Globalfoundries si prepara alla produzione di dispositivi MEMS

Globalfoundries si prepara alla produzione di dispositivi MEMS

I dispositivi MEMS, come i giroscopi e gli accelerometri all'interno degli smartphone, rappresentano un ambito strategico per le fonderie come Globalfoundries

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:03 nel canale Scienza e tecnologia
 

Le fonderie giocheranno un ruolo chiave nella maturazione del settore MEMS, secondo quanto Gregg Bartlett, senior VP e CTO di Globalfoundries. Le fonderie mainstream stanno guardando alla produzione su larga scala di dispositivi MEMS con i progetti forniti dalle compagnie fabless e fab-lite, preparandosi a sviluppare processi e piattaforme tecnologiche standardizzate per abilitare la produzione di dispositivi MEMS ad alti volumi.

L'acronimo MEMS significa Micro Electro-Mechanical Systems ed indica tutti quei dispositivi realizzati con componenti di dimensioni tra 1 e 100 micrometri e dalle dimensioni complessive dai 20 micrometri al millimetro che, unendo capacità computazionali e microsensori sono in grado di svolgere una vasta gamma di compiti che li rendono ideali come sensori o attuatori integrati in dispositivi elettronici. Per fare un esempio: i giroscopi e gli accelerometri presenti in tutti gli smartphone più recenti fanno parte dei MEMS. Si tratta quindi di elementi che troveranno una sempre maggior applicazione nel futuro prossimo, nella corsa a realizzare dispositivi con sempre maggiori funzionalità e dalle dimensioni sempre più ridotte.

"I MEMS sono di importanza strategica per Globalfoundries. Attualmente si tratta ancora di un mondo one-product/one-process ma andando avanti ci sposteremo a livello di modulo-processo e infine sulla standardizzazione della piattaforma" ha affermato Bartlett.

Globalfoundries sta lavorando con organizzazioni come l'IMEC allo scopo di mantenere basse le barriere di ingresso per quelle compagnie che stanno cercando di progettare MEMS. Globalfoundries inoltre, agendo come fornitore di soluzione e non come semplice produttore contrattista, ha all'attivo partnership con realtà EDA e con le compagnie IP offrendo supporto dalla progettazione alle tecnologie di processo, all'assemblaggio e al testing dei dispositivi.

Globalfoundries si impegnerà inizialmente nella produzione di dispositivi inerziali, switch RF e dispositivi ottici dedicandosi ad applicazioni consumer e mobile ad alti volumi. Bartlett ha precisato: "Ci sono altre applicazioni che continueremo a monitorare, ma siamo una realtà for-profit e dobbiamo generare fatturato".

Attualmente Globalfoundries produce dispositivi MEMS presso lo stabilimento di Singapore, le cui attività produttive sono basate su wafer a 200mm. La transizione verso la produzione a 300mm sarà dettata esclusivamente da motivazioni di natura economica anche se attualmente, osserva Bartlett, non v'è alcuna pressione per la riduzione dei costi di produzione.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^