Qualcomm guarda al mondo dei server con un chip ARM a 24 core

Qualcomm guarda al mondo dei server con un chip ARM a 24 core

Con la Server Development Platform Qualcomm guarda con attenzione al mercato delle soluzioni server, preparandosi ad un debutto nel corso dei prossimi anni. Disponibile per il testing interno un SoC a 24 core, basato su architettura ARM a 64bit

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:32 nel canale Scienza e tecnologia
QualcommIntelARM
 

Qualcomm, azienda al centro dello sviluppo di soluzioni SoC utilizzate in una pletora di dispositivi mobile da smartphone a tablet sino a prodotti IoT, porta avanti lo sviluppo di proprie architetture che possano venir specificamente utilizzate anche nel mondo dei sistemi server. Il fine di queste soluzioni è quello di abbinare un elevato numero di core che operano in parallelo, bilanciando il tutto con i consumi contenuti assicurati dall'efficienza dell'architettura ARM a 64bit.

L'azienda americana ha mostrato la propria Server Development Platform, piattaforma basata su un nuovo SoC a 24 core basato su architettura ARM-v8A. I dettagli al momento disponibili sono ridotti: sappiamo che è stato costruito utilizzando un processo di topo FinFET e che include al proprio interno un controller PCI Express oltre a interconnessioni specifiche per lo storage.

Il prototipo mostrato da Qualcomm utilizza un package LGA, simile quindi a quello adottato dai processori Intel della famiglia Xeon. Sono stati mostrati 3 differenti server basati su questi chip, dotati di una distribuzione Linux con KVM hypervisor impegnata a inviare in streaming flussi video a un PC utilizzando uno stack LAMP (Linux, Apache, MySQL, PHP), oltre a eseguire il software cloud OpenStack.


fonte: PCWorld

Una soluzione di questo tipo è stata sviluppata da Qualcomm pensando ad una serie di clienti impegnati con importanti installazioni di server in datacenter; i nomi di aziende come Google e Facebook sono i primi tra quelle che potrebbero beneficiare da subito della disponibilità di architetture di chip come questa, in grado di offrire elevata scalabilità con un consumo contenuto.

Al momento attuale Qualcomm sta lavorando con alcuni dei propri clienti per testare questo nuovo SoC; in futuro ne verranno rese disponibili versioni con un numero di core integrato superiore agli attuali 24, ma non è ancora chiaro quando questa famiglia di prodotti verrà resa disponibile sul mercato. Un aggiornamento a riguardo verrà fornito da Qualcomm nel corso del prossimo anno.

E' difficile al momento prevedere quale potrà essere lo sviluppo futuro, e l'eventuale successo di mercato, di soluzioni di questo tipo quando confrontate con le tradizionali proposte x86 che vedono Intel fortemente presente nel mercato. E' evidente come l'azienda americana si sia impegnata negli ultimi anni per lo sviluppo di processori della famiglia Xeon che siano in grado di abbinare elevata potenza di calcolo a consumi contenuti, andando a interessare in questo modo un ambito che storicamente è sempre stato di competenza delle architetture SoC sviluppate da ARM. E' indubbio che un'alternativa all'architettura x86 offerta da Intel possa trovare spazio di crescita, nel mercato dei server, soprattutto per quelle aziende che sviluppano al proprio interno le proprie infrastrutture server e che quindi sono più pronte nell'accogliere le novità che il mercato propone quando queste sono in grado di avere ricadute dirette immediate.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AceGranger13 Ottobre 2015, 09:46 #1
non mi pare che le proposte fatte fino ad ora abbiano avuto sto gran successo... se Intel continuera a lavorare bene con gli Xeon Atom continueranno a stare nel limbo dove sono state fino ad ora.
Zenida13 Ottobre 2015, 19:07 #2
Se la foto nell'articolo è quella.. è un bel chippone. Ma se si vuole parallelizzare così tanto con un ARM a questo punto non sarebbe meglio uno stack di GPU?

Ammetto la mia ignoranza in materia, ma le server farm diventano sempre meno General purpose proprio per ridurre i consumi.. e ARM quali vantaggi avrebbe, non dico contro le CPU, ma contro le GPU??
LMCH14 Ottobre 2015, 00:29 #3
Originariamente inviato da: AceGranger
non mi pare che le proposte fatte fino ad ora abbiano avuto sto gran successo... se Intel continuera a lavorare bene con gli Xeon Atom continueranno a stare nel limbo dove sono state fino ad ora.


Le proposte precedenti erano basate su chip ARM a 32bit
(set d'istruzioni ARMv7) questi invece sono ARM a 64bit (set d'istruzioni ARMv8).

Il set d'istruzioni a 64bit è tutta un altra cosa rispetto a quello a 32bit, sia per quel che
riguarda il maggior spazio di memoria indirizzabile direttamente e sia perche
le istruzioni sono ri-ottimizzate per architetture a 64bit "ripartendo da zero".
cdimauro14 Ottobre 2015, 05:38 #4
Credo che AceGranger si riferisse ai processori per server sviluppati già da altri produttori, e sempre basati su architettura ARM a 64 bit.
AceGranger14 Ottobre 2015, 09:29 #5
Originariamente inviato da: LMCH
Le proposte precedenti erano basate su chip ARM a 32bit
(set d'istruzioni ARMv7) questi invece sono ARM a 64bit (set d'istruzioni ARMv8).

