Extreme Ultraviolet sempre più inevitabile per i 14 nanometri

Extreme Ultraviolet sempre più inevitabile per i 14 nanometri

Per poter affrontare la produzione a 14 nanometri la tecnologia di litografia Extreme Ultraviolet sembra sempre più indispensabile. Dal 2014 incremento della domanda per i macchinari

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:19 nel canale Scienza e tecnologia
 

Tutte le realtà che hanno lavorato allo sviluppo di processi produttivi al di sotto del nodo dei 20 nanometri si sono trovate a fare i conti con una serie di ostacoli che hanno fatto crescere l'importanza della tecnologia per la litografia EUV - Extreme Ultraviolet come naturale erede della tradizionale litografia ottica multipattern utilizzata attualmente.

Eric Meurice, CEO di ASML Holding NV, azienda olandese leader nella produzione di macchinari per la litografia, offre un quadro della situazione a margine della conferenza di presentazione dei risultati finanziari del primo trimestre 2012. L'azienda olandese sta sviluppando da diversi anni le strumentazioni EUV che prendano il posto delle attuali macchine utilizzate per la produzione a 28 e a 22 nanometri, anche se le soluzioni EUV sviluppate da ASML hanno un volume di produzione che è al di sotto dei 100 wafer all'ora, ovvero la soglia considerata accettabile per consentire la produzione di chip in volumi apprezzabili.

Come abbiamo già avuto modo di osservare ieri al termine di questa notizia, la litografia ottica può essere impiegata anche per i processi a 14 nanometri, ma si renderebbe necessaria una serie di esposizioni multiple (triple-patterning e double-patterning) che avrebbero come esito l'innalzamento dei costi di produzione e la riduzione del volume di produzione, risultando così poco conveniente.

ASML si aspetta di consegnare ai clienti 11 macchinari per la litografia EUV tra il 2012 ed il 2013 per lo sviluppo del processo e per l'avvio della produzione pilota. Ma sarà solo a partire dalla fine del 2013 e nel corso del 2014 che si potrà assistere ad un incremento della domanda per queste soluzioni, grazie a due fattori scatenanti.

Meurice osserva infatti che da un lato vi sono i produttori di memorie DRAM, i quali hanno già avuto modo di constatare la complessità dei nodi di processo al di sotto dei 20 nanometri se affrontati mediante le tradizionali tecnologie ottiche utilizzate fino ad ora, mentre dall'altra parte vi sono le fonderie che dovranno affrontare la produzione di microprocessori a 14 nanometri, le quali hanno già stimato come l'impiego delle tecnologie di produzione attuali porterebbero ad un costo troppo elevato per giustificare la riduzione dei dispositivi e che, in secondo luogo, le macchine per la litografia ottica non consentirebbero una riduzione delle dimensioni dei die pari a quanto sarebbe invece possibile con i macchinari EUV.

ASML ha ora intenzione di incrementare a 100W la potenza dei macchinari EUV in maniera tale portare il volume di produzione a 60 wafer all'ora per la fine dell'estate. Meurice ha però dichiarato che entro questo periodo le decisioni dei clienti in merito ai piani di adozione delle tecnologie EUV dovranno essere definitivi.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick20 Aprile 2012, 12:42 #1
un pò mi ha fatto colpo il discorso dell'altra news che non esiste sorgente energetica tale da alimentare ste macchine EUVL fino al 2014 o qualcosa del genere

ma quanto cavolo consumano in + rispetto al normale ^^'
riva.dani20 Aprile 2012, 15:30 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
un pò mi ha fatto colpo il discorso dell'altra news che non esiste sorgente energetica tale da alimentare ste macchine EUVL fino al 2014 o qualcosa del genere

ma quanto cavolo consumano in + rispetto al normale ^^'


Quoto, anche se suppongo che siano le fabbriche in cui questi macchinari andrebbero installati a non essere attrezzate, e non che non esista una centrale elettrica al mondo che sia abbastanza grande. Sbaglio?
!fazz20 Aprile 2012, 17:44 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
un pò mi ha fatto colpo il discorso dell'altra news che non esiste sorgente energetica tale da alimentare ste macchine EUVL fino al 2014 o qualcosa del genere

ma quanto cavolo consumano in + rispetto al normale ^^'


non so perchè ma dubito che sia vera la notizia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^