Passive Wi-Fi promette consumi 10 mila volte inferiori rispetto al Wi-Fi tradizionale

Passive Wi-Fi promette consumi 10 mila volte inferiori rispetto al Wi-Fi tradizionale

I ricercatori della University of Washington hanno realizzato un sistema per il trasferimento di dati senza fili che consente di risparmiare considerevolmente sul consumo energetico delle procedure: si chiama Passive Wi-Fi

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Se si escludono display e dati cellulari, il Wi-Fi è una delle tecnologie che consumano di più sul nostro smartphone, soprattutto quando ci stabilizziamo in un luogo. Se si effettua lo streaming di contenuti da internet il controller Wi-Fi aumenta in maniera significativa i consumi dello smartphone (soprattutto a schermo spento) e sarebbe bello ovviamente se il suo impatto fosse ridotto ai minimi termini. La University of Washington ha dimostrato negli scorsi mesi una tecnologia che risponde a questa esigenza, anche se ha ancora bisogno di qualche affinamento.

I ricercatori hanno realizzato un sistema che consente di trasferire dati via Wi-Fi utilizzando una corrente energetica inferiore di 10 mila volte rispetto a quella necessaria con le tecnologie convenzionali. Il team al lavoro sulla ricerca ha chiamato il sistema "Passive Wi-Fi", e potrebbe divenire la prassi negli anni a venire all'interno di moltissimi prodotti commerciali. La tecnologia funziona disaccoppiando le operazioni digitali e analogiche che vengono effettuate nella trasmissione radio, mantenendo sul dispositivo esterno solo quelle digitali.

Le operazioni analogiche, che sono naturalmente quelle che richiedono un quantitativo di energia superiore, vengono invece spostate su un altro dispositivo connesso alla rete elettrica che manda il segnale in una stanza o in un'area ben specifica. Il segnale viene assorbito e riflesso utilizzando componenti digitali dal consumo energetico irrisorio al fine di inviare pacchetti Wi-Fi tradizionali compatibili con i dispositivi odierni. In questo modo il risparmio energetico viene sostanzialmente moltiplicato per il numero di dispositivi esterni connessi al sistema.

Shyam Gollakota, assistente professore di informatica e ingegneria alla University of Washington, ha commentato così: "Tutte le operazioni di rete pesanti e onerose in termini energetici vengono effettuate da un unico dispositivo collegato alla rete elettrica. I dispositivi passivi devono solo ricevere i pacchetti Wi-Fi, che è un modo veramente efficiente di comunicare. Possiamo ottenere comunicazioni Wi-Fi consumando 10 mila volte meno rispetto alla migliore tecnologia disponibile ad oggi sul mercato". Non mancano tuttavia i compromessi rispetto al Wi-Fi tradizionale.

Il throughput massimo del Passive Wi-Fi è infatti di 11 Megabit per secondo, sufficiente per la navigazione ad internet e per il trasferimento di pacchetti di piccole dimensioni ed estremamente inferiore rispetto alle velocità a cui siamo abituati oggi. I pacchetti possono essere comunque gestiti da qualsiasi dispositivo compatibile con lo standard Wi-Fi a distanze di un massimo di 30 metri. Insomma una tecnologia promettente che può essere integrata su determinate tipologie di prodotti (IoT, wearable) ma che al momento non può sostituire il Wi-Fi canonico in tutti i suoi impieghi.

I tecnici al lavoro sul "Passive Wi-Fi" stanno attualmente lavorando sull'aumento della velocità di trasferimento dei file e non hanno ancora dato una data per una possibile sua introduzione nel mercato commerciale. Ne sapremo di più il prossimo mese di marzo, quando il team svelerà ulteriori dettagli durante il tredicesimo USENIX Symposium on Networked System Desing and Implementation che si terrà negli Stati Uniti.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo14 Dicembre 2016, 11:52 #1
il wifi non consuma nulla, quello che ci vorrebbe al limite é un passive LTE ...
calabar14 Dicembre 2016, 12:00 #2
Il wifi consuma eccome.
Causa guasto del router qualche settimana fa sono rimasto senza wifi qualche giorno, e di conseguenza ho spento il wifi negli smartphone. L'autonomia è aumentata considerevolmente.
Su un cellulare senza sim addirittura sono passato dal 20-25% di consumo giornaliero di batteria (si, è usato poco) ad un 3-4%.
Uncle Scrooge14 Dicembre 2016, 12:00 #3
... soprattutto quando ci stabilizziamo in un luogo.


