Obama annuncia: 'Andremo su Marte nel 2030'

Obama annuncia: 'Andremo su Marte nel 2030'

Gli USA su Marte negli anni fra il 2030 e il 2040, è questo il nuovo obiettivo fissato dal Presidente Obama all'interno di un articolo pubblicato da CNN

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:37 nel canale Scienza e tecnologia
 

La CNN ha di recente pubblicato un articolo scritto dal Presidente USA Barack Obama in cui vengono delineati i piani per mandare l'uomo su Marte nel 2030. Gli USA parlano di tempistiche simili dal 2010, ma nell'articolo il presidente ha divulgato qualche nuovo dettaglio: "Abbiamo fissato un obiettivo chiaro di vitale importanza per il prossimo capitolo della storia degli Stati Uniti", scrive Obama. "Mandare l'uomo su Marte intorno al 2030 e farlo tornare in sicurezza sulla Terra con l'ambizione di riuscire a rimanere lì per un periodo di tempo prolungato".

Per la prima volta gli USA hanno rivelato il modo con cui l'obiettivo verrà portato a compimento e prevede la collaborazione con realtà private: "Arrivare su Marte richiederà un rapporto di collaborazione continuato fra governo e innovatori privati, e siamo già sulla strada giusta. Entro i prossimi due anni le compagnie private invieranno astronauti sulla International Space Station per la prima volta in assoluto". Nello specifico la NASA e la Casa Bianca annunciano che compagnie spaziali private e commerciali potranno aggiungere moduli e capacità alla ISS.

Formalmente la missione della ISS terminerà nel 2020, e la NASA sta valutando le modalità in cui potrà venire utilizzata dopo quella data: una fra le opzioni è quella di offrire la stazione spaziale alle compagnie commerciali in modo che possa essere utilizzata come punto di lancio per la costruzione di altre stazioni nell'orbita terrestre bassa. L'idea nasce da una recente richiesta della NASA rivolta alle compagnie private riguardo al modo in cui queste vorrebbero utilizzare un dock d'attracco sulla ISS: "Il settore privato ha risposto con entusiasmo", ha scritto la NASA. "C'è un forte desiderio da parte delle compagnie statunitensi di attaccare un modulo commerciale sulla ISS che potrebbe soddisfare sia le esigenze della NASA che quelle degli imprenditori privati".

Un altro dettaglio rilasciato dal Presidente Obama è relativo alla costruzione di sistemi abitativi per i viaggi nello spazio profondo: "Sono entusiasta di annunciare che stiamo collaborando con i partner commerciali al fine di costruire nuovi habitat che possano sostenere e trasportare gli astronauti in missioni di lunga durata nello spazio profondo. Queste missioni ci insegneranno come l'uomo possa riuscire a vivere lontano dalla Terra, un'informazione di cui abbiamo bisogno per il lungo viaggio verso Marte". Si tratta di un'iniziativa del 2014, NextSTEP, che è adesso passata allo step due.

In questa fase sei compagnie sono state selezionate per sviluppare e produrre prototipi di moduli abitativi per lo spazio. La NASA ha condiviso nuovi dettagli su quello che succederà nei prossimi anni per riuscire a portare l'uomo su Marte. La prossima decade sarà sfruttata per i test necessari per dimostrare le capacità di sopravvivenza lontano dalla Terra per giorni e settimane, che saranno condotti nello spazio "cislunare" fra la Terra e la Luna. Quanto dichiarato da Obama, dalla NASA e dalla Casa Bianca reitera intenzioni dichiarate in passato, ma c'è ancora molto da fare.

Portare l'uomo a distanze così estreme rispetto a quanto mai raggiunto oggi implica decisi pericoli e un'ingente possibilità di morte in seguito a un fallimento della missione, come del resto aveva anticipato Elon Musk in seguito a dichiarazioni simili nel nome di SpaceX. Ci sono molti aspetti che possono non andare nel modo sperato e abbiamo ancora molte cose da imparare sulla vita nello spazio. Ma il viaggio su Marte è oggi uno degli argomenti più importanti fra quelli affrontati dalla community di esperti spaziali, e se entità come SpaceX e la NASA collaborassero davvero non sarebbe così impossibile riuscire a finalizzare l'obiettivo nei tempi indicati.

