Importanti passi avanti nel teletrasporto quantistico

Importanti passi avanti nel teletrasporto quantistico

Un gruppo di ricercatori è stato in grado di trasportare ad alta velocità un insieme di informazioni quantistiche, preservandone la loro integrità

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:56 nel canale Scienza e tecnologia
 

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Tokyo e dell'Università del Nuovo Galles del Sud sono stati in grado di raggiungere un importante traguardo nel campo delle comunicazioni quantistiche, trasportando o, per meglio dire, teleportando, un insieme di informazioni quantistiche da un punto ad un altro. Il risultato conseguito dai ricercatori consentirà di compiere importanti passi avanti nel campo delle trasmissioni di informazione ad alta velocità ed alta fedeltà utilizzando le reti quantistiche.

Il teleporting quantistico è una delle fondamentali tecniche di comunicazione nel campo della meccanica quantistica. Eleanor Huntington, professore della School of Engineering and Information Technology presso l'UNSW, ha spiegato: "Una delle limitazioni nelle comunicazioni quantistiche ad alta velocità è rappresentata dalla compromissione dell'informazione durante il processo di teleport. [...] Il nostro esperimento ci permette di garantire l'integrità della trasmissione". L'esperimento, i cui dettagli non sono stati divulgati, viene descritto sul numero di Aprile della rivista Science.

I ricercatori sono stati in grado di trasferie un complesso insieme di informazioni quantistiche che esistono in uno stato di superposizioni quantiche, ovvero esistono in due stati differenti in maniera simultanea; l'informazione è stata "spostata" da un luogo ad un altro preservando l'integrità delle superposizioni.

Prosegue Huntington: "Qualunque tecnologia quantistica si basa sul teleport quantistico. Il valore di questa scoperta ci consente, per la prima volta, di spostare in maniera rapida ed affidabile l'informazione quantistica. Questa informazione può essere trasportata dalla luce ed è una maniera molto potente per rappresentare e processare l'informazione. I precedenti tentativi di trasporto dell'informazione quantistica si sono rivelati piuttosto lenti oppure hanno dato luogo ad una variazione dell'informazione trasportata. Il risultato del nostro esperimento ci dice che è possibile spostare blocchi di informazione quantistica all'interno di un computer o attraverso una rete, proprio come accade con le tecnologie esistenti oggi".

L'esperimento rappresenta un passo avanti verso la realizzazione del computer quantistico, dove l'unità di informazione è rappresentata dai qbit i quali possono assumere il valore di 0, 1 o ambedue simultaneamente. Dal punto di vista teorico, i computer quantistici sono caratterizzati da una potenza elaborativa di diversi ordini di grandezza superiore a quella dei computer tradizionali. Spesso, quando si parla di computer quantistici, si porta l'esempio della loro possibilità di scomporre in fattori primi numeri molto grandi, ovvero il principio che sta alla base degli attuali sistemi di cifratura dell'informazione.

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth19 Aprile 2011, 12:14 #1
E io che pensavo a Spock....

In realtà è solo trasferimento dati.....

Mith8919 Aprile 2011, 12:23 #2
praticamente istantaneo però! scusa se è poco...
ShinjiIkari19 Aprile 2011, 12:43 #3
Ma perché nessuno parla della fusione fredda? Costruiscono a ottobre la prima centrale da 1MW a fusione fredda, creata da un italiano, potrebbe essere la soluzione al problema energetico e nessuno ne parla. Io non capisco.
frankie19 Aprile 2011, 12:52 #4
Perchè semplicemente non è tutto chiaro. Ok bombardare con dell'idrogeno il nichel e poi trovare Rame, ma le misure e i meccanismi sottostanti non sono molto chiari e verificati sperimentalmente.
nico88_bt19 Aprile 2011, 13:01 #5
L'esperimento rappresenta un passo avanti verso la realizzazione del computer quantistico, dove l'unità di informazione è rappresentata dai qbit i quali possono assumere il valore di 0, 1 o ambedue simultaneamente. Dal punto di vista teorico, i computer quantistici sono caratterizzati da una potenza elaborativa di diversi ordini di grandezza superiore a quella dei computer tradizionali. Spesso, quando si parla di computer quantistici, si porta l'esempio della loro possibilità di scomporre in fattori primi numeri molto grandi, ovvero il principio che sta alla base degli attuali sistemi di cifratura dell'informazione.


spero un giorno di vederne uno...
Neo81Na19 Aprile 2011, 13:03 #6
fusione fredda? ma sei pazzo... hahahah tutti sanno che non esiste è una montatura.. come l'energia solare.... l'unica energia esistente è il petrolio... non esiste nient'altro e se fossi in te non continuerei a raccontare queste favole altrimenti veniamo a prenderti e ti mettiamo in un pilastro di cemento...

su ripeti con me.. .
...il petrolio è bello.. .
...il petrolio è mio amico...
...il petrolio è infinito!!!

spero averti risposto alla tua domanda
hermanss19 Aprile 2011, 13:19 #7
fusione fredda? ma sei pazzo... hahahah tutti sanno che non esiste è una montatura.. come l'energia solare.... l'unica energia esistente è il petrolio... non esiste nient'altro e se fossi in te non continuerei a raccontare queste favole altrimenti veniamo a prenderti e ti mettiamo in un pilastro di cemento...

su ripeti con me.. .
...il petrolio è bello.. .
...il petrolio è mio amico...
...il petrolio è infinito!!!

spero averti risposto alla tua domanda


MaXcore19 Aprile 2011, 13:43 #8
mentre si scherza.... le gente si applica sul serio... cosa di non poco conto!
sbudellaman19 Aprile 2011, 13:47 #9
Quindi è confermata ufficialmente la FTL per quanto riguarda per lo meno le informazioni. Non vale più il teorema che queste non possono essere trasmesse oltre la velocità della luce, giusto ?
gondsman19 Aprile 2011, 13:55 #10
No, le informazioni continuano a non essere trasmissibili a una velocita' superiore a quella della luce. E' un paradosso ben noto in meccanica quantistica come paradosso EPR. (http://it.wikipedia.org/wiki/Parado...-Podolsky-Rosen)
In buona sostanza affiche' il destinatario possa leggere il messaggio e' necessario che il mittente comunichi il risultato di una misurazione attraverso un canale classico (quindi soggetto alla limitazione sulla velocita' di trasmissione). Senza questa misurazione si e' trasferito uno stato, ma questo ha un contenuto informativo nullo per il ricevente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^