La Cina spinge sull'AI, con un concorso da 300 mila dollari

La Cina spinge sull'AI, con un concorso da 300 mila dollari

All'interno della Grande Muraglia l'obiettivo è chiaro: diventare la prima potenza mondiale nel campo dell'intelligenza artificiale. Tre realtà della tecnologia mettono insieme dati e fondi per istituire un concorso

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

La Cina non sembra lasciare dubbi sulla volontà di collocarsi al primo posto per quanto riguarda la ricerca e la competenza nel campo dell'Intelligenza Artificiale. Tre tra le principali realtà tecnologiche cinesi, Sougou, Sinovation Ventures e Bytedance, hanno unito le forze mettendo insieme fondi e un pool di dati creando il concorso AI Challenger.

Con un montepremi complessivo di 2 milioni di yuan (circa 300 mila dollari), il concorso andrà a valutare i progetti innovativi nel campo della ricerca AI proposti dai concorrenti, i quali potranno accedere ad un insieme di dati comprensivo di 300 mila oggetti-immagine e oltre 10 milioni di contenuti testuali.

Chi parteciperà al programma potrà quindi avere a disposizione un volume di informazione sufficiente da poter avviare qualsiasi progetto di machine learning, istruendo l'AI tramite i dati e allenando gli algoritmi alla creazione di correlazioni, deduzioni e pattern, con l'obiettivo di dar vita ad un sistema in grado di migliorare nel corso del tempo.

Il CEO di Sougou, Wang Xiaochuan, ha commentato: "Negli USA i professori e i ricercatori si lamenterebbero di essere alle spalle delle grandi aziende per via della mancanza di pool di dati. Qui abbiamo l'ambizione di creare un concorso di lunga durata per coltivare talenti, offrendo loro un ampio insieme di informazioni". La Cina rappresenta attualmente una delle tre principali nazioni nel campo della ricerca AI accanto agli USA e all'India.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^