Alphabet, in vendita Boston Dynamics: robot poco proficui nei prossimi anni

Alphabet, in vendita Boston Dynamics: robot poco proficui nei prossimi anni

Stando ad informazioni non ancora ufficializzate Alphabet potrebbe vendere Boston Dynamics ad Amazon o Toyota. Pare che, secondo i dirigenti della società, i robot non siano un buon investimento per i prossimi anni

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:01 nel canale Scienza e tecnologia
AlphabetGoogle
 

Durante il 2013 Alphabet, allora nota come Google, acquistava la società Boston Dynamics che si occupava principalmente della progettazione e produzione di robot caratterizzati da un ottimo equilibrio e dalla possibilità di eseguire operazioni fino a pochi anni fa impensabili. Stando a quanto riporta Bloomberg News, però, Alphabet starebbe pensando di cedere la specifica divisione: fra i possibili acquirenti vengono citati i nomi di Amazon e Toyota.

Si tratterebbe di un parziale abbandono, forse temporaneo, da parte di Google nell'ambito della robotica, ambito particolarmente caro ad uno degli ex dirigenti della società, Andy Rubin. Abbiamo imparato a conoscere i robot di Boston Dynamics soprattutto attraverso i video rilasciati dalla società su YouTube, e abbiamo letto interminabili articoli sulle capacità degli stessi e sulle possibili terrificanti ripercussioni che si potrebbero avere con la produzione di "creature" così complesse.

Il problema alla base dei robot della società è però un altro, almeno per Alphabet: è un progetto sicuramente molto ambizioso, ma a differenza di molti altri progetti futuristici della società che potrebbero avere qualche possibilità di essere commercializzati nei prossimi anni, per i robot di Boston Dynamics non c'è la stessa speranza. Non ha probabilmente aiutato il fatto che la società non sia riuscita a concludere proficuamente gli accordi con gli enti militari interessati al progetto.

Nonostante ci sia questa mancanza di certezze da parte di Alphabet, eventuali potenziali acquirenti non si farebbero pregare due volte prima di mettere sul piatto un'offerta per Boston Dynamics. Amazon, ad esempio, sta investendo in maniera massiccia nell'ambito della robotica: nello scorso 2012 aveva investito 775 milioni su Kiva System, e ha sviluppato una serie di soluzioni robotiche per migliorare la velocità e l'efficienza dei propri magazzini.

Per non parlare del progetto alla base dei droni spedizionieri, di cui Amazon è fra le società in prima linea nello sviluppo del progetto. Amazon potrebbe però essere ostacolata da Toyota, che utilizza i robot per la produzione dei veicoli e prodotti della società, e si è concentrata di recente nell'ambito della robotica soprattutto sul piano della ricerca scientifica.

Boston Dynamics era stata voluta in Google proprio da Andy Rubin, uno degli uomini chiave nella realizzazione di Android ed ex-responsabile della divisione relativa durante il suo operato nella compagnia di Mountain View. Rubin ha lasciato il suo incarico nella società a fine 2014 per concentrarsi a tempo pieno su Playground, un incubatore che pone parecchia enfasi sul campo della robotica. Dal suo abbandono Boston Dynamics non è riuscita a integrarsi con gli altri progetti di Alphabet e i suoi robot hanno fatto crescere preoccupazioni su un possibile impiego negli ambienti professionali a scapito dei lavoratori in carne ed ossa.

I dirigenti di Alphabet probabilmente non vogliono che la società sia legata ad un concetto così radicale, elemento che, insieme alla previsione degli scarsi fatturati, potrebbe aver giocato un ruolo importante nella decisione, non ancora ufficializzata, di vendere la divisione. 

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlPaBo18 Marzo 2016, 12:53 #1
Sinceramente ho dei dubbi sul potenziale interesse di Amazon o Toyota. I loro robot sono pensati per applicazioni industriali mentre quelli di Boston Dynamics, una volta superato l'effetto Wow, non si capisce a cosa possano servire.
niky8918 Marzo 2016, 13:27 #2
Originariamente inviato da: AlPaBo
Sinceramente ho dei dubbi sul potenziale interesse di Amazon o Toyota. I loro robot sono pensati per applicazioni industriali mentre quelli di Boston Dynamics, una volta superato l'effetto Wow, non si capisce a cosa possano servire.


L'interesse infatti in questi casi è il Know-how appreso durante lo sviluppo e magari i brevetti. Strano che fra gli interessati non ci sia anche Honda.
Avatar018 Marzo 2016, 14:30 #3
Vengono già usati in campo militare.
Rimango perplesso che uno dei rami più interessanti e così in crescita venga venduto.
AlPaBo18 Marzo 2016, 14:43 #4
Originariamente inviato da: Avatar0
Vengono già usati in campo militare.
Rimango perplesso che uno dei rami più interessanti e così in crescita venga venduto.


Ti sei perso una parte dell'articolo: "Non ha probabilmente aiutato il fatto che la società non sia riuscita a concludere proficuamente gli accordi con gli enti militari interessati al progetto."

Se non riescono a venderli neppure in ambito militare... Ho il sospetto che si siano accorti che le speranze di crescita a breve, e forse a medio termine, siano molto poche.
LumberJack18 Marzo 2016, 15:14 #5
Da quello che ho capito, i militari hanno abbandonato l'idea per motivi ti rumorosità.

http://www.theguardian.com/technolo...s-ls3-too-noisy
AlPaBo18 Marzo 2016, 15:26 #6
Originariamente inviato da: LumberJack
Da quello che ho capito, i militari hanno abbandonato l'idea per motivi ti rumorosità.


Sì, ma indipendentemente dal motivo, oltre ai militari a chi serve un robot in grado di muoversi in un bosco o in un terreno irregolare?
Non dico che sia inutile, ma semplicemente mi sembra attualmente un mercato troppo piccolo per i costi di sviluppo richiesti. Per Amazon il problema potrebbe esistere, ma la soluzione dei droni sembra migliore. Toyota (ed eventualmente Honda) ha bisogno di robot da utilizzare in fabbrica, in ambienti controllati, non di quelli di Boston Dynamics.
Vedremo a chi riescono a venderlo.
Secondo me finiranno per fare uno spezzatino, venderanno i brevetti, cederanno la parte di progettazione e chiuderanno la produzione.
giacomo_uncino18 Marzo 2016, 15:26 #7
Originariamente inviato da: LumberJack
Da quello che ho capito, i militari hanno abbandonato l'idea per motivi ti rumorosità.

http://www.theguardian.com/technolo...s-ls3-too-noisy


potevano dotarli di diffusori per la Cavalcata delle Valchirie

L'effetto Wao di un esercito di loro robot armati, che avanzano sotto le note della cavalcata era garantito
icoborg18 Marzo 2016, 18:05 #8
tanto finche non arriva Walter è solo noia
alexemme19 Marzo 2016, 13:49 #9
Questa tecnologia potrebbe essere utile in ambito medico,
ad esempio a chi non e' in grado di utilizzare le gambe,

protesi che "camminano" da sole , controllate tramite caschetto che "legge" i segnali del cervello.
giacomo_uncino19 Marzo 2016, 16:40 #10
Originariamente inviato da: alexemme
Questa tecnologia potrebbe essere utile in ambito medico,
ad esempio a chi non e' in grado di utilizzare le gambe,

protesi che "camminano" da sole , controllate tramite caschetto che "legge" i segnali del cervello.


esoscheletri li stanno già sperimentando e alcuni sono già in produzione e usati

http://www.robotiko.it/esoscheletro-per-disabili/

http://www.rainews.it/dl/rainews/ar...7872bb2409.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^