso di servo-sterzo. nel caso di servo-engineer è quella posizione lavorativa che studia i movimenti assistiti da motori
Tommino8430 Dicembre 2009, 11:28 #7
Originariamente inviato da: piani
E' una curiosità non una critica, ma perchè prima di MIT mettete all' e non al, anche due righi dopo cìè scritto L'MIT e non Il MIT.
Grazie a tutti!!


perchè la pronuncia è EMM AI TI
quindi su questa base l'apostrofo prima della lettera ci sta tutta
se invece si parlava per esteso di Massachusetts Institute of Technology allora cambiava l'articolo
piani30 Dicembre 2009, 11:30 #8
Originariamente inviato da: Tommino84
perchè la pronuncia è EMM AI TI
quindi su questa base l'apostrofo prima della lettera ci sta tutta
se invece si parlava per esteso di Massachusetts Institute of Technology allora cambiava l'articolo


Grazie 1000!
Gold30 Dicembre 2009, 12:04 #9
Originariamente inviato da: Obelix-it
di grazia, cosa sarebbe un "servo engineer"


Ingegnere con contratto a progetto
lucusta30 Dicembre 2009, 12:06 #10
nelle grandi industrie solo parte della ricerca viene condotta internamente nei laboratori;
per chi ha soldi e potere e' piu' facile appropriarsi delle scoperte degli altri, piuttosto che ripensare da capo ad una soluzione simile, ma concettualmente diversa per non incorrere nei limiti di brevetto.
poi, tanto, ci sono gli avvocati, e chi ha piu' soldi ha la possibilita' di pagare cause decennali.
succede in tutti i settori.

ora, dopo questa dichiarazione, credi che si arrivi alla fine del processo con una sentenza?
per Convolve e Seagate, aziende commerciali dedite al profitto, e' piu' conveniente finire qui la causa con un accordo extraprocessuale, piutosto che perdere altro tempo e denaro nel prolungamento della causa, perche' un risarcimento dettato da un giudice (o giuria) potrebbe essere molto inferiore a quello chiesto dalla Convolve, e comunque Seagate potrebbe ricorrere in appello, e andare avantii per altri anni ancora; ormai la tecnologia e' vecchia, e poco sfruttabile commercialmente, per tutte e due le compagnie, quindi si chiude senza altri risentimenti.
questa e' la dimostrazione del sistema in uso: chi ha potere economico si puo' permettere qualsiasi bassezza, anche se ha torto, in quanto ha la possibilita' di, eventualmente, pagare.
c'e' da dire che il risarcimento di Convolve dovrebbe essere bilionario, se riesce a dimostrare che il successo aziendale di Seagate in questi anni e' dovuto, anche in parte, al furto della loro tecnologia; ma e' tutto da dimostrare...

anni adietro una enorme multinazionale farmaceutica, per un brevetto carpito ad una piccolla compagnia e' stata costretta a cedere il 51% del proprio pacchetto a quest'ultima, concedendone il controllo totale, in una "fusione" extragiudiziale, ma questi sono casi piu' unici che rari...

forse domani compreremmo Convelve-MIT Seagate-Maxtor...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^