Google, la nostra auto è sicura. E quei 13 incidenti scampati grazie all'uomo?

Google, la nostra auto è sicura. E quei 13 incidenti scampati grazie all'uomo?

Google ha pubblicato un report in cui evidenzia i casi in cui l'uomo ha dovuto prendere il sopravvento sui sistemi automatizzati delle self-driving car

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:01 nel canale Scienza e tecnologia
Google
 

Fra il 2014 e il 2015 i veicoli autonomi di Google sono stati protagonisti di 272 errori di valutazione e avrebbero portato ad incidenti più o meno gravi se un intervento umano non li avesse evitati. È quanto emerge sul più recente rapporto presentato dalla società al California Department of Motor Vehicles, che tutte le compagnie impegnate nella tecnologia per la guida autonoma devono consegnare alle autorità per stabilire o meno la reale sicurezza dei veicoli in cui viene implementata.

Prototipo guida autonoma, Google Koala

Fra le casistiche che le società devono riportare troviamo quelle situazioni in cui il "pilota di sicurezza", ovvero l'uomo delegato al controllo del corretto funzionamento dei sistemi automatizzati sulla vettura, ha avuto la necessità di intervenire per evitare il peggio. Durante il periodo di 15 mesi Google ha effettuato test su 49 automobili a guida autonoma, fra cui il suo caratteristico prototipo chiamato Koala e una flotta di Lexus RX450 modificate con tutti gli accorgimenti necessari per gli automatismi.

Le automobili hanno guidato del tutto autonomamente per circa 680 mila chilometri ma sono state coinvolte in 341 casi dove è stato consegnato il controllo al pilota di sicurezza perché i sensori non sapevano che pesci pigliare in determinate circostanze, o dove il conducente è dovuto intervenire per evitare il peggio. I 272 errori di cui parlavamo sopra sono un misto fra problemi di comunicazione fra le diverse parti della vettura, letture erronee dei dati ottenuti dai sensori o problemi generici di manovra.

Nei casi riportati la vettura è stata comunque in grado di segnalare la problematica catturando l'attenzione del conducente e inducendolo a prendere il controllo con segnali audio o visivi. Google ha tuttavia specificato anche che i suoi conducenti hanno preso il controllo della macchina "migliaia di volte", ma ha riportato nei documenti solo alcuni dei casi sulla base delle richieste delle leggi californiane, che necessitano di conoscere solo le situazioni in cui la macchina non riusciva a procedere spontaneamente.

Si sollevano quindi altri dubbi sulla reale efficacia delle tecnologie a guida autonoma. Da una parte troviamo molte società coinvolte nella ricerca e sviluppo degli automatismi, dall'altra l'ultimo report di Google lascia certamente qualche perplessità. Non si sono fatti aspettare i detrattori della tecnologia.

"Come può Google proporre una macchina senza volante, freni o conducente quando i suoi test indicano che in oltre 15 mesi la tecnologia ha fallito consegnando il controllo al conducente ben 272 volte, con il collaudatore che ha ritenuto di dover intervenire 69 volte?", ha dichiarato John M. Simpson, direttore del Privacy Project di Consumer Watchdog. Google è comunque l'unica ad aver pubblicato il suo report fra le sette società incaricate a farlo.

VW/Audi, Mercedes Benz, Delphi Automotive, Tesla Motors, Bosch e Nissan dovranno presentare a breve la propria documentazione, e sarà interessante vedere se le varie tecnologie siano già al passo con quelle di Google, o se il gigante di Mountain View sia al momento il riferimento per quanto riguarda la guida autonoma.

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NighTGhosT13 Gennaio 2016, 16:11 #1
Stica.......13 (tredici) ?!?!?!?!

Dunque.......contando che di test cars in giro non ce ne sono di certo migliaia e migliaia come in teoria dovrebbero in uno scenario di comune utilizzo............

Chi e' che non voleva piu' pagare l'assicurazione?

