Macchine contro umani: l'IA di Google batte ancora il campione di Go

Macchine contro umani: l'IA di Google batte ancora il campione di Go

AlphaGo di Google ha ancora una volta battuto quello che viene accreditato come il miglior campione di Go. La vittoria è stata comunque incerta fino all'ultimo momento

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:01 nel canale Scienza e tecnologia
Google
 

L'intelligenza artificiale di Google, AlphaGo, ha vinto ancora una volta. Questa volta ha battuto Ke Jie, il miglior giocatore di Go al mondo, con uno scarto di solo mezzo punto, ovvero il margine inferiore possibile nel gioco. Dopo la vittoria il CEO di DeepMind Demis Hassabis (società di proprietà di Google) ha spiegato che questo è stato quasi intenzionale perché l'intelligenza è progettata per aumentare le possibilità di vittoria, e non per aumentare il margine nel punteggio finale.

Chiamata Master, l'ultima versione dell'intelligenza artificiale ha avuto bisogno di una potenza computazionale di dieci volte inferiore rispetto a quella che era stata necessaria per battere Lee Sedol, sprigionata questa volta da un solo personal computer connesso ad un server in cloud di Google. Su YouTube si trova l'intera partita (di oltre 6 ore), in cui si vede come Master abbia raccolto un discreto vantaggio nelle fasi iniziali della partita, difficile da gestire per Jie.

Nei momenti in cui Jie si trovava in vantaggio, AlphaGo è sempre stato capace di riottenere la prima posizione assicurandosi che l'avversario umano avesse sempre meno possibilità di vittoria man mano che il match proseguiva. Secondo il campione umano, l'intelligenza artificiale ha compiuto per tutta la partita "manovre eleganti", soprattutto la ventiquattresima mossa che è stata definita come una "strategia ad alto livello" dando senso a tutte le pietre disposte sulla tavola.

Secondo il CEO di DeepMind, l'IA può essere programmata con metodi molto diversi, puntando non solo a battere l'avversario ma addirittura anche a surclassarlo con un gap nel punteggio finale consistente: "Vogliamo usare AlphaGo come strumento per la community di Go, in modo da consentire ai giocatori di migliorare la qualità delle proprie mosse". A tal scopo verranno rilasciati in seguito maggiori dettagli sull'architettura e sulle partite che giocherà nei prossimi giorni.

L'obiettivo finale è piuttosto elevato, come descritto da Hassabis: "Usare l'intelligenza artificiale in maniera più estesa nelle scienze e nella medicina per aiutare gli esperti umani ad ottenere risultati straordinari in breve tempo". La prossima partita verrà disputata giovedì contro due giocatori professionisti, mentre la terza sabato, in cui Master dovrà dare ancora una volta prova delle sue abilità sfidando ben cinque avversari che collaboreranno per non dargli tregua.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
buziobello25 Maggio 2017, 10:11 #1
Demis Hassabis, il genio dietro al level design di syndicate e soprattutto dietro al magnifico theme park, entrambi titoli di enorme successo della compianta Bullfrog...
arwar25 Maggio 2017, 12:06 #2
Originariamente inviato da: buziobello
Demis Hassabis, il genio dietro al level design di syndicate e soprattutto dietro al magnifico theme park, entrambi titoli di enorme successo della compianta Bullfrog...


Ha anche sviluppato black and white. Uomo molto intelligente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^