Quadricottero a celle di combustibile per 4 ore di autonomia di volo

Quadricottero a celle di combustibile per 4 ore di autonomia di volo

Una società di Singapore realizza un quadricottero a controllo remoto basato su alimentazione a celle di combustibile, che permette di ottenere un'autonomia di funzionamento fino a 4 ore

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

L'azienda singaporiana Horizon Unmanned System ha presentato un nuovo prodotto che promette di risolvere una delle più grosse limitazioni della stragrande maggioranza degli UAV (Unmanned Aerial Veichle -genericamente conosciuti, talvolta in maniera impropria, con il nome di droni volanti) rappresentata dalla scarsa autonomia operativa, di norma nell'ordine delle poche decine di minuti.

HYCOPTER, questo il nome del nuovo UAV, è infatti caratterizzato da un sistema di alimentazione basato su celle di combustibile. La particolarità di questo velivolo è rappresentata dall'integrazione del sistema di stoccaggio di energia direttamente nel telaio del velivolo. Il sistema di alimentazione di HYCOPTER si basa su una nuova tecnologia sviluppata dalla società sorella Horizon Energy System.

Il particolare quadricottero stocca 120 grammi di idrogeno alla pressione di 350 bar, come detto all'interno dei tubi strutturali senza che sia necessario un serbatoio dedicato. Secondo le informazioni fornite dalla società, questo sistema offre la stessa quantità di energia che in maniera tradizionale sarebbe ottenibile con 3 chilogrammi di batterie al litio.

In questo modo HYCOPTER offre un'autonomia operativa superiore dalle 8 alle 10 volte rispetto agli UAV attualmente in commercio. Il velivolo ha un peso totale di 5 chilogrammi e una capacità di carico di 1 chilogrammo: le autonomie di volo variano dalle 4 ore senza carico fino a 150 minuti a pieno carico, aprendo nuovi scenari nelle attività di ispezione aerea e interessanti possibilità nel campo delle consegne e della logistica.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca*gr22 Maggio 2015, 09:24 #1
mbhè...Non male come autonomia.
Resta da capire quanto sia sicuro con quei tubi sottoposti a quelle pressioni.
demon7722 Maggio 2015, 10:04 #2
Due tubi in vetro (penso) carichi di idrogeno a 350 bar in volo libero?
mmm...

PS: ma i motori del quadricottero non sembrano sottilissimi? di solito sono più grandi..
Raghnar-The coWolf-22 Maggio 2015, 10:05 #3
bicottero a benzina, 2 060 km di autonomia
Link ad immagine (click per visualizzarla)
brancamenta22 Maggio 2015, 10:14 #4
solo a me quelle pressioni fanno una terribile paura?
demon7722 Maggio 2015, 10:17 #5
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
bicottero a benzina, 2 060 km di autonomia
Link ad immagine (click per visualizzarla)


Figo!
Ci puoi montare sotto la go pro?
Quanto viene su amazon?

Raghnar-The coWolf-22 Maggio 2015, 11:14 #6
Originariamente inviato da: demon77
Figo!
Ci puoi montare sotto la go pro?


Certo, e non picchia quando atterri!
una quarantina scarsa di milioni te la cavi dai...
Aenil22 Maggio 2015, 11:18 #7
una bomba volante insomma..
Luca*gr22 Maggio 2015, 11:25 #8
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Certo, e non picchia quando atterri!
una quarantina scarsa di milioni te la cavi dai...


In compenso però chi vola su quel coso e non è abituato vomita che è un piacere....
TheQ.22 Maggio 2015, 14:14 #9
350 bar sono 35 MPa, una pressione molto bassa per la resistenza di certi materiali, ma comunque molto alta (specie se dentro materiali fragili) per l'atmosfera (345 atm) nel caso di incidente, rottura e rilascio.
Tanto più che l'idrogeno potrebbe infiammarsi.
Spero facciano i crash test e pubblichino i video su youtube come Sandia
^_^
NIO7225 Maggio 2015, 10:30 #10
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Certo, e non picchia quando atterri!
una quarantina scarsa di milioni te la cavi dai...




A parte gli scherzi sicuramente si stanno facendo parecchi progressi in tal senso, cavolo da pochi minuti a una media di 2 ore di volo, non male

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^