Auto a guida autonoma, Google pubblica i report sugli incidenti

Auto a guida autonoma, Google pubblica i report sugli incidenti

L'azienda di Mountain View ha deciso di rendere noti pubblicamente i dettagli sugli incidenti avvenuti alle auto senza conducente. I resoconti saranno pubblicati a cadenza mensile per rasserenare il pubblico sulla sicurezza della tecnologia

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:01 nel canale Scienza e tecnologia
Google
 

Google ha iniziato a rendere noti pubblicamente i dettagli riguardanti gli incidenti occorsi con le sperimentazioni della propria auto a guida autonoma. Si tratta di una risposta dell'azienda di Mountain View alle crescenti preoccupazioni sulla sicurezza di questo sistema di trasporto sorte a seguito delle notizie delle proprie auto già coinvolte in varie collisioni.

Gli incidenti verranno ora riportati in dettaglio su base mensile, come parte di un nuovo sistema di reportistica che Google sta avviando per comunicare lo stato di avanzamento del progetto. Nel primo report, riferito al mese di maggio, Google elenca inoltre tutti i precedenti incidenti occorsi alle vetture. Nessuno dei quali, spiega l'azienda, è imputabile ad un problema dell'automobile. La pubblicazione del resoconto, e l'annuncio di un suo aggiornamento periodico seguono le prime informazioni rilasciate dalla compagnia nel corso delle passate settimane e delle quali abbiamo parlato in questo articolo.

Si legge nel resoconto: "Nei sei anni del progetto abbiamo avuto 12 incidenti di lieve entità durante gli oltre 1,8 milioni di miglia di guida manuale ed autonoma combinate. In nessuna l'auto a guida autonoma è stata la causa dell'incidente".

I 12 casi sono quasi interamente costituiti da collisioni alla parte posteriore del veicolo o, in misura minore, da collisioni con altri veicoli che non hanno rispettato segnali di stop o precedenza. Portare alla luce questi dettagli è un modo per cercare di rasserenare il pubblico, ed è anche un segnale del fatto che Google nutre particolare fiducia nella sicurezza dei progetto.

Nel corso dell'estate Google ha intenzione di espandere il proprio programma di testing su strade pubbliche di Mountain View, un passo molto importante per il progetto poiché permetterà a tutti di vedere quanto l'auto senza conducente sia effettivamente vicina alla realtà di tutti i giorni. Si tratterà comunque di test limitati, con conducente comunque presente e in grado di poter prendere il controllo quando necessario e con una velocità di crociera limitata a 25 miglia all'ora.

181 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7708 Giugno 2015, 11:18 #1
Credo di poterdire con una certezza quasi del 100 per cento che questo sarà il futuro. (PROSSIMO aggiungerei)

Adesso (come succede sempre) siamo nella fase in cui ci si fida della guida "manuale" e non di quella automatica.
Nel giro di pochi anni una volta introdotta in modo esteso l'eccezione sarà appunto la guida manuale.
ubuntolaio08 Giugno 2015, 11:23 #2
Originariamente inviato da: demon77
Credo di poterdire con una certezza quasi del 100 per cento che questo sarà il futuro. (PROSSIMO aggiungerei)

Adesso (come succede sempre) siamo nella fase in cui ci si fida della guida "manuale" e non di quella automatica.
Nel giro di pochi anni una volta introdotta in modo esteso l'eccezione sarà appunto la guida manuale.


totalmente d'accordo con te.

200 mila feriti l'anno e 2000 morti l'anno ( solo in Italia !! ) potrebbe essere fortemente ridotti ( speriamo eliminati ) grazie a questa tecnologia.
Speriamo presto!!
pin-head08 Giugno 2015, 11:24 #3
secondo Musk la guida manuale sarà illegale, in molti luoghi. In un ambiente in cui le auto sono pilotate da computer interconnessi, l'umano è l'anello debole della catena.
MaxVIXI08 Giugno 2015, 11:32 #4
finalmente potrò tornare a casa autonomamente anche ubriaco marcio

mancherà solo un androide che mi prenda a spalle e mi porti a letto...

W IL PROGRESSO!!!
Pier220408 Giugno 2015, 11:34 #5
Originariamente inviato da: demon77
Credo di poterdire con una certezza quasi del 100 per cento che questo sarà il futuro. (PROSSIMO aggiungerei)

Adesso (come succede sempre) siamo nella fase in cui ci si fida della guida "manuale" e non di quella automatica.
Nel giro di pochi anni una volta introdotta in modo esteso l'eccezione sarà appunto la guida manuale.


