Fibre tessili per alimentare gli indossabili? Con i nanomateriali di carbonio si può

Fibre tessili per alimentare gli indossabili? Con i nanomateriali di carbonio si può

Con un semplice processo di produzione è possibile ottenere fibre di carbonio cave che possono essere sfruttate per realizzare condensatori in grado di integrarsi con le fibre tessili

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale Scienza e tecnologia
 

Un gruppo di ricercatori del Case Western Reserve University hanno condotto un'attività di ricerca sui nanotubi di carbonio e sul grafene per trovare il modo di sfruttare le proprietà termiche, elettriche e meccaniche nella realizzazione di nanostrutture tridimensionali che possano essere usate come sistemi ad alta efficienza per lo stoccaggio di energia.

Dettagliando la ricerca in un articolo su Science Advances i ricercatori spiegano di aver sfruttato l'ossidazione anodica di un substrato di alluminio per crescere direttamente fibre vuote di nanotubi di carbonio in un solo processo composto da una singola fase, che non richiede inoltre l'impiego di catalizzatori metallici.

I ricercatori ritengono che le fibre cave flessibili possano migliorare i dispositivi di stoccaggio di energia, ipotizzando inoltre un possibile impiego nelle fibre tessili come fonti di energia per l'elettronica indossabile. La possibilità di sfruttare la flessibilità dei nanomateriali in carbonio, usandoli come fonte di energia nei dispositivi elettronici indossabili, è l'oggetto di molte attività di ricerca in ambito accademico.

"Le strutture tridimensionali in carbonio sono capaci di offrire una grande area di superficie per la conservazione della carica. La presenza di fori facilita inoltre la diffusione dell'elettrolita, mentre le giunzioni nodali permettono un rapido trasporto dell'elettrone, che corrisponde a rapidi tempi di carica e scarica" ha spiegato Lining Dai, professore alla CWR University e coordinatore del progetto di ricerca.

Nella loro attività di ricerca Dai e i colleghi hanno modellato dei condensatori a forma di nanocavi usando i nanotubi di carbonio, che possono essere inseriti in vari tipi di tessuti. "Cercheremo di realizzare dei tessuti con queste fibre, ma non ci dispiacerebbe che anche altri lavorassero a questa idea a patto che le nostre pubblicazioni vengano menzionate correttamente" ha commentato Dai.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej09 Settembre 2015, 11:12 #1
L'idea è buona, e, come ci insegna MATRIX:

"Un corpo umano genera più bioelettricità di una batteria di 120 volt ed emette oltre sei milioni di calorie"


se fosse possibile, intercettare questa energia ed incanalarla... non sarebbe certo una pessima idea
bobafetthotmail09 Settembre 2015, 11:58 #2
Originariamente inviato da: Cappej
L'idea è buona, e, come ci insegna MATRIX:

"Un corpo umano genera più bioelettricità di una batteria di 120 volt ed emette oltre sei milioni di calorie"
120 volt non significa niente. L'elettricità statica è a centinaia di volt ma non serve a nulla.
Quello che conta sono Volt E Ampere.

Inoltre, se anche uno che fa attività pesanti necessita di 3000 kilocalorie (3 milioni di calorie al giorno), "oltre 6 milioni di calorie" è leggermente fuori scala.

Detto questo, con sta roba non ci ricarichi il cellulare se non usi delle imbragature sulle articolazioni (dei "freni a rigenerazione" per le gambe), già fatti peraltro.

Ma solo cose minori, sensori, ciappini...
Vortigaut09 Settembre 2015, 12:07 #3
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
120 volt non significa niente. L'elettricità statica è a centinaia di volt ma non serve a nulla.
Quello che conta sono Volt E Ampere.

Inoltre, se anche uno che fa attività pesanti necessita di 3000 kilocalorie (3 milioni di calorie al giorno), "oltre 6 milioni di calorie" è leggermente fuori scala.

