Intel studia i computer con capacità di apprendimento

Intel studia i computer con capacità di apprendimento

Piccoli sistemi indossabili capaci di osservare l'utente ed apprendere nozioni e modelli di comportamento dalle sue attività. E' questo il futuro, secondo Intel

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:36 nel canale Scienza e tecnologia
Intel
 

Le attività di ricerca in cui è impegnata Intel non riguardano solamente il mondo dei semiconduttori in senso stretto ma vanno spesso a toccare anche aree al limite della fantascienza. Il colosso dei processori, tra i tanti progetti di ricerca all'attivo, sta cercando infatti di sviluppare computer con capacità di apprendimento e ha deciso di operare un significativo investimento che potrebbe consentire di realizzare dispositivi capaci di imitare in parte alcuni modelli di funzionamento del cervello umano entro il 2014 o il 2015.

Il progetto è portato avanti dall'Intel Collaborative Research Institute for Computational Intelligence, che lavorerà coordinandosi con Techion di Haifa e con la Hebrew University di Gerusalemme. Nello specifico i ricercatori collaboreranno alla realizzazione di piccoli computer indossabili che quotidianamente osservano l'utente e apprendono nozioni dalle sue attività.

Intel ha portato un esempio abbastanza esplicativo, in cui uno di questi piccoli sistemi aiuta un individuo a ricordare dove ha lasciato le chiavi dell'automobile grazie all'osservazione dell'utente stesso e delle sue attività. Nelle settimane successive il dispositivo ricorderà all'utente di prendere le chiavi prima di lasciare l'abitazione.

Secondo Intel la crescita esponenziale del numero di transistor che possono essere collocati su un singolo chip è tale da portare, nel giro di dieci anni, ad avere chip con un numero di transistor che eccedono i neuroni del cervello umano. Secondo il gigante di Santa Clara sarà possibile assistere, nel corso del futuro prossimo, dispositivi elettronici in grado di imitare il funzionamento degli apparati sensoriali umani, simili a quanto descritto sopra.

I precursori di questo progetto sono già apparsi in alcuni altri progetti di Intel. Lo scorso anno la compagnia ha lavorato assieme ad Adidas per realizzare un display da collocare al pubblico, capace di identificare se il suo osservatore sia un adulto o un bambino, un uomo o una donna, e di mostrare prodotti e pubblicità su misura per l'osservatore.

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav25 Maggio 2012, 10:42 #1
Se apprende va' bene, ma se acquisisce "consapevolezza di sè", diventa un problema
iorfader25 Maggio 2012, 11:00 #2
Originariamente inviato da: Mparlav
Se apprende va' bene, ma se acquisisce "consapevolezza di sè", diventa un problema


Althotas25 Maggio 2012, 11:06 #3
Conoscendo come ragionano oltreoceano, e sapendo che gli interessa far quattrini in qualunque modo (e senza ritegno alcuno - vedi p.e. le banche), un "coso" del genere lo vedrei più come una spia che altro, purtroppo
iorfader25 Maggio 2012, 11:08 #4
Originariamente inviato da: Althotas
Conoscendo come ragionano oltreoceano, e sapendo che gli interessa far quattrini in qualunque modo (e senza ritegno alcuno - vedi p.e. le banche), un "coso" del genere lo vedrei più come una spia che altro, purtroppo


intendi l'intersect?
Anake25 Maggio 2012, 11:36 #5
Molto interessante, sarebbe bello leggere un'articolo su questo argomento invece di una news, magari con qualche approfondimento e con riferimenti un po' più precisi e sensati (un display che riconosce l'età di chi ha di fronte mi sembra un esempio pessimo di "computer che apprende". Cosa apprende? Ha un modello per classificare chi gli sta di fronte... non apprende nulla, o comunque la parte di riconoscimento non è quella che apprende come è scritto nella news)
pabloski25 Maggio 2012, 11:57 #6
Ah ecco, mi sembrava troppo bello. Praticamente è l'ennesima accozzaglia di algoritmi stocastici, che estraggono dati, secondo loro, significativi osservando una marea di azioni che un poveraccio esegue ogni santo giorno.

Se questa è IA, allora io sono Asimov
sbudellaman25 Maggio 2012, 12:10 #7
Originariamente inviato da: Mparlav
Se apprende va' bene, ma se acquisisce "consapevolezza di sè", diventa un problema


Io sarei disposto a correre il rischio
calcolatorez3z2z125 Maggio 2012, 12:26 #8
Originariamente inviato da: Mparlav
Se apprende va' bene, ma se acquisisce "consapevolezza di sè", diventa un problema


e cosa mai può accadere????
Valmo25 Maggio 2012, 12:56 #9
non sento il bisogno di un pc che mi stressa "hai preso le chiavi di casa?" "hai chiuso il gas?"...c'è già la morosa per quello
calcolatorez3z2z125 Maggio 2012, 13:19 #10
Originariamente inviato da: pulsar68
Guarda il film "2001 Odissea nello spazio" e poi facci sapere
Lui si chiamava HAL9000


be....poco realistico .Il mio pensiero anda al più al Master Control Program di Tron

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^