Processo produttivo a 10 nanometri a fine 2015 per GlobalFoundries

Processo produttivo a 10 nanometri a fine 2015 per GlobalFoundries

Roadmap quasi ambiziosa er GlobalFoundries, che nel 2013 porterà al debutto il processo a 20 nanometri passando in circa 2 anni a quelli a 14 nanometri prima e 10 nanometri poi. Il focus è verso i sistemi a più basso consumo per dispositivi mobile

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

In occasione del Common Platform Technology Forum, evento che la scorsa settimana ha visto GlobalFoundries, Samsung e IBM delineare quelle che saranno le novità tra i produttori di semiconduttori nel corso dei prossimi anni, sono emerse chiare indicazioni sulle tecnologie produttive di nuova generazione che debutteranno prossimamente.

GlbalFoundries, nello specifico, ha indicato come nel corso del 2013 vi sarà l'introduzione di processo produttivo a 20 nanometri di tipo LPM, destinato a venir utilizzato in pressoché tutte le tipologie di semiconduttore che l'azienda americana produrrà per conto dei propri clienti.

roadmap_globalfoundries_2013.jpg (59024 bytes)

Con il passaggio ai 20 nanometri assisteremo quindi ad un cambio nell'approccio di mercato seguito da GlobalFoundries: con il processo a 28 nanometri, infatti, il produttore americano aveva messo a disposizione dei propri clienti differenti versioni di tecnologia a seconda del tipo di chip che doveva essere sviluppato. Con i 20 nanometri la proposta di mercato verrà notevolmente semplificata, anche nell'ottica di ridurre i costi e così essere più competitivi sul mercato.

Nel corso del 2014 assisteremo al passaggio a tecnologia a 14 nanometri con processo 14XM. In questo caso avremo il debutto dei transistor di tipo FinFET a 14 nanometri abbinata  interconnessioni back-end-of-line (BEOL) con processo a 20 nanometri. La sigla XM è acronimo di Extreme Mobility, a ulteriore conferma di come questi nuovi processi produttivi siano stati sviluppati nell'ottica di produrre chip destinati a sistemi mobile, per i quali combinare elevate prestazioni a livelli di consumo sempre più contenuti.

Una dinamica simile sarà quella che caratterizzerà il 2015, anno nel quale GlobalFoundries renderà disponibile il processo 10XM. In questo caso i transistor FinFET da 10 nanometri saranno abbinati a interconnessioni BEOL a 14 nanometri. In futuro si prevede il passaggio a processo a 7 nanometri, pur con tutti i problemi che le attuali tecniche litografiche potranno incontrare avendo a che fare con transistor di dimensioni così contenute.

Quello che possiamo evidenziare da questa roadmap è un approccio molto aggressivo da parte di GlobalFoundries, che punta a rendere disponibili ai propri clienti tecnologie produttive sempre più sofisticate con cadenza poco più che annuale. Rimane da capire in che modo queste tempistiche incideranno sulle date di presentazione di nuove architetture SoC, con ricadute dirette soprattutto nel settore dei dispositivi mobile per i quali la possibilità di adottare tecnologie produttive più sofisticate permette di meglio bilanciare la richiesta di nuova potenza di calcolo con la necessità di contenere i consumi.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LCol8412 Febbraio 2013, 12:51 #1
Se AMD riuscisse a sfruttare questi processi produttivi per i suoi SOC allora potrebbe esserci uno spiraglio di luce in fondo al tunnel...
Almeno dal lato del processo produttivo non avrebbe nulla da invidiare ad Intel, mentre ora è un anno e mezzo indietro rispetto al gigante...
PhoEniX-VooDoo12 Febbraio 2013, 13:19 #2
non riesco a capire.
qualche anno fa, quando eravamo sui 90-65nm uscivano continuamente news su come si fosse giunti al limite, su come bisognava trovare nuove tecnologie perché cosi non si poteva progredire.

poi sono arirvati i 45nm
poi sono arrivati i 32nm
poi sono arirvati i 22nm

ora si parla di 20, 14.. 10

e tutti questi problemi di qualche anno fa?
mi sono perso qualche scoperta?
al13512 Febbraio 2013, 13:29 #3
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
non riesco a capire.
qualche anno fa, quando eravamo sui 90-65nm uscivano continuamente news su come si fosse giunti al limite, su come bisognava trovare nuove tecnologie perché cosi non si poteva progredire.

poi sono arirvati i 45nm
poi sono arrivati i 32nm
poi sono arirvati i 22nm

ora si parla di 20, 14.. 10

e tutti questi problemi di qualche anno fa?
mi sono perso qualche scoperta?



mah credo abbiano semplicemente affinato le tecniche di litografia...
comunque un limite c'è anche per quella e sembra non molto lontano..
ma ci sono altre tecniche che stanno studiando proprio per questo motivo.. sicuramente non rimarranno fermi
certo sentire 10 e 7 fa impressione ... la curiosita è tanta
II ARROWS12 Febbraio 2013, 14:06 #4
Nessuno ha mai detto che a 64 nm erano al limite... si diceva solo che si stava raggiungendo al limite fisico, il limite vero è sempre stato identificato come molto più piccolo.
LZar12 Febbraio 2013, 14:29 #5
Leggevo in una notizia di qualche tempo fa che tre università stanno lavorando ad un progetto di realizzare un transistor con un unico atomo di fosforo. Credo che un transistor per atomo sia il limite invalicabile, il che lascia ancora parecchio spazio all'evoluzione dei processi produttivi. Certo ce ne vorrà di tempo per arrivare al decimo di nanometro...
Lithios12 Febbraio 2013, 15:16 #6
Una volta arrivati ai 10nm credo che bisognerà nuovamente scalare l'unità di misura parlando di pico-metri (pm). In quanto la discesa da 10 a 8nm ad esempio potrà sembrare "poca" ma in valori relativi è tantissimo!
amon.akira12 Febbraio 2013, 15:53 #7
certo che 10 e 7 siamo vicinissimi al limite fisico che se non sbaglio è 4 poi si vedrà...
imayoda12 Febbraio 2013, 16:43 #8
In realtà ci stanno rivendendo per gradi tecnologia aliena in loro possesso da molti anni.
bongo7412 Febbraio 2013, 17:18 #9
tutto ok, ma con la crisi chi ha un procio vecchio tipo il mio, rimane sul 130nm
finchè non si spacca, non si cambia
angelot12 Febbraio 2013, 17:32 #10
Originariamente inviato da: bongo74
tutto ok, ma con la crisi chi ha un procio vecchio tipo il mio, rimane sul 130nm
finchè non si spacca, non si cambia


Anch'io. Credo che aspetterò la CPU di dimensione atomica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^