Emissioni record di CO2 e metano in atmosfera nel 2016

Emissioni record di CO2 e metano in atmosfera nel 2016

Il quadro del clima ricorda più Munch che Friedrich: gli scienziati avvertono che le emissioni di CO2 hanno toccato un nuovo picco lo scorso anno, insieme a emissioni di metano di cui non si conosce l'origine

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 10:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Gli attuali cambiamenti nel clima sono causati per la maggior parte dalla CO2 immessa in atmosfera dalle attività umane, insieme ad altri gas serra. Secondo l'Organizzazione Mondiale di Meteorologia (OMM) lo scorso anno c'è stato un incremento del 50% nell'immissione di CO2 nell'atmosfera, insieme all'immissione di una quantità preoccupante di metano di origine sconosciuta.

Nel 2016 l'aumento è stato drammatico: la concentrazione media della CO2 in atmosfera è arrivata a 403,3 parti per milione, contro le 400 ppm del 2015. Si tratterebbe del maggiore incremento da un anno al successivo degli ultimi 30 anni.

Sebbene l'emissione di CO2 da parte delle attività umane si sia ridotta di intensità negli ultimi due anni, la quantità di anidride carbonica immessa in atmosfera rimane enorme. Per di più, a essere significativo è il quantitativo di CO2 che risulta già in atmosfera e che contribuisce all'effetto serra, ulteriormente aumentato ogni anno e i cui effetti potrebbero propagarsi per secoli o millenni.

A preoccupare gli scienziati dell'OMM è però un altro dato: la quantità di metano che è stato rilasciato e che è ora libero nell'atmosfera. Secondo le analisi condotte su diversi campioni, il metano rilasciato negli ultimi tre anni non proverrebbe da fonti fossili, poiché gli isotopi del carbonio non sono riconducibili a tali fonti. Rimane, però, il mistero su quale sia l'origine di questo metano; la maggiore concentrazione è stata riscontrata nelle zone tropicali e sub-tropicali, che andrebbero quindi a escludere almeno parzialmente la generazione di metano nella taiga canadese e siberiana.

Il metano è un gas serra molto più potente dell'anidride carbonica e la sua presenza non era stata prevista quando sono stati stipulati gli accordi di Parigi sul clima. Scoprire la fonte di tale gas diventa quindi di primaria importanza per combattere un ulteriore innalzamento della temperatura.

Combattere attivamente i cambiamenti climatici richiede uno sforzo di proporzioni globali, che dev'essere portato avanti per lasciare un pianeta ancora abitabile alle future generazioni.

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
quartz01 Novembre 2017, 10:40 #1
Premettendo che l'argomento in sé mi interessa molto, mi spiegate, redazione, che cosa c'entra un articolo del genere su un sito chiamato "Hardware Upgrade"?

Ormai state diventando sempre più una testata generalista che parla degli argomenti più disparati.
Oltretutto suddetti articoli generalisti arrivano quasi sempre dopo i corrispondenti di altri siti, senza aggiungere nulla di più in quanto a contenuti.

Quindi la mia domanda è: perchè?

Cari redattori di Hwupgrade, ve lo suggerisco in quanto vostro lettore affezionato: ritrovate il vostro focus.
TheDarkAngel01 Novembre 2017, 10:44 #2
Originariamente inviato da: quartz
Cari redattori di Hwupgrade, ve lo suggerisco in quanto vostro lettore affezionato: ritrovate il vostro focus.


Loro lo chiamano core business
Sputafuoco Bill01 Novembre 2017, 10:47 #3
"Gli attuali cambiamenti nel clima sono causati per la maggior parte dalla CO2 immessa in atmosfera dalle attività umane".
Questa è una tipica fake news. Neanche gli scienziati allarmisti affermano una cosa del genere, ma l'ambientalista apocalittico esagera sempre. Come al solito si dice una verità dogmatica e mai si propone l'opinione e gli studi che indicano il contrario.
Ennesima dimostrazione che i modelli matematici degli allarmisti sono sbagliati è data dal fatto che i disastri apocalittici previsti ed annunciati non si sono verificati.
I cambiamenti climatici avvengono da sempre in maniera ciclica.
TheZioFede01 Novembre 2017, 11:22 #4
Originariamente inviato da: quartz
Premettendo che l'argomento in sé mi interessa molto, mi spiegate, redazione, che cosa c'entra un articolo del genere su un sito chiamato "Hardware Upgrade"?

Ormai state diventando sempre più una testata generalista che parla degli argomenti più disparati.
Oltretutto suddetti articoli generalisti arrivano quasi sempre dopo i corrispondenti di altri siti, senza aggiungere nulla di più in quanto a contenuti.

Quindi la mia domanda è: perchè?

Cari redattori di Hwupgrade, ve lo suggerisco in quanto vostro lettore affezionato: ritrovate il vostro focus.


