Amazon investe nella costruzione di uno stabilimento eolico in North Carolina

Amazon investe nella costruzione di uno stabilimento eolico in North Carolina

Proseguendo nell'impegno di portare l'infrastruttura AWS a consumare il 100% di energia da fonti rinnovabili, Amazon annuncia la costruzione di una nuova centrale eolica negli USA

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:01 nel canale Scienza e tecnologia
Amazon
 

La spinta green è forte tra i colossi della tecnologia: da diversi anni Facebook, Google, Apple e compagnia da diverso tempo si sono impegnate a realizzare datacenter alimentati da energie rinnovabili, o con caratteristiche di elevata efficienza energetica oppure ancora investendo nella costruzione di centrali di energia da fonti rinnovabili.

Proprio in questa direzione va l'ultimo annuncio di Amazon Web Services, la quale ha recentemente siglato un contratto con Iberdrola Renewables per la costruzione di una centrale eolica da 208 megawatt nelle contee di Perquimans e Pasquotank in North Carolina che verrà battezzata "Amazon Wind Farm US East".

La centrale avvierà le operazioni nel corso del mese di dicembre 2016, con previsioni di generare circa 670 mila megawattora all'anno. Si tratta, in altri termini, di energia elettrica sufficiente per alimentare 61 mila abitazioni statunitensi in un anno. Una volta completata l'energia generata sarà immessa nella rete elettrica che alimenta gli attuali e i futuri datacenter cloud di AWS.

Il nuovo annuncio è da leggersi all'interno dell'impegno che AWS ha annunciato a novembre del 2014, ovvero di arrivare ad avere un'infrastruttura globale alimentata interamente da energie rinnovabili. Ad aprile 2015 AWS ha annunciato che il 25% circa dell'energia consumata dall'infrastruttura globale è generata da fonti rinnovabili e questa porzione verrà incrementata al 40% entro la fine del 2016.

Impegno che si è sviluppato in una serie di iniziative che Amazon ha intrapreso a partire da gennaio 2015, con la costruzione di una centrale eolica in Indiana, l'avvio ad aprile di un progetto pilota con batterie Tesla per lo stoccaggio di energia e la costruzione a giugno di una centrale solare in Virginia. Complessivamente, considerando anche l'annuncio odierno, i progetti rinnovabili di Amazon potranno erogare 1,3 milioni di megawattora in più di energia rinnovabile nelle reti elettriche degli Stati Uniti centrali e della zona est, ovvero l'equivalente necessario ad alimentare 122 mila abitazioni USA.

"Questo accordo e quelli già in essere mettono AWS nella condizione di superare l'obiettivo del 40% di energie rinnovabili entro la fine del 2016. Ma siamo lontani dall'essere arrivati a destinazione. Continueremo ad inseguire progetti che portano energia pulita alle varie reti elettriche che alimentano i datacenter AWS, continueremo a lavorare con i nostri fornitori per incrementare il loro quoziente di energie rinnovabili e continueremo ad incoraggiare i nostri partner nel governo ad estendere gli incentivi fiscali che rendono più accessibile l'avvio di progetti rinnovabili. " ha dichiarato Jerry Hunter, Vicepresidente of infrastructure per Amazon Web Services.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia17 Luglio 2015, 07:58 #1
con 1,3 TWh sono solo al 40% del totale ?.. ovvero Amazon consuma 3,25 TWh da sola ?.. fa più dell'1% dell'intera Italia ? cavolo ci sono acciaierie in italia che consumano meno di Amazon... qualcosa non mi torna.. che cavolo di datacenter hanno per consumare come una città intera ? anche perchè non si parla di 122 mila abitazioni normali ma di 122 mila abitazioni da 10 mila kWh/anno.. non quelle italiane da 3 mila.. per cui il 40% di amazon vale una città italiana da 400 mila abitazioni (1 milione di persone).. e tutta amazon vale una città italiana da 2.5 milioni di persone.. cavolo..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^