Io in....VENTI ANNI di patente ne ho fatti UNO.........e non per colpa mia, mi hanno tamponato.
RaZoR9313 Gennaio 2016, 16:14 #2
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Stica.......13 (tredici) ?!?!?!?!

Dunque.......contando che di test cars in giro non ce ne sono di certo migliaia e migliaia come in teoria dovrebbero in uno scenario di comune utilizzo............

Chi e' che non voleva piu' pagare l'assicurazione?

Io in....VENTI ANNI di patente ne ho fatti UNO.........e non per colpa mia, mi hanno tamponato.
Come riporta l'articolo sono 49 auto per un totale di 680k km, direi niente male considerando che si tratta di una tecnologia che sarà in fase di sviluppo per almeno altri 2-5 anni.

Ogni anno muoiono 1.24 milioni di persone per incidenti stradali, direi che è un risultato migliorabile.
Mparlav13 Gennaio 2016, 16:18 #3
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Stica.......13 (tredici) ?!?!?!?!

Dunque.......contando che di test cars in giro non ce ne sono di certo migliaia e migliaia come in teoria dovrebbero in uno scenario di comune utilizzo............

Chi e' che non voleva piu' pagare l'assicurazione?

Io in....VENTI ANNI di patente ne ho fatti UNO.........e non per colpa mia, mi hanno tamponato.


Tu sì che hai capito tutto

P.S.: Non c'erano abbastanza nel tuo post
NighTGhosT13 Gennaio 2016, 16:19 #4
Originariamente inviato da: RaZoR93
Come riporta l'articolo sono 49 auto per un totale di 680k km, direi niente male considerando che si tratta di una tecnologia che sarà in fase di sviluppo per almeno un altro paio di anni.


Stai scherzando spero

E' da UN ANNO ALMENO che Google sta effettuando questi test.......49 auto.......680.000 km percorsi........TREDICI SINISTRI?!?!?!

C'e' una branca della matematica che si chiama statistica........utile a riportare i risultati ottenuti in ambienti piccoli di test..........in ambienti molto piu' grandi come appunto la realta' operativa.

Devo farti notare io cosa succederebbe........se invece di 48 auto fossero 480.000 (meno della meta' delle Volkswagen in italia incriminate dal dieselgate)......e i km qualche milione?

OK.........UN MACELLO in pratica.
emanuele8313 Gennaio 2016, 16:23 #5
Originariamente inviato da: RaZoR93
Come riporta l'articolo sono 49 auto per un totale di 680k km, direi niente male considerando che si tratta di una tecnologia che sarà in fase di sviluppo per almeno altri 2-5 anni.

Ogni anno muoiono 1.24 milioni di persone per incidenti stradali, direi che è un risultato migliorabile.


per almeno altri 2-5 quinquenni vorrai dire. Il problema è che occorre una standardizzazione forte per questo tipo di auto e il legislatore, come al solito è in ritardo. Senza contare le beghe legali in caso di sinistro. Sono convinto che il futuro sia questo, ma come al solito stanno facendo lo sviluppo al contrario. prima occorre avere una base solida di norme e standard di progettazione, poi si può passare alla prototipazione ed infine alla vendita. Se ognuno fa come vuole allora i benefici vanno a quel paese --> esempio: supponiamo di avere 10k macchine che viaggiano sulal stessa autostradae tutte a guida autonoma, occorre uno standard che colleghi ogni auto a quella vicina per garantire più alta sicurezza e migliore gestione del traffico. Imho siamo ancora anni luce lontano dalla vendita al privato.
RaZoR9313 Gennaio 2016, 16:29 #6
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Stai scherzando spero

E' da UN ANNO ALMENO che Google sta effettuando questi test.......49 auto.......680.000 km percorsi........TREDICI SINISTRI?!?!?!

C'e' una branca della matematica che si chiama statistica........utile a riportare i risultati ottenuti in ambienti piccoli di test..........in ambienti molto piu' grandi come appunto la realta' operativa.