Ormai non sono manco più subdoli, vedi anche la notizia sulle molestie di quel tizio. Ormai qualunque cosa porti click è benvenuta, da queste notizie a thread senza nessuna moderazione.
zappy01 Novembre 2017, 11:23 #5
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
"Gli attuali cambiamenti nel clima sono causati per la maggior parte dalla CO2 immessa in atmosfera dalle attività umane".
Questa è una tipica fake news.

veramente l'unica fake news è quella che riporti tu.
è ULTRA-DIMOSTRATO che l'aumento di CO2 E' dovuto ad attività umane.
zappy01 Novembre 2017, 11:24 #6
Originariamente inviato da: quartz
...Oltretutto suddetti articoli generalisti arrivano quasi sempre dopo i corrispondenti di altri siti, senza aggiungere nulla di più in quanto a contenuti.

il problema non è tanto sugli articoli generalisti, ma anche in quelli in tema hw/sw, che o non arrivano proprio, o arrivano dopo altri siti.
maxsy01 Novembre 2017, 14:00 #7
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
"Gli attuali cambiamenti nel clima sono causati per la maggior parte dalla CO2 immessa in atmosfera dalle attività umane".
Questa è una tipica fake news. Neanche gli scienziati allarmisti affermano una cosa del genere, ma l'ambientalista apocalittico esagera sempre. Come al solito si dice una verità dogmatica e mai si propone l'opinione e gli studi che indicano il contrario.
Ennesima dimostrazione che i modelli matematici degli allarmisti sono sbagliati è data dal fatto che i disastri apocalittici previsti ed annunciati non si sono verificati.
I cambiamenti climatici avvengono da sempre in maniera ciclica.


l'emissione di Co2 da parte di attività umane è si una piccola parte ma è quella che riesce ad alterare l'equilibrio naturale.
in natura cè un equilibrio, gli umani si impegnano per alterare questo equilibrio e pare ci stiano riuscendo.

i Cambiamenti naturali dell’ordine di 100 ppm normalmente avvengono in 5000-20000 anni. L’attuale aumento (circa 100 ppm) ha avuto luogo in appena 120 anni. Ulteriori conferme che l’aumento di CO2 è dovuto alle attività dell’Uomo si ottengono dall’analisi del rapporto degli isotopi del Carbonio ( atomi di C che differiscono per il numero di neutroni) che vengono trovati in atmosfera. Il C12 ha 6 neutroni , il C13 ha 7 neutroni. Le piante hanno un rapporto C13/C12 inferiore a quello presente nell’atmosfera . Se l’aumento della CO2 atmosferica fosse dovuto ai combustibili fossili il rapporto C13/C12 dovrebbe diminuire anch’esso. E questo è proprio ciò che si riscontra. Il rapporto C13/C12 è in perfetta sintonia con il trend delle emissioni globali.
Obelix-it01 Novembre 2017, 14:44 #8
Originariamente inviato da: zappy
veramente l'unica fake news è quella che riporti tu.
è ULTRA-DIMOSTRATO che l'aumento di CO2 E' dovuto ad attività umane.

Peccato che non sia dimostrato che i cambiamenti climatici dipendano dalla Co2..

Anche perche' i cambiamenti climatici ci sono stato anche prima dell'era delel macchine, eh..

Originariamente inviato da: maxsy
i Cambiamenti naturali dell’ordine di 100 ppm normalmente avvengono in 5000-20000 anni.


Gia', perche' 20.000 anni fa avevamo gia' messo giu' i misuratori di Co2, vero ?

En Passant, mi sono sempre chiesto: come si fa amisurare la percentuale di Co2 presente nell'aria?? intendo a livello mondiale, non locale. (*)

(Nota indeed che del metano e del vapore acqueo, molto piu' importanti per il CD "riscaldamento globale" non se ne parla mai...)

(*) chissa', magari la aggiustano alla bisogna come le temperature...
quartz01 Novembre 2017, 14:53 #9
Originariamente inviato da: Obelix-it
Gia', perche' 20.000 anni fa avevamo gia' messo giu' i misuratori di Co2, vero ?


Se conoscessi l'argomento un minimo, sapresti benissimo che i livelli di CO2 su tempi scala geologici si misurano coi carotaggi dei ghiacci antartici, nessun bisogno di misuratori.


https://it.wikipedia.org/wiki/Carot..._paleoclimatici

http://science.sciencemag.org/content/283/5408/1712

EDIT:
Se sei interessato, su questo sito trovi quasi tutto sull'argomento:
https://www.co2.earth/
Lampetto01 Novembre 2017, 14:55 #10
Originariamente inviato da: Obelix-it
Peccato che non sia dimostrato che i cambiamenti climatici dipendano dalla Co2..

Anche perche' i cambiamenti climatici ci sono stato anche prima dell'era delel macchine, eh..



Gia', perche' 20.000 anni fa avevamo gia' messo giu' i misuratori di Co2, vero ?

En Passant, mi sono sempre chiesto: come si fa amisurare la percentuale di Co2 presente nell'aria?? intendo la ivello mondiale, non locale. (*)

(Nota indeed che del metano e del vapore acqueo, molto piu' importanti per il CD "riscaldamento globale" non se ne parla mai...

(*) chissa', magari la aggiustano alla bisogna come le temperature...


Comunque è innegabile che nell’ultimo centenario l’innalzamento della temperatura globale ha subito una vera e propria accelerazione, interi ghiacciai sono scomparsi, troppo veloce per essere un cambiamento naturale, i cicli climatici non si misurano in anni ma in millenni

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^