Il set d'istruzioni a 64bit è tutta un altra cosa rispetto a quello a 32bit, sia per quel che
riguarda il maggior spazio di memoria indirizzabile direttamente e sia perche
le istruzioni sono ri-ottimizzate per architetture a 64bit "ripartendo da zero".


X-Gene ARMv8 64 bit

http://www.anandtech.com/show/8357/...erver-platforms

per carita, X-Gene sara anche a 40 nm contro gli Xeon E3 a 32nm, ( e non è questa gran differenza ) ma hanno un rapporto Performance/Watt quasi 4 volte inferior, un abisso che di certo non è dato solo dalla differenza fra i 2 processi produttivi... e 3 volte inferiore rispetto gli Atom a 22nm; AppliedMicro ha dichiarato che X-Gene 2 a 28nm sara piu efficiente del 50%, il che vuol dire che ciupera comunque banane a 360° sia con Atom e soprattutto con gli Xeon E3. Magari ora arriveranno CPU a 16nm per ARM e 14nm per Intel cosi avremo un confronto piu preciso.

Alla fine gli ARM erano piu efficienti solo perchè erano partiti sin da subito con l'efficienza come punto centrale e perchè erano relegate a CPU piccole con compiti ristretti; Intel ci è arrivata negli ultimi anni modificando le sue architetture in base al mercato che stava cambiando, e alla fine si sta palesando il fatto che ARM al salire delle prestazioni è tutto fuorchè piu efficiente delle X86 di Intel.

In ambito Server poi, voglio porprio vedere come si comporteranno anche contro le nuove Xeon PHI che, a quanto pare, arriveranno su Socket LGA....


L'unico vantaggio che avevano era giusto quello che erano CPU molto piu personalizzabili, ma l'acquisto di Altera da parte di Intel ha tagliato le gambe anche a questo vantaggio.
bobafetthotmail18 Ottobre 2015, 20:53 #6
Originariamente inviato da: AceGranger
In ambito Server poi, voglio porprio vedere come si comporteranno anche contro le nuove Xeon PHI che, a quanto pare, arriveranno su Socket LGA....
C'erano voci a fine 2013, poi più nulla. Mi sono perso qualcosa?
AceGranger18 Ottobre 2015, 21:40 #7
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
C'erano voci a fine 2013, poi più nulla. Mi sono perso qualcosa?


http://www.anandtech.com/show/8732/...es-knights-hill
http://wccftech.com/intel-xeon-phi-72-silvermont-cores/


nell'ultimo link danno le caratteristiche con 6x channel DDR4 e 36 linee PCI-EX, l'unico senso per dargli linee PCI EX e il controller DDR4 è che diventi un socket LGA a tutti gli effetti, che compare nella slide del rimo link.

ora, contando che si parla di 6 channel presumo che arrivera con Skylake-E che sono anceh lo previstoi con un 6X ( magari arriveranno prima con un controller tarpato a 4X ); il ritardo dei processi produttivi ( e quindi dilo slittamento di Broadwell-E e Skylake-E ) credo abbiano sballato le vecchie roadmap.


o non arriveranno piu su LGA ma direttamente saldati su una scheda madre.
LMCH18 Ottobre 2015, 23:02 #8
Originariamente inviato da: AceGranger
X-Gene ARMv8 64 bit

http://www.anandtech.com/show/8357/...erver-platforms

per carita, X-Gene sara anche a 40 nm contro gli Xeon E3 a 32nm, ( e non è questa gran differenza ) ma hanno un rapporto Performance/Watt quasi 4 volte inferior, un abisso che di certo non è dato solo dalla differenza fra i 2 processi produttivi... e 3 volte inferiore rispetto gli Atom a 22nm; AppliedMicro ha dichiarato che X-Gene 2 a 28nm sara piu efficiente del 50%, il che vuol dire che ciupera comunque banane a 360° sia con Atom e soprattutto con gli Xeon E3. Magari ora arriveranno CPU a 16nm per ARM e 14nm per Intel cosi avremo un confronto piu preciso.

Alla fine gli ARM erano piu efficienti solo perchè erano partiti sin da subito con l'efficienza come punto centrale e perchè erano relegate a CPU piccole con compiti ristretti; Intel ci è arrivata negli ultimi anni modificando le sue architetture in base al mercato che stava cambiando, e alla fine si sta palesando il fatto che ARM al salire delle prestazioni è tutto fuorchè piu efficiente delle X86 di Intel.

In ambito Server poi, voglio porprio vedere come si comporteranno anche contro le nuove Xeon PHI che, a quanto pare, arriveranno su Socket LGA....


L'unico vantaggio che avevano era giusto quello che erano CPU molto piu personalizzabili, ma l'acquisto di Altera da parte di Intel ha tagliato le gambe anche a questo vantaggio.


L' X-Gene di quella prova è di fatto già stato sorpassato in prestazioni dai Core ARM "standard" (4.2 DMIPS/MHz per core contro i minimo 6.3 DMIPS/MHz per core di un Cortex A72).
cdimauro19 Ottobre 2015, 06:35 #9
Vedremo quando arriverà l'A72, come pure le soluzioni basate su Braswell e Knights Landing.

@AceGranger: Knights Landing dovrebbe arrivare anche su socket. E sopra ci girerà qualunque s.o..

Quindi fin da subito si potranno sfruttare tutti i core and thread hardware, col normale software multithread già disponibile.

Ma per sfruttarlo al meglio bisognerà avere versioni compilate appositamente che sfruttino le nuove AVX-512 anziché le vecchie SSE o le AVX/-2.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^