Devo farti notare io cosa succederebbe........se invece di 48 auto fossero 480.000 (meno della meta' delle Volkswagen in italia incriminate dal dieselgate)......e i km qualche milione?

OK.........UN MACELLO in pratica.
Che io sappia è almeno dal 2012 che Google esegue test reali del proprio software (che ha iniziato la fase di sviluppo nel 2009), ma come ho detto non arriveranno sul mercato prima di svariati anni ancora e il numero di potenziali incidenti che sono stati evitati è poco rilevante se non si conoscono le condizioni specifiche di ogni singolo caso. è cosa nota che i software per guida autonoma hanno problemi in casi specifici, come possono essere alcune condizioni ambientali (neve) o stradali (cantieri), ecc. Nulla che non possa essere risolto nei prossimi anni.

Originariamente inviato da: emanuele83
per almeno altri 2-5 quinquenni vorrai dire.
Ma assolutamente no, almeno dal punto di vista tecnologico. Ci sarà sicuramente un delay legislativo che varierà da paese a paese, ma quantificare quest'ultimo è impossibile.
NighTGhosT13 Gennaio 2016, 16:33 #7
E' proprio questo il problema Razor.....con 49 macchine e 680.000 km......si.....puoi chiamarli casi particolari.......


Ma quando aumenti drasticamente il numero del parco auto circolante e i km.......aumenti anche la frequenza in cui si verificano queste casistiche.....PROPORZIONALMENTE, eh.
nickmot13 Gennaio 2016, 16:36 #8
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Stica.......13 (tredici) ?!?!?!?!

Dunque.......contando che di test cars in giro non ce ne sono di certo migliaia e migliaia come in teoria dovrebbero in uno scenario di comune utilizzo............

Chi e' che non voleva piu' pagare l'assicurazione?

Io in....VENTI ANNI di patente ne ho fatti UNO.........e non per colpa mia, mi hanno tamponato.


Per quanto io non creda assolutamente nell'auto a guida autonoma faccio notare che quei 13 incidenti comprendono anche incidenti provocati da altri nei quali le gCar sono rimaste coinvolte come, ad esempio, tamponamenti ricevuti.
NighTGhosT13 Gennaio 2016, 16:39 #9
Originariamente inviato da: nickmot
Per quanto io non creda assolutamente nell'auto a guida autonoma faccio notare che quei 13 incidenti comprendono anche incidenti provocati da altri nei quali le gCar sono rimaste coinvolte come, ad esempio, tamponamenti ricevuti.


Bhe e' ovvio....le casistiche vanno anche studiate per poterne stilare una statistica.

Sarebbe bello sapere se, ad esempio, quel tamponamento e' avvenuto per una distrazione del conducente che stava seguendo la gcar.....o se e' stata la gcar a frenare senza ragione alcuna ad esempio.......o frenare eccessivamente ad un incrocio dove aveva la precedenza perche il software ha magari sbagliato qualche calcolo.....o i sensori.....e chi invece stava seguendo la gcar, sicuro della precedenza, si e' ingenuamente distratto.
nickmot13 Gennaio 2016, 16:41 #10
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Bhe e' ovvio....le casistiche vanno anche studiate per poterne stilare una statistica.

Sarebbe bello sapere se, ad esempio, quel tamponamento e' avvenuto per una distrazione del conducente che stava seguendo la gcar.....o se e' stata la gcar a frenare senza ragione alcuna ad esempio.......o frenare eccessivamente ad un incrocio dove aveva la precedenza perche il software ha magari sbagliato qualche calcolo.....o i sensori.....e chi invece stava seguendo la gcar, sicuro della precedenza, si e' ingenuamente distratto.


Ovvio, anche perché leggendo l'articolo si vede come il progetto sia ben lontano da non aver bisogno dell'intervento umano (cosa che credo sarà sempr enecessaria).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^