Tesla: fortissima domanda di Powerwall

Tesla: fortissima domanda di Powerwall

Le ordinazioni di Tesla Powewall, di cui abbiamo parlato recentemente, hanno superato le più rosee aspettative dell'azienda. Ora resta da capire se vi sarà la capacità di produrle in tempi ragionevoli

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:41 nel canale Scienza e tecnologia
Tesla
 

Abbiamo parlato recentemente della "batteria da casa" Tesla Powerwall, di fatto un accumulatore di energia per abitazioni e aziende in grado di caricarsi ed alimentare, in un secondo momento o quando richiesto, gli spazi lavorativi o casalinghi.

Sulla carta risulta utile a chi possiede sistemi di autoproduzione di energia, come i pannelli solari, ma anche per chi intende risparmiare, caricando Powerwall quando l'energia costa meno per poi utilizzarla in momenti in cui i prezzi della normale rete distributiva salgono. A prescindere o meno dai reali vantaggi, che possono dipendere da mille fattori, a Tesla va riconosciuto il merito di portare sul mercato un dispositivo garantito 10 anni con un prezzo di acquisto inferiore a quello della concorrenza.

Tesla

Così devono aver pensato in molti negli USA, visto che in pochissime ore i pre-ordini hanno superato la soglia delle 38.000 unità. Sono circa 2500 le aziende che hanno prenotato Powerwall, con una media di 10 pezzi a ordine, mentre i rimanenti sono variamente assortiti fra l'utenza privata. Se da una parte Tesla non può che essere soddisfatta, dall'altra il CEO Elon Musk ha affermato che si potranno evadere tutti gli ordinativi solo a metà 2016. Qualora anche in futuro il trend fosse consolidato, la nuova fabbrica Gigafactory (che verrà completata al 100% nel 2017) basterebbe appena a soddisfare ordini di questo tipo, e solo per questo prodotto.

Insomma, sulla carta sembra un successo. Tesla è un marchio che gode di ottima reputazione e sicuramente la cosa ha giocato a favore, specie fra le aziende USA attente alle tematiche green (sebbene vadano valutati tutti i parametri per ritenere green o meno un prodotto di questo genere, smaltimento compreso).  Non resta che attendere le prime consegne e i primi pareri dei possessori per farsi un'idea più chiara.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD07 Maggio 2015, 15:52 #1
Augurandosi che il prodotto rispetti le specifiche e che sia posta attenzione nel servizio post-vendita, non solo in USA, e non privilegiando soltanto l'utenza aziendale, penso che questo prodotto attirerà aspre critiche dalla concorrenza (ma meglio dire dall'assenza di concorrenza), trattandosi di una soluzione proposta ad un prezzo accettabile, quindi prepariamoci a fare distinzioni quando verranno fatte critiche non di sostanza.
Raghnar-The coWolf-07 Maggio 2015, 15:55 #2
a che serve realmente?
Investire migliaia di dollari, che rientrano solo in anni, per fregare la bolletta, che puo' essere ritoccata rimuovendo queste grosse offerte per le tariffe notturne una volta che questa cosa sara' adottata, sprecando nel frattempo una preziosa risorsa, ad altissima tecnologia e inquinante, come il Litio?
FirePrince07 Maggio 2015, 15:58 #3
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
a che serve realmente?
Investire migliaia di dollari, che rientrano solo in anni, per fregare la bolletta, che puo' essere ritoccata rimuovendo queste grosse offerte per le tariffe notturne una volta che questa cosa sara' adottata, sprecando nel frattempo una preziosa risorsa, ad altissima tecnologia e inquinante, come il Litio?