Probabilmente andremo in quella direzione ma gradualmente, non credo che dall'oggi al domani i costruttori cominceranno a produrre auto a guida autonoma, vedo la stessa gradualità che vedo ora per le auto elettriche, qualcuno immetterà qualche modello per "sondare" il mercato e alcuni apporteranno ulteriori miglioramenti alla guida manuale...imho
Poi in certi contesti (imprevisto o imponderabile) sarebbe opportuno che il conducente possa prendere il controllo dell'automezzo disattivando la guida automatica.
Un pò come succede sugli aerei, in particolare quelli con i controlli Fly By Wire, dove riescono a gestire tutto compreso decollo e atterraggio guidato, ma in particolari condizioni ci sono procedure dove il controllo deve passare al Pilota.
Bivvoz08 Giugno 2015, 11:55 #6
Originariamente inviato da: Pier2204
Probabilmente andremo in quella direzione ma gradualmente, non credo che dall'oggi al domani i costruttori cominceranno a produrre auto a guida autonoma, vedo la stessa gradualità che vedo ora per le auto elettriche, qualcuno immetterà qualche modello per "sondare" il mercato e alcuni apporteranno ulteriori miglioramenti alla guida manuale...imho
Poi in certi contesti (imprevisto o imponderabile) sarebbe opportuno che il conducente possa prendere il controllo dell'automezzo disattivando la guida automatica.
Un pò come succede sugli aerei, in particolare quelli con i controlli Fly By Wire, dove riescono a gestire tutto compreso decollo e atterraggio guidato, ma in particolari condizioni ci sono procedure dove il controllo deve passare al Pilota.


Ma speriamo si no.

L'aereo lo pilota un pilota che ha qualifiche ben superiori alla nostra patente rilasciata anche all'ottantenne mezzo cieco con i riflessi di un bradipo in letargo (e anche qua l'errore è sempre possibile).
Oppure facciamo una via di mezzo: se vuoi i controlli manuali devi inserire la patente nell'apposita fessura, ma la patente dovrà essere rilasciata dopo attenti esami e test non a tutti come oggi.

Ovviamente si parla di un futuro non proprio vicino.

A me piacerebbe avere a disposizione i comandi manuali sia chiaro, ma quando penso a certa gente vorrei che gli vietassero di usarli
Mparlav08 Giugno 2015, 12:39 #7
Magari fossero gli ottantenni il problema, almeno quelli almeno possono dire che è la natura che presenta il conto.

Il picco degli incidenti è di gran lunga la domenica mattina tra le 3 e le 6 (2.5 volte qualsiasi altra fascia oraria), e sono causati da giovani che non dovrebbero avere problemi fisici, ma che in realtà se li creano.
Bivvoz08 Giugno 2015, 12:52 #8
Originariamente inviato da: Mparlav
Magari fossero gli ottantenni il problema, almeno quelli almeno possono dire che è la natura che presenta il conto.

Il picco degli incidenti è di gran lunga la domenica mattina tra le 3 e le 6 (2.5 volte qualsiasi altra fascia oraria), e sono causati da giovani che non dovrebbero avere problemi fisici, ma che in realtà se li creano.


Era solo un esempio quello degli ottantenni, se dobbiamo fare l'elenco delle categorie a cui non darei i comandi manuali staremmo qui dei giorni e non avanzerebbe nessuno

Anche perchè alcune categorie di non adatti ai comandi manuali sono temporanee a seconda di stati d'animo e condizioni fisiche.
Pier220408 Giugno 2015, 12:54 #9
Originariamente inviato da: Bivvoz
Ma speriamo si no.

L'aereo lo pilota un pilota che ha qualifiche ben superiori alla nostra patente rilasciata anche all'ottantenne mezzo cieco con i riflessi di un bradipo in letargo (e anche qua l'errore è sempre possibile).
Oppure facciamo una via di mezzo: se vuoi i controlli manuali devi inserire la patente nell'apposita fessura, ma la patente dovrà essere rilasciata dopo attenti esami e test non a tutti come oggi.

Ovviamente si parla di un futuro non proprio vicino.

A me piacerebbe avere a disposizione i comandi manuali sia chiaro, ma quando penso a certa gente vorrei che gli vietassero di usarli


Per quel tipo di conducente ci vuole il tasto "Disattiva intralcio alla circolazione"

Originariamente inviato da: Mparlav
Magari fossero gli ottantenni il problema, almeno quelli almeno possono dire che è la natura che presenta il conto.

Il picco degli incidenti è di gran lunga la domenica mattina tra le 3 e le 6 (2.5 volte qualsiasi altra fascia oraria), e sono causati da giovani che non dovrebbero avere problemi fisici, ma che in realtà se li creano.


Per questi altri non c'è tasto che tenga, se gli dai una macchina a guida autonoma è probabile che cercano i Mod per farla andare di fretta, il tempo è tiranno, uscire dalla disco alle 5 del mattino, in condizioni pietose, al localino notturno non si può perdere tempo, gli amici non aspettano

Dalle nostre parti è un vero problema in estate, in particolare in Agosto, il Sabato sera tra Rimini, Riccione, Cattolica e Gabicce ritrovarti per strada qualcuno che la testa la usa solo per tenere il fissante per i cappelli non è raro...
maxsy08 Giugno 2015, 12:56 #10
Originariamente inviato da: Pier2204
Probabilmente andremo in quella direzione ma gradualmente, non credo che dall'oggi al domani i costruttori cominceranno a produrre auto a guida autonoma, vedo la stessa gradualità che vedo ora per le auto elettriche, qualcuno immetterà qualche modello per "sondare" il mercato e alcuni apporteranno ulteriori miglioramenti alla guida manuale...imho
Poi in certi contesti (imprevisto o imponderabile) sarebbe opportuno che il conducente possa prendere il controllo dell'automezzo disattivando la guida automatica.
Un pò come succede sugli aerei, in particolare quelli con i controlli Fly By Wire, dove riescono a gestire tutto compreso decollo e atterraggio guidato, ma in particolari condizioni ci sono procedure dove il controllo deve passare al Pilota.


concordo. molto gradualmente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^