Mah veramente se stiamo fermi sotto la stessa rete wi-fi, piuttosto che andare in giro a far saltare continuamente la connessione, immagino che il consumo si riduca.

Se si effettua lo streaming di contenuti da internet il controller Wi-Fi aumenta in maniera significativa i consumi dello smartphone (soprattutto a schermo spento)


Alzi la mano chi non guarda video in streaming a schermo spento
E comunque anche qui, non vedo perché a schermo spento il wifi dovrebbe [B][U]consumare[/U][/B] di più. Casomai [B][U]incide[/U][/B] di più.
Uncle Scrooge14 Dicembre 2016, 12:01 #4
Originariamente inviato da: calabar
Il wifi consuma eccome.
Causa guasto del router qualche settimana fa sono rimasto senza wifi qualche giorno, e di conseguenza ho spento il wifi negli smartphone. L'autonomia è aumentata considerevolmente.
Su un cellulare senza sim addirittura sono passato dal 20-25% di consumo giornaliero di batteria (si, è usato poco) ad un 3-4%.


In ogni caso il wifi consuma meno dei dati in 3G/4G.
Simonex8414 Dicembre 2016, 12:05 #5
Originariamente inviato da: calabar
Il wifi consuma eccome.
Causa guasto del router qualche settimana fa sono rimasto senza wifi qualche giorno, e di conseguenza ho spento il wifi negli smartphone. L'autonomia è aumentata considerevolmente.
Su un cellulare senza sim addirittura sono passato dal 20-25% di consumo giornaliero di batteria (si, è usato poco) ad un 3-4%.


un cellulare senza sim e wifi è equiparabile ad un soprammobile, è ovvio che non consumi, se vuoi fare un test serio prova a navigare con un notebook prima in wifi e poi con cavo di rete, non c'è poi tanta differenza.
s-y14 Dicembre 2016, 12:16 #6
dipende dal consumo totale del dispositivo
meno consuma e piu' ogni virgola incide
TheDarkAngel14 Dicembre 2016, 12:32 #7
Originariamente inviato da: calabar
Il wifi consuma eccome.
Causa guasto del router qualche settimana fa sono rimasto senza wifi qualche giorno, e di conseguenza ho spento il wifi negli smartphone. L'autonomia è aumentata considerevolmente.
Su un cellulare senza sim addirittura sono passato dal 20-25% di consumo giornaliero di batteria (si, è usato poco) ad un 3-4%.


Ah grazie era in deep sleep permanentemente, non faceva neppure finta di risvegliarsi per cercare una connessione. Il wifi al giorno d'oggi consuma davvero poco, come suggerito prova un portatile via eth e uno via wifi.
Giusto nell'iot più spinto ha ancora un consumo significativo solo perchè si usano batterie a bottone ed i consumi devono essere zero.
frankie14 Dicembre 2016, 14:06 #8
Spegnete totalmente i dati sia wifi che cellular e poi ditemi se non dura più di un 3310.
Personaggio14 Dicembre 2016, 15:50 #9
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Ah grazie era in deep sleep permanentemente, non faceva neppure finta di risvegliarsi per cercare una connessione. Il wifi al giorno d'oggi consuma davvero poco, come suggerito prova un portatile via eth e uno via wifi.
Giusto nell'iot più spinto ha ancora un consumo significativo solo perchè si usano batterie a bottone ed i consumi devono essere zero.


Ma che discorsi sono, un portatile ha consumi 100 volte superiori a quelli di uno smartphone è normale che il Wifi non incida. E cmq non ti credere che l'Eth non consumi.

In ogni caso il Wifi in consumi sta più o meno a metà strada tra il 2G ed il 3G, il 4G consuma molto di più. Ma consuma 500 volte di più del Bluetooth per esempio.
TheDarkAngel14 Dicembre 2016, 15:56 #10
Originariamente inviato da: Personaggio
Ma che discorsi sono, un portatile ha consumi 100 volte superiori a quelli di uno smartphone è normale che il Wifi non incida. E cmq non ti credere che l'Eth non consumi.

In ogni caso il Wifi in consumi sta più o meno a metà strada tra il 2G ed il 3G, il 4G consuma molto di più. Ma consuma 500 volte di più del Bluetooth per esempio.


Ma che discorsi sono, più dati trasferisci, più consumi hai, grazie che il bt con 4 metri di raggio e 1mbit con il protocollo LE consuma meno, ma fa schifo come questo wifi passivo da 11mbit.
Si valuta l'idle ed il load in funzione della banda fornita ed il wifi non è certo energivoro ad oggi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^