24.000 tecnici di ascensori faranno manutenzione grazie a Hololens

24.000 tecnici di ascensori faranno manutenzione grazie a Hololens

Microsoft e thyssenkrupp ufficializzano un importante accordo grazie al quale i tecnici degli ascensori del gruppo tedesco sfrutteranno Microsoft Hololens per la manutenzione e la ricerca di guasti degli impianti

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:04 nel canale Scienza e tecnologia
HoloLensWindowsMicrosoftVirtual realityrealtà aumentata
 

Quello della realtà aumentata è un tema di particolare interesse per Microsoft: l'azienda ha incentrato i propri sforzi a riguardo nel progetto Hololens ma sino ad ora sono mancate implementazioni di business su larga scala che prevedessero l'utilizzo di questa soluzione su larga scala.

Il primo passaggio in questa direzione è però avvenuto, grazie all'importante accordo sottoscritto con il gruppo tedesco thyssenkrupp. L'azienda è impegnata, tra i vari servizi, nello sviluppo e nella manutenzione degli ascensori a livello mondiale, mercato che vede una base installata di circa 12 milioni di impianti che trasportano ogni giorno oltre 1 miliardo di persone.

hololens_01.jpg

Saranno circa 24.000 i tecnici thyssenkrupp che avranno a disposizione anche Hololens quale strumento di lavoro a loro disposizione per l'attività giornaliera di ispezione e riparazione di impianti ascensore. In particolare l'utilizzo di Hololens permetterà di visualizzare e identificare eventuali problemi prima di intervenire fisicamente sull'impianto, potendo eseguire videochiamate via Skype ad un collega in remoto mantenendo le mani libere. Non solo: i due partecipanti alla call potranno condividere tra di loro istruzioni di tipo olografico, utili pe risolvere in tempi più brevi i problemi evidenziati e chiudere nei tempi prestabiliti l'intervento di manutenzione.

Il sistema si poggia su MAX, il software di servizio sviluppato internamente da thyssenkrupp grazie proprio alla collaborazione con Microsoft. MAX è basato su un approccio, ovviamente di tipo cloud, incentrato sulla piattaforma Microsoft Azure: i dati di funzionamento degli impianti ascensore vengono costantemente monitorati così da evidenziare immediatamente l'insorgenza di eventuali malfunzionamenti. L'integrazione con Hololens permette al tecnico manutentore di intervenire in tempi più rapidi, con il termine delle operazioni che giunge sino a 4 volte prima che in precedenza secondo i dati divulgati da Microsoft.

Quello con thyssenkrupp è il primo accordo che vede l'utilizzo di Hololens su larga scala in un'attività di business. Al pari di quanto si verifica con i visori per la realtà virtuale anche il contesto della realtà aumentata viene più frequentemente associato al mondo del gaming e dell'intrattenimento ma è implementato nelle attività di business che può trovare maggiore spazio di diffusione portando positive ricadute su alcune attività svolte ogni giorno.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nautilu$19 Settembre 2016, 10:54 #1
e cosa si potrebbe fare di più/più velocemente, rispetto ad usare un semplice cavetto usb collegato ad un pc portatile e usare lo stesso programma ad hoc per controllare i dati sulla centralina dell'ascensore?

...ah! ecco! muovere l'indice in aria come nel filmato, per non consumare il tasto ENTER !

....io dico che sono finite le idee, e l' "imposizione" di usare oggetti simili per lavori fattibili in modo molto più semplice e lineare, rende bene l'idea di come si stia c@cando sempre più fuori dal vasetto!
Mparlav19 Settembre 2016, 11:56 #2
Ci sono 2 tipi di vantaggi: entrambe le mani libere, che fa' la differenza non tanto quando si opera sul quadro all'ultimo piano, quanto sul tetto di cabina.
Ci sono delle prove che si effettuano con la cabina a velocità manutenzione e lo spazio è angusto.

Ed un operatore in loco "meno specializzato" rispetto a quello che può trovarsi in sede centrale.

Naturalmente quest'ultima operazione può essere compiuta come già si fa' oggi: inquadri con lo smartphone il "problema" sul posto, mandi la foto all'altro tecnico e ti fai dare l'aiuto.
Che è comunque molto scomodo in certe situazioni.

