Il mining di Bitcoin ed Ethereum consuma come interi Stati

Il mining di Bitcoin ed Ethereum consuma come interi Stati

Bitcoin ed Ethereum sono due tra le più famose criptovalute. La loro estrazione però costa caro, soprattutto in termini energetici: il solo mining di Bitcoin, ad esempio, consuma più energia della città di Milano.

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 18:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

I consumi del mining di criptovalute sono aumentati esponenzialmente negli ultimi mesi. Digiconomist ha pubblicato un'interessante stima dei consumi, arrivando a conclusioni inaspettate: Bitcoin ed Ethereum consumano complessivamente più di uno Stato come la Siria.

Il "sistema" Bitcoin consuma, secondo le stime, circa 14,5 TWh, mentre Ethereum si ferma a "soli" 4,7 TWh. Il primo arriva a consumare quasi quanto l'intero Turkmenistan, Stato da più di 5 milioni di abitanti, mentre il secondo approssima i consumi della Moldova, con circa 3 milioni di abitanti.

Per aiutare a mettere le cose in prospettiva è possibile fare un confronto con la realtà italiana. Secondo i dati ISTAT, il consumo di energia elettrica pro capite della città di Milano nel 2012 era pari a 1024,6 kWh. Ipotizzando che la popolazione sia rimasta stabile tra il 2012 e il 2016 e utilizzando i dati messi a disposizione dal Comune riguardo la popolazione residente al 31 dicembre 2016, è possibile stabilire che il consumo annuale della città di Milano è pari a circa 12,3 terawatt. Questo numero è già di per sé significativo, ma è equivalente a circa i due terzi del consumo complessivo del cryptomining.

Tutto questo riporta il problema del consumo di energia e dello spreco di energia al centro della discussione, in un momento in cui l'opinione pubblica sembra essere più sensibile alle tematiche ambientali anche per via di decisioni politiche non sempre condivisibili.

Quello che può sembrare un atto piccolo e innocuo - l'uso della propria GPU per il cryptomining - è in realtà inserito in un contesto molto ampio di tanti altri gesti che sono individualmente piccoli e innocui. La somma di tutti questi atti, però, porta a numeri enormi. Il problema evidenziato dai critici è che a questo dispendio enorme di energia non conseguirebbe alcun vantaggio per l'umanità - è tutto puramente virtuale e non c'è alcun guadagno reale in termini di utilità di ciò che viene calcolato o prodotto, perché il principio alla base delle criptovalute è di tipo speculativo-finanziario e non poggia su alcuna base reale affidandosi esclusivamente al concetto di mercato (domanda/offerta).

Il modello attuale non sembra quindi essere sostenibile, almeno dal punto di vista ambientale. Tanta energia - e, di conseguenza, tante risorse - vengono utilizzate per il solo guadagno monetario. Ethereum sembra direzionata verso un cambio di algoritmi che ridurrebbe i consumi. L'uso di questi centri di calcolo distribuiti potrebbe essere utile nel calcolo scientifico e un utilizzo di questo tipo porterebbe vantaggi a tutti, di fatto accontentando anche le frange più critiche.

445 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alexdal07 Luglio 2017, 18:16 #1
ossia per generare 2milioni di bitcoin mettiamo a 2000 euro 4miliardi che costano quanto 4 centrali nucleari.
meglio l'oro almeno se si rompe l'hard disk non perdi tutto
mar8107 Luglio 2017, 18:17 #2
BTC brutti e cattivi! C'è un acco di gente a cui rode non fare soldi con le crypto

Anche hwupgrade non serve a nulla (a differenza di btc...) e consuma energia
marcram07 Luglio 2017, 18:45 #3
Certo, e i computer da centinaia di watt collegati a schermi da 40 pollici e impianto hifi accesi per ore per videogiocare? E i miliardi di dispositivi connessi a Facebook? Nessuno ha fatto conto dei consumi? Con la differenza che il mining di criptovalute ha in realtà un'utilità che alcuni non riescono a vedere... Come la ricerca spaziale...
Aryan07 Luglio 2017, 19:45 #4
E quelli che si coltivano la maria in casa quanto consumano?
TheDarkAngel07 Luglio 2017, 20:06 #5
Credo di non aver mai mai mai letto una frase più stupida in tutta la mia vita

"Il modello attuale non sembra quindi essere sostenibile, almeno dal punto di vista ambientale. [B][I][U]Tanta energia - e, di conseguenza, tante risorse - vengono utilizzate per il solo guadagno monetario.[/U][/I][/B]"
emac70007 Luglio 2017, 20:14 #6
Per non parlare delle banconote disboschiamo per la carta, usiamo petrolio per l'inchiostro, varie fonti non rinnovabili per la produzione dei macchinari e per l'elettricità e alle sue spalle c'è solo la fiducia...

Dark_Lord07 Luglio 2017, 20:18 #7
sta gente ha rovinato il mercato delle vga usate, per non parlare che è praticamente impossibile acquistare una 570-580, il tutto per elemosinare pochi spiccioli, vadano a lavorare
xxxyyy07 Luglio 2017, 20:27 #8
Non me ne intendo, però vorrei solo sapere se il valore prodotto dalla criptovaluta e superiore al consumo di energia. Qualcuno sa rispondermi?
Dark_Lord07 Luglio 2017, 20:31 #9
Originariamente inviato da: xxxyyy
Non me ne intendo, però vorrei solo sapere se il valore prodotto dalla criptovaluta e superiore al consumo di energia. Qualcuno sa rispondermi?


ovviamente sì, quello che resta è poco o nulla, ma lo fanno con la speranza di specularci sopra, solo perché hanno visto che all'epoca con bitcoin qualcuno si è arricchito per davvero.
Delling07 Luglio 2017, 20:33 #10
Interessante. Facebook invece quanta energia consuma, e quali benefici porta all'umanità?

Le tecnologie basate sulle blockchain *sono* ricerca scientifica: uno dei campi più promettenti che ci sono attualmente, oserei dire.

Pensare che sia solo speculazione economica vuol dire non aver capito un cazzo. Che per carità, non è reato, eh. Però non è obbligatorio aprire la bocca su argomenti che non si capiscono.

Ah, no aspetta: è uno dei grandi vantaggi che Facebook ha portato all'umanità in effetti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^