Internet e il problema del secondo in più del 2015

Internet e il problema del secondo in più del 2015

Nel 2015 gli orologi atomici aggiungeranno un secondo in più. Un balzo che può sembrare insignificante, ma che potrebbe causare qualche problema e qualche bug imprevedibile ai sistemi informatici

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Il prossimo 20 giugno alle 23:59:59 gli orologi atomici del pianeta si prenderanno una breve pausa di un secondo. Oppure, vedendola da un altro punto di vista, dovranno fare un secondo in più di straordinari passando alle inusitate 23:59:60 prima delle più consuete 00:00:00 dell'1 luglio 2015.

L'Osservatorio di Parigi ha infatti annunciato questa settimana l'aggiunta di un secondo nel corso dell'anno 2015, operazione che saltuariamente si rende necessaria per mantenere gli orologi terrestri al passo con le imprevedibili variazioni del tempo astronomico, in questo caso dovuto al rallentamento della rotazione terrestre.

Questa pratica è avvenunta per la prima volta nel 1972 e quello di quest'anno è il 26esimo secondo aggiunto nell'arco di 43 anni e certamente non sarà l'ultimo. I secondi vengono aggiunti con una cadenza non regolare e imprevedibile, dal momento che dipendono da quei grandi eventi (come i terremoti o gli attriti di marea) che rallentano, come accennato, la rotazione della terra. E' compito degli scienziati dell'International Rotation Service tenere sotto controllo questi eventi e determinare quando sia necessario apportare variazioni allo scorrere degli orologi atomici.

L'aggiunta di un secondo può però causare qualche grattacapo al mondo dei computer. Qualcosa di vagamente simile al famoso millennium bug, il quale però fu un evento singolo ben definito. Il balzo di un secondo, come detto precedentemente, è invece pratica ricorrente.

L'ultima aggiunta di secondo si è resa necessaria nel corso del 2012: in quell'occasione vari siti web (Foursquare, Reddit, LinkedIn, StumbleUpon) sono andati incontro ad un crash. Nel caso di Reddit, ad esempio, il problema è stato attribuito ad un sottosistema del kernel Linux che è andato incontro ad un malfunzionamento quando ha trovato un secondo in più dopo aver controllato il Network Time Protocol. Linus Torvalds ebbe allora modo di commentare: "Ogni volta che c'è un balzo di secondo troviamo qualcosa. E' davvero fastidioso perché si tratta di un esempio classico di un codice che di base non opera mai e per questo motivo non viene testato dagli utenti in condizioni standard".

In queste situazioni sono le singole realtà e compagnie che sono obbligate a mettere a punto i loro stratagemmi per aggirare il problema. Si potrebbe pensare che l'accorgimento più pratico potrebbe essere quello di riportare indietro di un secondo gli orologi alla fine del giorno, in maniera tale che lo scatto alle 00:00:00 del giorno successivo avvenga in sincronia con gli orologi atomici. Questa soluzione comporterebbe anch'essa una serie di problemi: cosa potrebbe accadere, ad esempio, alle operazioni di scrittura che avvengono in quel secondo? Una mail consegnata in quel secondo verrebbe stoccata correttamente? Bisogna procedere per altre strade.

Il miglior esempio è il "leap smear" (letteralmente "salto spalmato") adottato da Google: il secondo da aggiungere viene diviso in millisecondi che sono sparpagliati in maniera impercettibile lungo tutto l'arco della giornata. In questo modo al termine del giorno gli orologi si sono già "portati avanti" spalmando il secondo aggiuntivo nel corso delle 24 ore precedenti. Di contro non tutte le realtà possono contare sulle risorse ingegneristiche che ha Google per poter implementare soluzioni come il "leap smear" e durante la prossima estate, quando giugno cederà il passo a luglio, sarà possibile imbattersi in qualche malfunzionamento qua e là.

Al di là di qualche furbizia ingegneristica, comunque, poco si può fare. Il Telegraph osserva come negli Stati Uniti vi sono correnti di pensiero secondo le quali si potrebbe abbandonare la pratica di aggiungere secondi quando necessario, ma così facendo si andrebbe a sganciare il tempo civile dalla rotazione terrestre (che definisce il giorno solare), collocandolo su un percorso che diverge all'infinito da quanto scandito dal nostro pianeta. Una ipotesi di questo tipo è in corso di valutazione da diversi anni e proprio nel corso del 2015 potrebbe essere presa una decisione in materia.

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cloud7609 Gennaio 2015, 11:24 #1
Altro che un secondo... qua c'è da anticipare di un mese redistribuendo le stagioni, ormai è da un po' che il caldo e l'afa arrivano a Giugno/Luglio e non più ad Agosto.
Marok09 Gennaio 2015, 11:35 #2
Originariamente inviato da: Cloud76
Altro che un secondo... qua c'è da anticipare di un mese redistribuendo le stagioni, ormai è da un po' che il caldo e l'afa arrivano a Giugno/Luglio e non più ad Agosto.


