Wireless USB: standard diffuso entro breve?

Wireless USB: standard diffuso entro breve?

L'IDF in corso a Pechino ha permesso all' USB Implementers Forum di fare il punto sulla situazione Wireless USB

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:01 nel canale Periferiche
 

IDF

Se ne parla da tempo, ma la tecnologia che dovrebbe coniugare la diffusione dell'interfaccia USB con la praticità del collegamento senza fili sembra destinata a subire continui ritardi. Dal lontano Oriente però, e più precisamente dall'Intel Developer Forum, giunge un aggiornamento sulla situazione, riportato da Digitimes. Sono stati superati tutti gli scogli burocratici di certificazione e compatibilità relativi alla tecnologia Wireless USB, fatto che dovrebbe spianare la strada alla concretizzazione del progetto.

A rafforzare questa convinzione troviamo la presentazione di 4 chip pronti per la commercializzazione, che permetteranno di realizzare apparecchiature e sistemi Wireless USB a partire dal mese di maggio. Due di questi chip saranno quelli destinati ad essere ospitati nei PC: Intel Wireless Link 1480 RTUMC480AAC (modello SL9N3)ed il NEC uPD720170. Da integrare sulle periferiche esterne invece saranno i chip Alereon AL4000 e NEC uPD720180.

Mostrate in occasione dell'IDF alcuni prototipi di macchine fotografiche digitali Samsung e Kodak, anche se il campo di utilizzo potenziale non rimarrà confinato di certo nella sola fotografia digitale. Ricordiamo che la bandwidth teorica dichiarata per lo standard Wireless USB ammonta a 480Mbps entro il raggio di 3 metri e a 110Mbps portando il raggio d'azione a 10 metri.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fx17 Aprile 2007, 15:27 #1
toglietemi anche i cavi di alimentazione, vi prego =)
Praetorian17 Aprile 2007, 15:28 #2
beh....una bella tecnologia senza dubbio
faber8017 Aprile 2007, 15:37 #3
molto interessante, inoltre mantiene (sulla carta) la velocità via cavo; possiamo definirlo un bluetooth potenziato.....

2 dubbi:
- se ho più periferiche usb wireless, devo avere anche più riceventi, o se la può gestire la stessa ricevente?
- se ho più riceventi posso spingere il trasferimento dati sfruttandole contemporaneamente ?

sarebbe interessante....
Gemini7717 Aprile 2007, 15:39 #4
Originariamente inviato da: Fx
toglietemi anche i cavi di alimentazione, vi prego =)


piano piano si arriverà anche a quello

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1764604
http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1844849&r=PI

faber8017 Aprile 2007, 15:49 #5
Commento # 4 di: Gemini77

W powercast !!
XSonic17 Aprile 2007, 16:13 #6
Io spero solo che faranno driver e software in modo da gestire decentemente questa tecnologia. Il WiFi ed il BT (questo un po' meno) non sono sempre facili da configurare e da capire per chi non passa qualche ora al giorno per aggiornarsi sul mondo del computer.

La miglior cosa sarebbe mettere un pulsantino sui dispositivi che trasmettono/ricevono per poterli "attaccare" fra di loro, esattamente come succede con i mouse e tastiera wireless
Chilea17 Aprile 2007, 16:19 #7
Forse saro' l'unico ma io da tempo sostengo che l'USB 2.0 non è poi così stabile (problemi di alinetazione in presenza di più periferiche).
Se poi ci mettiamo pure il wireless........
Sarà! A me sembra una eccellente cosa in teoria ... forse molto meno in pratica.
Vedremo.
gwwmas17 Aprile 2007, 16:21 #8
Speriamo bene.
E' da un po' che aspetto questa tecnologia per poter eliminare il printserver wireless che non supporta appieno tutte le funzionalità della stampante.

Ciauz
hibone17 Aprile 2007, 16:32 #9
non si fa prima a dormire in un microonde?
Chilea17 Aprile 2007, 16:34 #10
E poi, non tutto mi è chiaro:

Se l'usb ha una "portata" di 480 mbps ed il wireless di soli 54/125 mb teorici (molto meno in pratica) la tecnologia non è basata su un evidente "collo di bottiglia"?

Dov'è che sto sbaglaindo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^