Supercondensatori flessibili grazie al grafene ottenuto con il laser

Supercondensatori flessibili grazie al grafene ottenuto con il laser

La Rice University riesce a realizzare supercondensatori a base di grafene con un processo relativamente semplice ed immediato. I supercondensatori così ottenuti non degradano nel corso del tempo e possono essere usati per dispositivi flessibili

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

I ricercatori della Rice University hanno individuato un metodo semplice ed immediato per riuscire a realizzare supercondensatori tridimensionali che potrebbero essere usati in dispositivi elettronici indossabili o flessibili.

Il lavoro, coordinato da James Tour, si basa su una ricerca precedente che risale allo scorso anno e che ha permesso di realizzare una pellicola di grafene poroso bombardando un polimero economico con un normale sistema laser industriale. Il materiale così realizzato è stato battezzato LIG, ovvero Laser-Induced Graphene. Il polimero viene esposto all'azione del laser fino a quando tutti gli elementi, eccetto il carbonio, non vengono bruciati. In questo modo si ottiene una struttura porosa, con pori delle dimensioni inferiori ai 10 nanometri che donano al LIG la capacità di stoccare energia.

I ricercatori hanno iniziato a considerare il materiale poroso come un elettrodo ideale per i supercondensatori poichè le proprietà di mobilità elettronica del grafene permettono la possibilità di caricarsi e scaricarsi rapidamente, caratteristica tipica di un supercondensatore. Per provare questa teoria hanno realizzato prototipi di supercondensatori allineati verticalmente con la tecnica sopra descritta sui due lati di un foglio di polimero. I vari strati sono quindi impilati con un elettrolita solido interposto, formando un sandwich di molteplici micro-supercondensatori.

Questa struttua ha mostrato eccellenti doti di stoccaggio di energia e può essere scalata per applicazioni commerciali. L'aspetto interessante è che il LIG può essere ottenuto a condizioni ambiente di temperatura e pressione, probabilmente anche in quantità elevate grazie alla possibilità di adattarsi a processi ben conosciuti nell'ambito della produzione industriale.

I ricercatori hanno inoltre testato le prestazioni supercondensatore LIG con migliaia di cicli di carica e scarica, registrando praticamente nessuna variazione nella capacità elettrica. E le prestazioni elettriche non si sono degradate nemmeno dopo 8000 cicli di piegatura, dimostrando quindi la possibilità di trovare posto in dispositivi elettronici flessibili o indossabili.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
andbad22 Gennaio 2015, 10:53 #1
Titoli di testa scorrevoli.

Star Wars VII - La tetta di Ian

In una Redazione lontana lontana...

[SPOILER]"Ehi Ian, come butta?"
"Wooo"
"Zitto Ciube. E stringi quei condotti. A proposito, Principessina, t'ho detto di smetterla con quei vibratori laser, che poi mi va in pappa il computer per il salto nell'iperspazio."
"Veramente non era il mio."
"Di chi era, per tutti i jedi della galassia?"
"Luke"
"Ah."

Silenzio

"Ti volevo dire..."
"Si"
"Si cosa"
"Qualsiasi cosa: cenetta romantica, bar malfamato, salvare la galassia dalla tirannia, sbatterti sul tavolo tattico dei ribelli. Quello che vuoi."
"No, dicevo, ma l'hai fatto l'articolo sul grafene?"
"Giusto ieri, perché?"
"Perché gli utenti si sono lamentati per la scarsità di articoli sul grafene."
"Ma ne facciamo uno a settimana?"
"Si, ma dicono che si divertono così tanto che ne vogliono di più. Dopo i flame sulla Apple e i divertimenti giudiziari di Oracle, sono le news più lette."

Silenzio

"Ian?"

Silenzio

"Ian!"
"Si principessina?"
"Ti stavo parlando."
"Scusa, stavo scrutando la nuova categoria su PornHub, Tatooine Clubs. Guarda questa che spitsh che ha!"
"Smettila, per favore."
"Certo che se me la dessi..."
"Dicevo, il grafene"
"Senti, sono migliaia di anni che parlano di sto grafene e l'unica cosa di grafene che s'è vista è stata la tua cintura di castità."
"Si ma questa è diversa, è una rivoluzione..."
"Si, vabbé."
"Senti, se pubblichi sta notizia ti faccio vedere una tetta."
Click
"Fatto"

...