Detto questo, con sta roba non ci ricarichi il cellulare se non usi delle imbragature sulle articolazioni (dei "freni a rigenerazione" per le gambe), già fatti peraltro.

Ma solo cose minori, sensori, ciappini...


??
Ma sai quante sono 3000 kilocalorie?
Uno che fa attività pesanti, se immagazzina tutte quelle calorie nel giro di un mese non si muove talmente che è grasso...
FunnyDwarf09 Settembre 2015, 12:39 #4
non direi proprio, a spanne un trentenne 1,80cmX80kg che fa un lavoro pesante (o sedentario + 4/5 ore di sport settimanali) 3000kcal al giorno le brucia senza ingrassare, anzi forse è pure in leggera ipocalorica
Vortigaut09 Settembre 2015, 13:04 #5
Originariamente inviato da: FunnyDwarf
non direi proprio, a spanne un trentenne 1,80cmX80kg che fa un lavoro pesante (o sedentario + 4/5 ore di sport settimanali) 3000kcal al giorno le brucia senza ingrassare, anzi forse è pure in leggera ipocalorica


Appunto..a spanne...
Io posso dirti che io sono esattamente il profilo che hai elencato, per mantenere il peso non supero le 2400.
Se arrivassi a 3000, ingrasserei in poco tempo.
marchigiano09 Settembre 2015, 14:06 #6
Originariamente inviato da: Vortigaut
??
Ma sai quante sono 3000 kilocalorie?
Uno che fa attività pesanti, se immagazzina tutte quelle calorie nel giro di un mese non si muove talmente che è grasso...


http://cucina.corriere.it/notizie/1...57e4dcc3b.shtml
Cappej09 Settembre 2015, 14:11 #7
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
120 volt non significa niente. L'elettricità statica è a centinaia di volt ma non serve a nulla.
Quello che conta sono Volt E Ampere.

Inoltre, se anche uno che fa attività pesanti necessita di 3000 kilocalorie (3 milioni di calorie al giorno), "oltre 6 milioni di calorie" è leggermente fuori scala.

Detto questo, con sta roba non ci ricarichi il cellulare se non usi delle imbragature sulle articolazioni (dei "freni a rigenerazione" per le gambe), già fatti peraltro.

Ma solo cose minori, sensori, ciappini...


... l'ha detto Morpheus in un Film, mica era Piero Angela! Chiamala citazione poetica!
Vortigaut09 Settembre 2015, 14:31 #8
Originariamente inviato da: marchigiano




[B][SIZE="4"]Molto più del fabbisogno energetico consigliato durante una «normale» giornata a uomini che conducono attività fisica regolare (non atleti però: [U]circa 2mila calorie.[/U][/SIZE][/B]

bobafetthotmail09 Settembre 2015, 14:51 #9
Originariamente inviato da: Vortigaut
Appunto..a spanne...
Cioè lavori in miniera, a mano nei campi, porti carichi o monti cose a mano o simili? Sei un atleta?
Io ho detto lavoro pesante, non sedentario con un pò di sport.

Comunque, c'è variabilità nel metabolismo e il mio non era un consiglio medico quanto un limite massimo realistico.

A 3k kcal di consumo ci si arriva tirandola un pò rimanendo entro gli esseri umani. Gli americani che fanno football, chessò.

6k kcal (6 milioni di calorie e oltre).... no.

E per l'amordiddio se vuoi farti un calcolo almeno usa fonti decenti, che corriere e corriere...
http://www.my-personaltrainer.it/calcolo-calorie.html
FunnyDwarf09 Settembre 2015, 15:07 #10
Originariamente inviato da: Vortigaut
Appunto..a spanne...
Io posso dirti che io sono esattamente il profilo che hai elencato, per mantenere il peso non supero le 2400.
Se arrivassi a 3000, ingrasserei in poco tempo.


è perché conti una sola utenza: somma il metabolismo basale di tutti gli account multipli e vedrai che sfori le 3000

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^