Allora sarà meglio suddividere le stagioni in base alle regioni, perchè invece nel centro Italia fa caldo fino a dicembre e i mesi estivi piove di continuo fino ad agosto...non ci son più le... stagioni
Cloud7609 Gennaio 2015, 11:38 #3
e già... non ci sono più né le stagioni né le mezze stagioni... un macello!
gd350turbo09 Gennaio 2015, 11:44 #4
Questo conferma la fragilità del mondo in cui viviamo...

Un invasiore alieno, non avrà bisogno di armi sofisticate per conquistarci, gli basterà spostare gli orologi !
aqua8409 Gennaio 2015, 12:07 #5
[FONT="Georgia"]Ma è una notizia seria? O una presa per il cu.. ??
Ma veramente tutto sto casino per una differenza di 1 secondo??

No dai nn ci posso credere, qui c'è gente pagata apposta per creare dei casini quando non ci sono.

Tanto finirà come il mega bug del Millennium Bug, che poi non c'è stato un bel niente. Figuriamoci qui con sta cosa...

Ripeto che si sta parlando di 1 SECONDO.
Non 1 mese, non 1 anno.

Ma pensano davvero che il computer se trova che l'ora è 10.15 invece di 10.14 impazzisce?? Skynet? [/FONT]
cignox109 Gennaio 2015, 12:30 #6
"Ma pensano davvero che il computer se trova che l'ora è 10.15 invece di 10.14 impazzisce?? Skynet?"

Non sottovalutare la fragilitá con cui é costruito il software: se il codice ha una funzione che da per scontato che ogni lettura dell'orario risulterá in un valore maggiore di ogni lettura precedente, questo puó essere un problema.

Immagina ad esempio un codice che usa una variabile unsigned per calcolare la differenza t2 - t1. I programmatori hanno pensato che t2-t1 sará sempre e comunque positivo e quindi hanno usato un unsigned per estendere il range supportato. Poi arriva questo salto e si ritrova un valore fasullo in memoria con cui chissá poi che ci fanno.

Questo é solo un esempio che mi é venuto in mente su due piedi...
Cooperdale09 Gennaio 2015, 12:37 #7
Si dovrebbe smettere di aggiungere secondi e finirla lì. In 10000 anni potrebbe succedere che tra il tempo civile e la rotazione terrestre ci sia un ritardo di circa un'ora: e allora? Ma poi chi ci crede che tra 10000 anni non ci saremo già annientati a vicenda?
Speedy L\'originale09 Gennaio 2015, 12:40 #8
A vedere è successo 26 volte in 43 anni, praticamente più di una volta ogni 2 anni e il problema salta fuori solo ora?

A vedere il problema non dovrebbe essere una novità..
aqua8409 Gennaio 2015, 12:40 #9
Originariamente inviato da: cignox1
"Ma pensano davvero che il computer se trova che l'ora è 10.15 invece di 10.14 impazzisce?? Skynet?"

Non sottovalutare la fragilitá con cui é costruito il software: se il codice ha una funzione che da per scontato che ogni lettura dell'orario risulterá in un valore maggiore di ogni lettura precedente, questo puó essere un problema.

Immagina ad esempio un codice che usa una variabile unsigned per calcolare la differenza t2 - t1. I programmatori hanno pensato che t2-t1 sará sempre e comunque positivo e quindi hanno usato un unsigned per estendere il range supportato. Poi arriva questo salto e si ritrova un valore fasullo in memoria con cui chissá poi che ci fanno.

Questo é solo un esempio che mi é venuto in mente su due piedi...

[FONT="Georgia"]intanto grazie per la risposta.
la mia era solo una provocazione, ma in realtà sarei proprio curioso di capire BENE il motivo di questo "eventuale casino".

Tu mi hai fatto un esempio, ok, ma tutti noi (credo) teniamo sincronizzata l'ora appunto con questi server che ci danno l'ora esatta.
Se è stata creata questa cosa è xchè evidentemente in computer che abbiamo non sono in grado di tenere lo stesso "ritmo" di quelli atomici (o sbaglio).
Questo per dire che chissà quante volte al giorno, al mese, all'anno, viene spostato l'orario dei computer da +1 a -1 secondi (per non parlare di chi magari ha proprio orari sballati del tutto).[/FONT]
cignox109 Gennaio 2015, 12:57 #10
"Tu mi hai fatto un esempio, ok, ma tutti noi (credo) teniamo sincronizzata l'ora appunto con questi server che ci danno l'ora esatta."

Hai ragione, ed infatti ho fatto un esempio scemo che neppure io so se sia valido (per ragioni tecniche su cui sorvolo).

Dico solo che non mi stupirebbe se uno dei componenti base di un SO si incastrasse in circostanze anomale. Poi, é vero anche che questa non é la prima volta e che se non é crollato il mondo prima non succederá neppure adesso, peró su applicazioni che molto si basano sulla sincronizzazione tra diverse componenti, puó essere che qualcosa salti per un pó...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^