[/SPOILER]

By(t)e
Zem22 Gennaio 2015, 11:07 #2

x tutti

A parte il simpatico commento di andbad :-)
comunque è vero. Ma perché tante parole e pochi
o meglio niente fatti ?
Raul22 Gennaio 2015, 11:15 #3
andbad 90 minuti di applausi, grandissimo !!!
Avatar022 Gennaio 2015, 11:16 #4
@andbad

Occhio che basta poco e rischi di spoilerare buona parte dei dialoghi di the force awakens.

Ma la principessina in questione chi è Fatty Nina ?

E comunque andare in giro a leccare a caso i rospi non è un' abitudine salutare, soprattutto se non lavori a hollywood.
!fazz22 Gennaio 2015, 11:49 #5
Originariamente inviato da: Zem
A parte il simpatico commento di andbad :-)
comunque è vero. Ma perché tante parole e pochi
o meglio niente fatti ?


tipico caso di ricerca di base, è inutile fare i soliti commenti grafene di qui grafene di la ma non si trova nulla sullo scaffale.

il grafene è un nuovo materiale che attualmente si crea con un processo molto costoso e in ridotte quantità, attualmente i ricercatori stanno facendo ricerca di base sul materiale, provandolo in svariati ambiti (da cui derivano le pubblicazioni da cui derivano poi le news).

mettetevi il cuore in pace per almeno 10 anni non si troveranno prodotti di massa con grafene, date il tempo al tempo

ricerca di base--> ricerca applicata-->prototipazione--> ingegnerizzazione del prodotto-->ingegnerizzazione del processo produttivo-->progettazione impianto-->produzione di massa

siamo solo al primo stadio, pensate che, ad esempio, per sviluppare un sensore che fà uno di una tecnologia completamente diversa ma ben conosciuta ed usata in altri ambiti, una grossa ditta impiega circa 5 anni per arrivare al prodotto, immagina quando la tecnologia è ancora in fase di studio
Ale55andr022 Gennaio 2015, 12:41 #6
"migliaia di cicli di carica e scarica"

Link ad immagine (click per visualizzarla)


...per un condensatore non sono assolutamente [U]nulla[/U] "migliaia" di cicli
bobafetthotmail22 Gennaio 2015, 13:51 #7
il grafene è un nuovo materiale che attualmente si crea con un processo molto costoso e in ridotte quantità,
Ehm, nella notizia dicono che hanno trovato un metodo poco costoso per produrlo, e dai loro test funziona già come batteria.

La mancanza di indicazioni sulla densità dell'energia accumulata mi fa pensare male però. So come sono questi articoli...

Originariamente inviato da: Ale55andr0
...per un condensatore non sono assolutamente [U]nulla[/U] "migliaia" di cicli
Ma per una batteria sì. L'utilizzo che gli vogliono dare è nelle batterie, non nei condensatori.
andbad22 Gennaio 2015, 14:04 #8
Originariamente inviato da: Avatar0
@andbad

Occhio che basta poco e rischi di spoilerare buona parte dei dialoghi di the force awakens.

Ma la principessina in questione chi è Fatty Nina ?

E comunque andare in giro a leccare a caso i rospi non è un' abitudine salutare, soprattutto se non lavori a hollywood.


Leggerete le prossime puntate nelle prossime news sul grafene. Stay tuned!


By(t)e
!fazz22 Gennaio 2015, 14:32 #9
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
Ehm, nella notizia dicono che hanno trovato un metodo poco costoso per produrlo, e dai loro test funziona già come batteria.

La mancanza di indicazioni sulla densità dell'energia accumulata mi fa pensare male però. So come sono questi articoli...

Ma per una batteria sì. L'utilizzo che gli vogliono dare è nelle batterie, non nei condensatori.


appunto allo stato attuale produrlo costa parecchio fra qualche anno no e lo si potrà utilizzare per prodotti commerciali

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^