Bendaggi e suture "smart" monitorano il processo di guarigione delle ferite

Bendaggi e suture "smart" monitorano il processo di guarigione delle ferite

La nanolavorazione di filati naturali e sintetici permette di realizzare fili per sutura e bendaggi intelligenti che possono rilevare le condizioni del tessuto biologico a cui sono applicati

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

I nanomateriali hanno avuto nel corso degli ultimi anni un ruolo sempre più importante nella realizzazione di filati e tessuti con caratteristiche funzionali, passando dai relativamente semplici materiali in grado di repellere l'acqua fino alla creazione di tessuti a base di grafene che possono integrare, ad esempio, celle solari o sensori.

Una nuova possibilità di sviluppo in questo campo arriva dai ricercatori della Tufts University, che sono riusciti a realizzare un esempio di filato "smart" grazie all'impiego di sensori e tecniche di microfluidica su scala nanoscopica. Questo filato può essere ad esempio usato in campo medico nelle operazioni di sutura, con il beneficio di rilevare e fornire informazioni di estremo valore per terapie e trattamenti.

Su Microsystems and Nanoengineering i ricercatori spiegano come hanno realizzato i filati, che prevedono l'impiego di cotone grezzo o altri filamenti elastici, ricoperti con materiali conduttivi e successivamente immersi in particolari composti a seconda della specifica funzione che hanno voluto ottenere. In questo modo è stato possibile realizzare filati come base per i fili di sutura o per i bendaggi, ciascuno con funzioni particolari, come ad esempio la capacità di rilevare lo stress o la pressione meccanici, la temperatura, i livelli di pH e glucosio.

Grazie ad un sistema di comunicazione wireless che connette le medicazioni "smart" ad un computer, tutti questi parametri sono di estrema utilità per determinare le condizioni del tessuto biologico cui i bendaggi o le suture sono applicati, così da determinare lo stato di guarigione o l'eventuale sviluppo di infezioni.

"Crediamo che questi dispositivi potranno in futuro essere impiegati come suture o bendaggi intelligenti nelle operazioni chirurgiche per monitorare il processo di guarigione della ferita o integrarsi con sistemi di monitoraggio personalizzati e soluzioni di diagnostica point-of-care" ha commentato Sameer Sonkusale, responsabile del Nano Lab presso la Tufts School of Engineering.

I ricercatori avvertono comunque che in questo momento c'è ancora molto lavoro da fare per poter portare questo genere di filati ad un livello adeguato per l'applicazione pratica, in maniera particolare l'attività di ricerca si concentrerà sui problemi di biocompatibilità a lungo termine.

Questo lavoro rappresenta tuttavia un punto di svolta nello sviluppo di strutture di substrato per dispositivi medicali impiantabili. Fino ad ora questo tipo di strutture sono state limitate solamente a due dimensioni, restringendo quindi le possibilità di applicazione su tessuti piatti come la pelle. L'attività dei ricercatori del Tufts permette di gettare le basi alla creazione di una piattaforma flessibile tridimensionale che può essere adatta per l'uso con impianti ortopedici o per il trattamento di fratture, soluzioni che richiedono strutture tridimensionali complesse.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Venturer21 Luglio 2016, 19:33 #1
Non posso che non ricordare, in ambito videoludico, Deus Ex!

Stiamo vivendo una rivoluzione senza precedenti nella storia dell'umanitá e tutti noi ne siamo dentro!
L'evoluzione tecnologica é esponenziale, a mio avviso procede anche piú velocemente della legge di Moore.
Per vedere cyborg e tessuti nanotecnologici forse ci sará da aspettare ancora un po' peró io mi sono prefissato di raggiungere il 2100 con la mente lucida (magari aiutato proprio dai progressi di quella tecnologia che si sta evolvendo cosí velocemente).
E no, non credo proprio che finiremo per creare Skynet...ne robot totalmente sezienti!
Ma le nanotecnologie e lo sviluppo di tecniche avanzate sul corpo umano sta gia contribuendo ad innalzare enormemente l'aspettativa di vita.
Carlo Pravettoni21 Luglio 2016, 21:10 #2
[QUOTE=Venturer;43879506]Non posso che non ricordare, in ambito videoludico, Deus Ex!

Stiamo vivendo una rivoluzione senza precedenti nella storia dell'umanitá e tutti noi ne siamo dentro!
L'evoluzione tecnologica é esponenziale, a mio avviso procede anche piú velocemente della legge di Moore.
Per vedere cyborg e tessuti nanotecnologici forse ci sará da aspettare ancora un po' peró io mi sono prefissato di raggiungere il 2100 con la mente lucida.


Visto quel che scrivi il tuo compito lo trovo estremamente arduo.
emanuele8322 Luglio 2016, 08:02 #3
Vedo che non avete ancora perso il vizio di copiare articoli, tradurli e di evitare accuratamente di citare la fonte.

http://spectrum.ieee.org/nanoclast/...and-nanosensors
emanuele8322 Luglio 2016, 08:04 #4
Originariamente inviato da: Venturer
Non posso che non ricordare, in ambito videoludico, Deus Ex!

Stiamo vivendo una rivoluzione senza precedenti nella storia dell'umanitá e tutti noi ne siamo dentro!
L'evoluzione tecnologica é esponenziale, a mio avviso procede anche piú velocemente della legge di Moore.
Per vedere cyborg e tessuti nanotecnologici forse ci sará da aspettare ancora un po' peró io mi sono prefissato di raggiungere il 2100 con la mente lucida (magari aiutato proprio dai progressi di quella tecnologia che si sta evolvendo cosí velocemente).
E no, non credo proprio che finiremo per creare Skynet...ne robot totalmente sezienti!
Ma le nanotecnologie e lo sviluppo di tecniche avanzate sul corpo umano sta gia contribuendo ad innalzare enormemente l'aspettativa di vita.


Tranquillo ci estingueremo prima del 2100. http://www.corriere.it/esteri/16_lu...0f66c3f65.shtml
CYRANO22 Luglio 2016, 08:31 #5
Originariamente inviato da: emanuele83
Tranquillo ci estingueremo prima del 2100. http://www.corriere.it/esteri/16_lu...0f66c3f65.shtml


Speriamo !!!



Clmslmslmò,sò,s
emanuele8322 Luglio 2016, 08:40 #6
Originariamente inviato da: CYRANO
Speriamo !!!



Clmslmslmò,sò,s


Parli della venuta del signore (Trump) o dell'estinzione di massa? In ogni caso: nichilismo alle 9 di mattina?
Venturer22 Luglio 2016, 09:45 #7
Originariamente inviato da: Carlo Pravettoni
[QUOTE=Venturer;43879506]Non posso che non ricordare, in ambito videoludico, Deus Ex!

Stiamo vivendo una rivoluzione senza precedenti nella storia dell'umanitá e tutti noi ne siamo dentro!
L'evoluzione tecnologica é esponenziale, a mio avviso procede anche piú velocemente della legge di Moore.
Per vedere cyborg e tessuti nanotecnologici forse ci sará da aspettare ancora un po' peró io mi sono prefissato di raggiungere il 2100 con la mente lucida.


Visto quel che scrivi il tuo compito lo trovo estremamente arduo.


Chi può dirlo Carlo?
Arriviamo insieme al 2100 e vediamo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^