Competizione tra IA in StarCraft: debacle di Facebook

Competizione tra IA in StarCraft: debacle di Facebook

StarCraft II Learning Environment è la piattaforma di sviluppo che Blizzard, con il supporto di Google, promuove per contribuire alla realizzazione delle tecniche di intelligenza artificiale più avanzate

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Scienza e tecnologia
GoogleFacebookBlizzard
 

Nei giorni scorsi si è tenuta a Snowbird, Utah, l'annuale AAAI Conference on Artificial Intelligence and Interactive Digital Entertainment, al cui interno si è svolta la competizione tra intelligenze artificiale. Campo di gioco? StarCraft ovviamente.

Se avete seguito le nostre news, sapete che già da più di un anno Google sta collaborando con Blizzard a proposito di DeepMind, l'avveniristico sistema di intelligenza artificiale che ha già sconfitto i campioni di Go e che recentemente è stato adattato a StarCraft II. La collaborazione ha portato alla realizzazione di StarCraft II Learning Environment, la piattaforma di sviluppo che permette ai programmatori di realizzare sistemi di intelligenza artificiale capaci di essere competitivi con le strategie di gioco di StarCraft.

StarCraft II

Si è discusso di IA e StarCraft anche alla AIIDE'17, dove diverse IA si sono fronteggiate in un torneo a StarCraft: Broodwar. I bot interagiscono con lo schema di gioco, mentre alcuni analizzatori ne valutano il comportamento, non solo in termini di vittorie o sconfitte, ma anche per quanto attiene crash, tempi di risposta e altri parametri.

Anche Facebook ha voluto partecipare con la sua intelligenza artificiale CherryPi, concludendo il torneo al sesto posto su 28 partecipanti complessivi. Facebook è stata l'unica grande azienda a sostenere la competizione, mentre le altre IA sono state sviluppate da programmatori singoli, molto spesso in maniera amatoriale.

Il vincitore di questa competizione tra IA è stato ZZZKBot, sviluppato da un programmatore di Perth, Australia, Chris Coxe. Quest'ultimo, che vanta esperienze professionali anche per il NASDAQ, ha lavorato da solo sul suo bot e, per portare a termine i lavori in tempo, ha richiesto una pausa dal suo lavoro principale. Anche i due gradini più bassi del podio sono occupati da bot realizzati da programmatori che hanno lavorato in solitaria.

"CherryPi è un bot su cui creare una base per il futuro. Volevamo vedere come si comportava il bot con quelli esistenti e risolvere eventuali problemi", ha dichiarato Gabriel Synnaeve, ricercatore scientifico di Facebook. Il quale ha anche ammesso che Facebook deve ancora migliorare sul fronte intelligenza artificiale.

Ad ogni modo, stiamo parlando di IA che non sarebbero neanche minimamente competitive contro i giocatori più forti di StarCraft. Si consideri la complessità di un RTS di questo tipo: se il numero di posizioni valide su una tabella di Go è formato da 170 zeri, per andare a individuare la complessità di StarCraft bisogna aggiungere altri 100 zeri a questa cifra.

Le iniziative su StarCraft e IA proseguiranno alla BlizzCon 2017. A margine dell'evento annuale che celebra i giochi Blizzard, all'Hilton Anaheim Hotel, accanto all'Anaheim Convention Center, ci sarà lo StarCraft II AI Workshop. Si tratta di un seminario che darà ai ricercatori, studiosi, programmatori di bot e professionisti dell'industria, l'opportunità di riunirsi, scambiarsi le idee e collaborare su tutto ciò che concerne l'I.A.

"L'evento sarà un BYOC (bring your own computer), quindi voi porterete il vostro computer, mentre noi forniremo corrente, accesso wireless a Internet e catering per tutti i partecipanti", si legge sul sito di Blizzard. "Benché l'evento si svolga durante la BlizzCon 2017, viene considerato separato dalla convention e non fa parte del programma ufficiale".

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cooperdale14 Ottobre 2017, 20:14 #1
Ohohohohohohohoh, che stesa le IA corporate!
Bellaz8914 Ottobre 2017, 20:24 #2
Ad ogni modo, stiamo parlando di IA che non sarebbero neanche minimamente competitive contro i giocatori più forti di StarCraft. Si consideri la complessità di un RTS di questo tipo: se il numero di posizioni valide su una tabella di Go è formato da 170 zeri, per andare a individuare la complessità di StarCraft bisogna aggiungere altri 100 zeri a questa cifra.


Maaah, ho dei forti dubbi. Mi piacerebbe avere piu' informazioni su questa affermazione. Perche' per quello che ne so, se usati tutti gli APM disponibili, le IA riescono a fare dei giochini di IA mica male.

https://www.youtube.com/watch?v=IKVFZ28ybQs

Con una micro cosi' forte un giocatore umano anche con strategia molto forte avrebbe serie difficolta'
Turin15 Ottobre 2017, 03:26 #3
Originariamente inviato da: Bellaz89
Maaah, ho dei forti dubbi. Mi piacerebbe avere piu' informazioni su questa affermazione. Perche' per quello che ne so, se usati tutti gli APM disponibili, le IA riescono a fare dei giochini di IA mica male.

https://www.youtube.com/watch?v=IKVFZ28ybQs

Con una micro cosi' forte un giocatore umano anche con strategia molto forte avrebbe serie difficolta'


La IA in via di sviluppo fa 180APM, un valore che mediamente appartiene a giocatori Master/Grandmaster. Non ha senso andare molto oltre ai fini di una ricerca sull'intelligenza, lo sappiamo già che le macchine sono molto superiori in termini di abilità meccanica.
Monroo16 Ottobre 2017, 23:15 #4
Originariamente inviato da: Bellaz89
Maaah, ho dei forti dubbi. Mi piacerebbe avere piu' informazioni su questa affermazione. Perche' per quello che ne so, se usati tutti gli APM disponibili, le IA riescono a fare dei giochini di IA mica male.

https://www.youtube.com/watch?v=IKVFZ28ybQs

Con una micro cosi' forte un giocatore umano anche con strategia molto forte avrebbe serie difficolta'


Ci sarebbe un po' da discutere su quella micro

Comunque, le variabili presenti in SC2, che è uno, se non il più complesso RTS competitivo, ci vorrà ancora un bel po' prima che una IA possa competere con i coreani (che sappiamo tutti usano 3 mani).
frankbald19 Ottobre 2017, 12:02 #5
Originariamente inviato da: Monroo
Ci sarebbe un po' da discutere su quella micro

Comunque, le variabili presenti in SC2, che è uno, se non il più complesso RTS competitivo, ci vorrà ancora un bel po' prima che una IA possa competere con i coreani (che sappiamo tutti usano 3 mani).


leggevo proprio ieri un articolo che andava a riprendere dichiarazioni di nemmeno 10 anni fa riguardo lavori che le macchine stanno diciamo "rubando" all'uomo, e tra i lavori che pensavano più insostituibili c'erano gli autisti di tir, ora penso che sia un lavoro che tra qualche hanno verrà sostituito in toto. Il bello delle intelligenze artificiali è che il loro sviluppo non è lineare, e la tecnologia relativa ai sensori fa salti da gigante di anno in anno Quindi il " ci vorrà ancora un bel po'" lo terrei da parte, dicevano lo stesso per il GO e vedi cosa è successo
Monroo19 Ottobre 2017, 16:35 #6
Sì è vero, ma un gioco come SC2 ha troppe variabili legate alla "fantasia", cosa che nel GO e nella guida dei tir non c'è.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^