La NASA torna in contatto con STEREO-B dopo 2 anni di silenzio assoluto

La NASA torna in contatto con STEREO-B dopo 2 anni di silenzio assoluto

L'agenzia spaziale ha comunicato di aver ricevuto un segnale da STEREO-B, navicella di cui si erano perse le tracce dal 2014

di Nino Grasso pubblicata il , alle 07:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

L'1 ottobre 2014 arrivava l'ultimo segnale di STEREO-B sulla Terra, almeno fino alla scorsa domenica quando la NASA è riuscita a recuperare un segnale dal veicolo utilizzando la Deep Space Network, una rete internazionale di antenne radio di grandi dimensioni utilizzata proprio per lo scopo di comunicare con le navicelle spaziali. L'agenzia è riuscita così a comunicare con la navicella dopo quasi due anni di silenzio assoluto, ritenendola ormai smarrita nell'enormità dello spazio.

STEREO-B

STEREO-B è una delle due navicelle del programma Solar Terrestrial Relation Observatory, da cui proviene il nome STEREO. L'obiettivo finale è di studiare più approfonditamente il Sole e capire in maniera più capillare il suo comportamento, nello specifico scoprire le origini delle espulsioni di massa coronale. Si tratta di massicce esplosioni di particelle cariche che a volte vengono emesse dal Sole e che viaggiano nello spazio fino a raggiungere la Terra scontrandosi infine con il suo campo magnetico e creando potenti tempeste geomagnetiche che possono disturbare le comunicazioni satellitari e la rete elettrica terrestre.

Al fine di studiare meglio i fenomeni la NASA ha lanciato STEREO-A e STEREO-B nel 2006 all'interno di orbite eliocentriche: la prima "davanti" la Terra, la seconda "dietro". Le diverse posizioni hanno consentito di ottenere diverse visuale del Sole che non possono essere riprese dal nostro pianeta. Nel corso del tempo i due veicoli hanno iniziato ad allontanarsi dalle loro orbite e probabilmente continueranno a farlo nel prossimo futuro. Negli ultimi due anni STEREO-B è stato offline dopo un reset avvenuto immediatamente prima dell'ultimo contatto.

Entrambi i veicoli si trovavano nella parte più distante dalla Terra in quel momento, quella in cui le comunicazioni sono più difficoltose. È per questo che la NASA aveva deciso di angolare le antenne dalla parte opposta del Sole per impedire eventuali problemi dovuti a surriscaldamento e imporre una modalità di sicurezza alle due navicelle. Prima di farlo ha iniziato alcuni test e reset di rito per verificare il corretto funzionamento delle componenti. Tutto è andato a buon fine su STEREO-A, ma STEREO-B non ha più inviato da allora segnali rivolti verso la Terra. La NASA ha cercato di mettersi in contatto con il veicolo attraverso la DSN, riuscendo a farlo solo lo scorso 21 agosto.

L'agenzia continuerà a comunicare con STEREO-B per verificare lo stato delle sue componenti e rimetterlo all'opera.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TonyVe24 Agosto 2016, 08:31 #1
Un segnale?
Si vede che è MONO.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^