Router, console e domotica: in standby sprecano 80 miliardi di dollari l'anno

Router, console e domotica: in standby sprecano 80 miliardi di dollari l'anno

Un nuovo report di International Energy Agency punta il dito contro l'inefficienza energetica di alcuni apparecchi tecnologici, soprattutto quando non ci servono. Il fenomeno ci costa 80 miliardi di dollari l'anno, quasi 60 miliardi di euro

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

In un mondo sempre più governato da dispositivi elettronici "always-on" che ci coccolano con le più disparate tecnologie deve crescere la sensibilizzazione su determinate tematiche, come gli sprechi degli stessi apparecchi quando "in stand-by". È quanto segnala l'IEA (International Energy Agency) nel nuovo report in cui stabilisce che ogni anno si sprecano 80 miliardi di dollari a causa dell'inefficienza tecnologica.

Domotica, dispositivi connessi ad internet

Secondo l'IEA nel mondo sono presenti 14 miliardi di dispositivi connessi ad internet - modem, stampanti, console da gioco, apparecchi per la TV - che hanno consumato nel 2013 circa 616TWh (terawattora). Un consumo pari a circa 400TWh è da attribuire esclusivamente alle tecnologie di standby poco efficienti. In prospettiva, si tratta di una cifra equivalente al consumo energetico combinato di Regno Unito e Norvegia, di un anno intero.

La radice del problema, secondo l'IEA, è da ricercare nella cattiva gestione energetica dello "stand-by di rete" dei dispositivi di oggi, ovvero il protocollo che consente al dispositivo di mantenere attiva una connessione di rete anche quando non in uso, in attesa di svolgere la propria funzione principale. Molti dispositivi di rete consumano in standby la stessa energia richiesta quando pienamente attivi, in base a quanto si legge sul resoconto dello studio di IEA.

Il fenomeno potrebbe addirittura evolversi in negativo entro il 2020, lasso di tempo in cui si potrebbe arrivare ad uno spreco quantificabile in 120 miliardi di dollari ogni anno. Entro la data fissata dall'agenzia arriveranno in commercio molte altre tipologie di dispositivi connessi ad internet, come lavatrici, frigoriferi, forni o termostati.

Non fare più uso di dispositivi connessi ad internet non è certamente la soluzione al problema. La IEA si rivolge ai produttori, ad esempio, consigliando loro l'uso di componenti elettroniche più parche nei consumi o l'adozione di software maggiormente ottimizzato. Solamente questa piccola pratica potrebbe abbattere il consumo annuo del 65%.

Nei prossimi anni, l'uso delle più recenti tecnologie e l'applicazione di misure volte all'efficienza energetica potrebbero tradursi in un risparmio di circa 600TWh che, secondo il report, potrebbero permettere di avere 600 milioni di tonnellate di anidride carbonica in meno nei nostri cieli, prodotta da ipotetiche duecento centrali standard a carbone da 500 Megawatt.

Nel frattempo possiamo fare qualcosa anche noi consumatori: ad esempio durante le vacanze potremmo staccare le spine a TV, decoder, modem, stampante per le ferie. Se lo facessimo tutti, il mondo intero risparmierebbe 65GWh.

Maggiori dettagli dello studio possono essere trovati nel file PDF rilasciato dalla IEA.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo07 Luglio 2014, 15:16 #1
e le vetrine dei negozi e degli esercizi commerciali accese tutta la notte? Le insegne luminose delle pubblicità? Le cucine elettriche? i climatizzatori a manetta 24h/24 in centri commerciali e ipermercati? I telefoni cordless? Gli acquari? Le telecamere di videosorveglianza? Le postazioni di lavoro e i server con piu' di 6 anni ancora in funzione? i caricatori collegati per ricaricare smartphone e tablet?
Possibile che ogni anno ci rompono i coglioni con le lucine dello stand-by?
rvrmarco07 Luglio 2014, 15:21 #2
Originariamente inviato da: acerbo
e le vetrine dei negozi e degli esercizi commerciali accese tutta la notte? Le insegne luminose delle pubblicità? Le cucine elettriche? i climatizzatori a manetta 24h/24 in centri commerciali e ipermercati? I telefoni cordless? Gli acquari? Le telecamere di videosorveglianza? Le postazioni di lavoro e i server con piu' di 6 anni ancora in funzione? i caricatori collegati per ricaricare smartphone e tablet?
Possibile che ogni anno ci rompono i coglioni con le lucine dello stand-by?


vero...ma a differenza di tutti gli altri è problemi che hai elencato, spegnere i dospositivi in standby non reca danno a nessuno e non comporta nessuna fatica
laverita07 Luglio 2014, 15:28 #3
Oramai i soldi si fanno con le bufale ambientali.
Pura invidia verso coloro che si sono inventati questo business.
gd350turbo07 Luglio 2014, 15:44 #4
Sprechiamo 600 Twh e togliendo lo stanby ne risparmiamo 65 Gwh...
Ci sono 10000 ordini di grandezza !
ronthalas07 Luglio 2014, 16:01 #5
è come lo Stop & Start delle auto moderne, fatti su misura per i circuiti di omologazione per dichiarare consumi ancora più bassi... poi nell'uso quotidiano scopri che risparmi 1 litro di gasolio ogni circa 3000 km di uso medio (città, statale, autostrada.... l'uso medio da pendolare insomma). Tradotto a fine anno risparmierei 12 litri di gasolio... e entro 2-3 anni butto via una batteria che magari ne dura 6... (ma la batteria è gratis?)
cyberlollo07 Luglio 2014, 16:44 #6
In effetti il risparmio sarebbe piuttosto esiguo...
marchigiano07 Luglio 2014, 16:48 #7
non so che hanno usato come campione ma i nuovi caricabatterie, televisori, decoder ecc... in stand by consumano tipo 0.1W quindi niente, tant'è che alcuni televisori neanche hanno più il tasto di spegnimento fisico tanto il consumo è quello...
vash7907 Luglio 2014, 16:54 #8
acerbo07 Luglio 2014, 16:54 #9
Originariamente inviato da: marchigiano
non so che hanno usato come campione ma i nuovi caricabatterie, televisori, decoder ecc... in stand by consumano tipo 0.1W quindi niente, tant'è che alcuni televisori neanche hanno più il tasto di spegnimento fisico tanto il consumo è quello...


Ho un sony bravia del 2011 ed infatti non ha il tasto di spegnimento.
Facessero un'inchiesta su quanta corrente succhiano i PC assemblati in idle, ci sarebbe da sbellicarsi.
marchigiano07 Luglio 2014, 17:01 #10
Originariamente inviato da: vash79


lo immaginavo prima ancora di aprire il link

Originariamente inviato da: acerbo
Ho un sony bravia del 2011 ed infatti non ha il tasto di spegnimento.
Facessero un'inchiesta su quanta corrente succhiano i PC assemblati in idle, ci sarebbe da sbellicarsi.


i nuovi anche 20-30W, i vecchi anche 100W, idle comunque è acceso, bisognerebbe vedere in sospensione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^