200MB di dati su DNA, nuova impresa dei ricecatori Microsoft e dell'Università di Washington

200MB di dati su DNA, nuova impresa dei ricecatori Microsoft e dell'Università di Washington

Lo stoccaggio di dati su DNA potrebbe rappresentare il futuro dello storage. I ricercatori Microsoft, collaborando con i ricercatori dell'Università di Washington riescono ad ottenere un risultato senza precedenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:31 nel canale Scienza e tecnologia
Microsoft
 

Nuovo record per la registrazione di informazioni su DNA: un gruppo composto da ricercatori provenienti da Microsoft e dall'Università di Washington è riuscito a registrare 200MB di dati su un filamento di DNA che occupa uno spazio fisico inferiore a quello della punta di una matita.

I ricercatori convertono i dati dal codice binario alle "lettere" che rappresentano i quattro nucleotidi di base che formano un filamento di DNA. Una volta determinati i nucleotidi relativi a ciascun frammento di informazione, si procede alla composizione delle molecole tramite Twist Bioscience, una startup che realizza e utilizza DNA sintetico per la conservazione di informazioni digitali.

Tramite la tecnica della PCR (Polymerase Chain Reaction) è possibile, partendo dai nucleotidi precedentemente determinati, ricostruire il filamento a doppia elica completo e successivamente eseguire le opportune operazioni di correzione d'errore.

La domanda per lo storage sta crescendo in maniera esponenziale, e la capacità degli attuali mezzi di stoccaggio delle informazioni non riesce a crescere con lo stesso ritmo. Diventa quindi difficile per molte realtà riuscire a conservare grosse moli di dati in assenza di una tecnologia o un approccio che cambi radicalmente le carte in tavola.

Luis Henrique Ceze, professore associato dell'Università di Washington che si occupa del progetto, spiega per quale motivo il DNA potrebbe rappresentare una strada di sviluppo interessante: "Il DNA è una molecola fantastica per la conservazione delle informazioni che codifica i dati necessari alla vita di un sistema vivente. Stiamo riproponendo questa capacità per registrare informazioni digitali, foto, video e documenti".

I ricercatori sono riusciti a registrare una serie di opere d'arte, la la Dichiarazione Universale dei Dirittu Umani in oltre 100 lingue, i primi 100 libri di Project Gutenberg e un seed database di Crop Trust, oltre al video Rube Goldberg Machine di OK Go. Karin Strauss, ricercatrice Microsoft che ha lavorato al progetto commenta: "Il video di OK Go è divertente e usano cose differenti da differenti aree del loro campo, e ci sembra di aver fatto qualcosa di molto simile".

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7711 Luglio 2016, 13:07 #1
Premesso che tutto ciò è una figata pazzesca, non solo per il valore scientifico in sè ma anche per aspetti pratici legati alla durata delle informazioni salvate nel tempo ed alla garanzia di un suporto "eterno" (nel senso che non è legato a nessuna specifica tecnologia destinata a divnetare obsoleta come potrebbe essere un CD)..

Ma non ho capito bene come funziona nel pratico la modalità di scrittua e soprattutto lettura dei dati.. perchè come detto nella news mi pare altro che macchinosa..
beppe9011 Luglio 2016, 13:13 #2
FANTASTICO!!! Percio' passeremo dagli HD a stato solido a quelli a stato LIQUIDO!!!!!!!
Rubberick11 Luglio 2016, 13:24 #3
Mah non vedo perchè non usare i cristalli, il dna mi sembra un pò deperibile..
matrix201511 Luglio 2016, 13:28 #4
Rubberick
hai visto giusto, ma questo pianeta ci arrivera' tra circa 80 anni ad usare i cristalli per memorizzare ed amplificare l'energia.
Li devono trovare in giro per il Sistema Solare e saranno la ricchezza di corporate minerarie del 22° secolo
marchigiano11 Luglio 2016, 14:37 #5
demon7711 Luglio 2016, 16:06 #6
Originariamente inviato da: marchigiano


herger12 Luglio 2016, 11:17 #7

...Il DNA NON è deperibile...

Rubberick e Matrix2015, il DNA non è deperibile: tratti di filamento di DNA delle prime forme di vita su questo pianeta (3.5 GAnni fa) sono ancora leggibili.
La questione dei cristalli mi sembra una emerita minchiata, giusto perché li usava Kal-El nella sua astronave, non è detto che sia una buona idea....
Lo storage organico-sintetico è sicuramente il futuro: il fatto che la Natura stessa lo abbia scelto come modalità di storage e trasmissione dati, leva ogni possibile dubbio a riguardo......
ilario327 Luglio 2016, 12:43 #8
Originariamente inviato da: herger
Rubberick e Matrix2015, il DNA non è deperibile: tratti di filamento di DNA delle prime forme di vita su questo pianeta (3.5 GAnni fa) sono ancora leggibili.
La questione dei cristalli mi sembra una emerita minchiata, giusto perché li usava Kal-El nella sua astronave, non è detto che sia una buona idea....
Lo storage organico-sintetico è sicuramente il futuro: il fatto che la Natura stessa lo abbia scelto come modalità di storage e trasmissione dati, leva ogni possibile dubbio a riguardo......


E anche qui si apre un altro tema, siamo sicuri che sia stata la natura stessa a fornirci di uno strumento cosi potente? O che non sia già la creazione di qualcun'altro che non debba essere necessariamente un Dio
biometallo27 Luglio 2016, 12:52 #9
Originariamente inviato da: ilario3
che non sia già la creazione di qualcun'altro che non debba essere necessariamente un Dio

E questo essere superiore a sua volta chi l'avrebbe creato Dio o un l'essere superiore che ha creato l'essere superiore che ha creato la vita sulla terra?

E così via fino all'infinito ed oltre
ilario327 Luglio 2016, 13:18 #10
Originariamente inviato da: biometallo
E questo essere superiore a sua volta chi l'avrebbe creato Dio o un l'essere superiore che ha creato l'essere superiore che ha creato la vita sulla terra?

E così via fino all'infinito ed oltre


Tutto parti' da una molecola gassosa che divenne ermafordita che poi con il divenire si separò in altre 2 molecole distinguendo le 2 cellule

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^