Mi preoccupa più il fatto che, operando all'interno del vano corsa spesso in c.a. la qualità del segnale 3G/4G sia spesso e volentieri, molto scarsa.
Quelle volte che tocca andare "in fossa", ai piani interrati, sebbene per interventi più "meccanici", la situazione è anche peggiore.
tutmosi319 Settembre 2016, 14:14 #3
Tyssen maledetti, Torino non dimentica.
Io non dimentico.

Giuseppe, sei sempre con noi.
emiliano8419 Settembre 2016, 16:22 #4
Originariamente inviato da: Mparlav
Ci sono 2 tipi di vantaggi: entrambe le mani libere, che fa' la differenza non tanto quando si opera sul quadro all'ultimo piano, quanto sul tetto di cabina.
Ci sono delle prove che si effettuano con la cabina a velocità manutenzione e lo spazio è angusto.

Ed un operatore in loco "meno specializzato" rispetto a quello che può trovarsi in sede centrale.

Naturalmente quest'ultima operazione può essere compiuta come già si fa' oggi: inquadri con lo smartphone il "problema" sul posto, mandi la foto all'altro tecnico e ti fai dare l'aiuto.
Che è comunque molto scomodo in certe situazioni.

Mi preoccupa più il fatto che, operando all'interno del vano corsa spesso in c.a. la qualità del segnale 3G/4G sia spesso e volentieri, molto scarsa.
Quelle volte che tocca andare "in fossa", ai piani interrati, sebbene per interventi più "meccanici", la situazione è anche peggiore.


senza dimenticare il fatto che non devi andare su e giu' a vedere su un eventuale portatile/tablet, su uno smartphone il display e' piccolo... vedi direttamente il virtuale sovrapposto al reale. infine non devi manco usare le mani per forza, qualcuno da remoto puo' "girare le pagine per te" (il tutto mentre sei in posizioni scomode e spazi ristretti) ... il tutto premesso che ci si wifi/3g, altrimenti devi fare devi acocntentarti dei dati contenuti nell'app che hai prima installato sull'hololens
Mparlav19 Settembre 2016, 16:43 #5
Originariamente inviato da: emiliano84
senza dimenticare il fatto che non devi andare su e giu' a vedere su un eventuale portatile/tablet, su uno smartphone il display e' piccolo... vedi direttamente il virtuale sovrapposto al reale. infine non devi manco usare le mani per forza, qualcuno da remoto puo' "girare le pagine per te" (il tutto mentre sei in posizioni scomode e spazi ristretti) ... il tutto premesso che ci si wifi/3g, altrimenti devi fare devi acocntentarti dei dati contenuti nell'app che hai prima installato sull'hololens


I dati memorizzati potrebbero essere sufficienti la stragrande maggioranza delle volte (nel video si vede un morsetto staccato, diciamo che NON è un caso per cui accenderesti l'Hololens :

L'operazione "guidata" in realtà aumentata da un tecnico in sede centrale al quello in loco rende più spedite certe operazioni.
Il "vedere" il problema riduce il tempo da perdere nel dare le spiegazioni a voce al cellulare

L'Hololens non è affatto una cattiva idea, imho.
Qui si parla di ascensori che sono installazioni relativamente semplici (con le dovute eccezioni, nei grattacieli il sistema è piuttosto sofisticato), ma i campi d'impiego sono molto più vasti.
Pensiamo all'avionica.
emiliano8419 Settembre 2016, 17:02 #6
Originariamente inviato da: Mparlav
I dati memorizzati potrebbero essere sufficienti la stragrande maggioranza delle volte (nel video si vede un morsetto staccato, diciamo che NON è un caso per cui accenderesti l'Hololens :

L'operazione "guidata" in realtà aumentata da un tecnico in sede centrale al quello in loco rende più spedite certe operazioni.
Il "vedere" il problema riduce il tempo da perdere nel dare le spiegazioni a voce al cellulare

L'Hololens non è affatto una cattiva idea, imho.
Qui si parla di ascensori che sono installazioni relativamente semplici (con le dovute eccezioni, nei grattacieli il sistema è piuttosto sofisticato), ma i campi d'impiego sono molto più vasti.
Pensiamo all'avionica.


certo i campi sono davvero tanti: elettrici, idraulici, medicina (piu' a scopo di studio, non vorrei mettermi in mano al primo che passa con un'operazione fai da te )... sicuramente quello che molti non capiscono gli HoloLens non sono pensati principalmente per giocare in casa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^