113 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash8812 Ottobre 2016, 14:00 #1
Arrivare per primi su Marte è troppo importante. Consentirà a chi lo farà per primo di raggiungere un traguardo storico per l'umanità. Se vogliono dimostrare di essere ancora una volta la Superpotenza mondiale questo è il progetto giusto.
Wonder12 Ottobre 2016, 14:07 #2
Beh, nella conquista dello spazio sono arrivati secondi praticamente in tutto
cerbert12 Ottobre 2016, 14:13 #3
L'obiettivo mi sembra fattibile: considerando che con il trend attuale, tra integralismi, guerre giuste, rinuncia ad ogni conquista civile in favore del ritorno al feudalesimo economico e drammatico degrado di educazione, istruzione e ricerca in pseudoteorie settarie, entro il 2020 saremo tornati all'anno 1000.
Poi 1030 anni ce la si dovrebbe fare...

Davvero, ma qui non ce n'è più uno che abbia chiare le priorità...
Phoenix Fire12 Ottobre 2016, 14:17 #4
Originariamente inviato da: Wonder
Beh, nella conquista dello spazio sono arrivati secondi praticamente in tutto

domanda da ignorante, la luna non l'hanno raggiunta per primi?

Originariamente inviato da: cerbert
L'obiettivo mi sembra fattibile: considerando che con il trend attuale, tra integralismi, guerre giuste, rinuncia ad ogni conquista civile in favore del ritorno al feudalesimo economico e drammatico degrado di educazione, istruzione e ricerca in pseudoteorie settarie, entro il 2020 saremo tornati all'anno 1000.
Poi 1030 anni ce la si dovrebbe fare...

Davvero, ma qui non ce n'è più uno che abbia chiare le priorità...


l'america non vuole mica risolvere i problemi del mondo, deve dimostrare di essere la migliore che è diverso
Wonder12 Ottobre 2016, 14:25 #5
L'uomo sulla luna primi gli americani, ma tutto il resto primi i russi
Togliti l'ignoranza di dosso cosi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Corsa_allo_spazio
recoil12 Ottobre 2016, 14:32 #6
Originariamente inviato da: Wonder
L'uomo sulla luna primi gli americani, ma tutto il resto primi i russi
Togliti l'ignoranza di dosso cosi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Corsa_allo_spazio


vero il programma russo era partito bene e gli USA hanno rincorso per un bel po'
sta di fatto che l'obiettivo più grosso e più storico era l'allunaggio e hanno vinto loro, facendo passare in secondo piano tutto quello che di buono hanno fatto i sovietici

comunque sarebbe auspicabile una maggiore collaborazione tra le nazioni in questa corsa alla conquista di Marte, dopotutto è un traguardo che serve all'umanità intera
Apix_102412 Ottobre 2016, 14:32 #7
Originariamente inviato da: Wonder
L'uomo sulla luna primi gli americani, ma tutto il resto primi i russi
Togliti l'ignoranza di dosso cosi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Corsa_allo_spazio


mmm i dubbi sul quel 20 luglio 1969 sono ancora tanti e non sono stati dipanati neppure in 47 anni.... tipo uno su tutti: il vento lunare
icoborg12 Ottobre 2016, 14:37 #8
Originariamente inviato da: Apix_1024
mmm i dubbi sul quel 20 luglio 1969 sono ancora tanti e non sono stati dipanati neppure in 47 anni.... tipo uno su tutti: il vento lunare


robba bona passami il numero del dealer
RaZoR9312 Ottobre 2016, 14:39 #9
Originariamente inviato da: Wonder
L'uomo sulla luna primi gli americani, ma tutto il resto primi i russi
Togliti l'ignoranza di dosso cosi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Corsa_allo_spazio
Sfortunatamente il programma russo è finito nel fango.

Originariamente inviato da: Apix_1024
mmm i dubbi sul quel 20 luglio 1969 sono ancora tanti e non sono stati dipanati neppure in 47 anni.... tipo uno su tutti: il vento lunare

Non c'è nessun dubbio...
Apix_102412 Ottobre 2016, 14:53 #10
Originariamente inviato da: icoborg
robba bona passami il numero del dealer


Originariamente inviato da: RaZoR93
Sfortunatamente il programma russo è finito nel fango.


Non c'è nessun dubbio...


https://www.google.it/search?q=sbar...ECMGxZF7YDXM%3A

ero rimasto che senza atmosfera non ci potesse essere il vento, ma si vede che per quell'occasione anche la fisica ha chiuso un occhio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^