IBM renderà disponibile a terzi l'accesso alla tecnologia Watson

IBM renderà disponibile a terzi l'accesso alla tecnologia Watson

Strumenti di sviluppo e API saranno messe a disposizione degli sviluppatori che vorranno creare app in grado di sfruttare le capacità di cognitive computing di IBM Watson

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
IBM
 

Il supercomputer IBM Watson, noto per la sua capacità di rispondere alle più svariate domande poste in linguaggio naturale, si sta avvicinando sempre di più verso l'utilizzo pubblico con IBM che ha annunciato di voler rendere disponibile la tecnologia Watson come piattaforma di sviluppo nel cloud per consentire ad una community di sviluppatori sparsa per il mondo di costruire una nuova genrazione di app in grado di sfruttare le capacità cognitive computing di Watson.

Big Blue metterà a disposizione le risorse per lo sviluppo di applicazioni capaci di sfruttare Watson mediante IBM Watson Developers Cloud dove sarà possibile trovare un toolkit di sviluppo, contenuti formativi e l'accesso alle API di Watson. Grazie a questa iniziativa gli sviluppatori avranno la possibilità di disporre un controllo completo sul front-end di Watsno. Gli sviluppatori potranno inoltre scegliere tra due fonti di contenuti: i fornitori di app possono utilizzare i dati della propria azienda o accedere all’IBM Watson Content Store, che presenta contenuti di terzi che offrono risorse ricche di dati in grado di alimentare la conoscenza di Watson, in continua espansione.

Michael Rhodin, Senior Vice President, IBM Software Solutions Group, commenta: "Condividendo le capacità “cognitive” di IBM Watson puntiamo ad alimentare un nuovo ecosistema, in grado di accelerare l’innovazione, la creatività e lo spirito imprenditoriale. Con questa iniziativa, IBM compie un audace passo avanti nella nuova era del cognitive computing: insieme ai nostri partner, daremo vita a una nuova classe di applicazioni in grado di imparare dall’esperienza, di migliorare con ogni interazione e risultato e di contribuire alla risoluzione dei quesiti più complessi con cui si confrontano il settore e la società".

Sono tre i partner di IBM che hanno sviluppato le prime versioni delle app basate su Watson e che faranno il proprio ingresso sul mercato nel corso del 2014. Fluid Retail, realtà impegnata nella realizzazione di soluzioni shopping online per coinvolgere maggiormente il cliente, sta sviluppando Fluid Expert Personal Shopper(SM) bsato su IBM Watson. L’app sfrutta la capacità di Watson di comprendere le sfumature del linguaggio umano e di scoprire le risposte analizzando i Big Data offrendo agli utenti un supporto cognitivo per aiutarli ad orientarsi nei propri acquisti.

MD Buyline è invece un fornitore di soluzioni per la catena di fornitura per ospedali e sistemi sanitari che sta sviluppando un app che consentirà agli utenti clinici e finanziari di prendere decisioni informate in tempo reale, in merito all’acquisto di dispositivi medici, per migliorare la qualità, il valore, gli esiti e la soddisfazione dei pazienti. Hippocrates powered by IBM Watson fornirà agli utenti l’accesso ad un assistente di ricerca, che offre rapide raccomandazioni basate sulle evidenze, tratte da un patrimonio di dati, per assicurare che le organizzazioni mediche prendano le decisioni migliori per le esigenze dei loro medici e pazienti.

Infine Welltolk, realtà pioniera nel campo emergente del Social Health Management, sta sviluppando un’app in grado di creare programmi personalizzati per i consumatori, chiamati Intelligent Health Itineraries. Questi programmi saranno affiancati da piani di assicurazione sanitaria e da operatori sanitari e comprenderanno attività e programmi di gestione delle condizioni cliniche, premieranno inoltre gli utenti che adottano comportamenti sani. Sfruttando la capacità di Watson di apprendere da ogni interazione, l’app offrirà informazioni su misura per le esigenze sanitarie di ogni individuo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^