Serve principalmente nel caso si produca energia con fonti rinnovabili. Man mano che solare ed eolico si diffondono maggiormente, solo soluzioni di questo tipo possono compensare l'irregolarita' della produzione.
Mith8907 Maggio 2015, 16:14 #4
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
a che serve realmente?
Investire migliaia di dollari, che rientrano solo in anni, per fregare la bolletta, che puo' essere ritoccata rimuovendo queste grosse offerte per le tariffe notturne una volta che questa cosa sara' adottata, sprecando nel frattempo una preziosa risorsa, ad altissima tecnologia e inquinante, come il Litio?


serve nel caso tu abbia per esempio un impianto fotovoltaico e a non sprecare l'energia che viene prodotta in periodi di minor utilizzo. Attualmente l'esubero viene venduto alle compagnie elettriche, ma ovviamente converrebbe avere piuttosto un sistema di accumulazione personale.
Raghnar-The coWolf-07 Maggio 2015, 16:16 #5
Originariamente inviato da: Mith89
serve nel caso tu abbia per esempio un impianto fotovoltaico e a non sprecare l'energia che viene prodotta in periodi di minor utilizzo. Attualmente l'esubero viene venduto alle compagnie elettriche, ma ovviamente converrebbe avere piuttosto un sistema di accumulazione personale.


Attualmente non conviene affatto avere un sistema di accumulazione, dato che l'energia fotovoltaica viene venduta solitamente a prezzo molto piu' alto di quello di mercato.

Se l'esubero lo conservassi, anziche' rivenderlo nella rete, perderesti soldi, non rientreresti mai nell'investimento.
the_joe07 Maggio 2015, 16:19 #6
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Attualmente non conviene affatto avere un sistema di accumulazione, dato che l'energia fotovoltaica viene venduta solitamente a prezzo molto piu' alto di quello di mercato.

Se l'esubero lo conservassi, anziche' rivenderlo nella rete, perderesti soldi, non rientreresti mai nell'investimento.


Da quando sono finiti gli incentivi del GSE non è più così, la corrente o la consumi o te la pagano a prezzo di mercato, quindi ora il fotovoltaico è conveniente per chi ha alti consumi giornalieri.

Comunque casualmnte è anche crollato il prezzo degli impianti
PaulGuru07 Maggio 2015, 16:24 #7
ma non era fail secondo qualcuno dell'altro thread ?
Raghnar-The coWolf-07 Maggio 2015, 16:31 #8
Originariamente inviato da: the_joe
Da quando sono finiti gli incentivi del GSE non è più così, la corrente o la consumi o te la pagano a prezzo di mercato, quindi ora il fotovoltaico è conveniente per chi ha alti consumi giornalieri.


Stesso principio, anche a prezzo di mercato durante il giorno costa di piu' e durante la sera costa meno (e' uno dei motivi che incentiverebbe l'acquisto di questo powerwall proprio secondo loro, l'acquistare durante la notte e consumare durante il giorno), quindi ti conviene rivendere e ricomprare perfino a prezzo di mercato.

Ed in ogni caso l'enorme maggioranza di chi ha FV l'ha acquistato in periodo di incentivi folli in Italia. E idem in USA ed in ogni altro paese.
AleLinuxBSD07 Maggio 2015, 16:37 #9
Originariamente inviato da: FirePrince
Man mano che solare ed eolico si diffondono maggiormente

Io penso che il fotovoltaico abbia le migliori possibilità di incremento, a causa del suo altissimo prezzo attuale e dalla quantità di Sole che in genere riceve il nostro Paese, quando saranno disponibili soluzioni a film sottile con rendimenti paragonabili alle soluzioni più diffuse perché avranno costi nettamente inferiori, saranno più comode nei posizionamenti, con impatti ambientali inferiori, sia al livello della loro produzione che, successivo, del loro smaltimento.
the_joe07 Maggio 2015, 16:37 #10
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Stesso principio, anche a prezzo di mercato durante il giorno costa di piu' e durante la sera costa meno (e' uno dei motivi che incentiverebbe l'acquisto di questo powerwall proprio secondo loro, l'acquistare durante la notte e consumare durante il giorno), quindi ti conviene rivendere e ricomprare perfino a prezzo di mercato.

Ed in ogni caso l'enorme maggioranza di chi ha FV l'ha acquistato in periodo di incentivi folli in Italia. E idem in USA ed in ogni altro paese.


Esistono anche le giornate senza sole

Per gli incentivi sono d'accordo fino ad un certo punto, sono stati folli all'inizio e ne stiamo pagando le conseguenze, poi è stato aggiustato il tiro ma oramai la frittata era stata fatta e i soldi finiti per cui gli incentivi giusti (4° e 5° conto energia) sono finiti troppo presto, ora abbiamo chi ha investito con il 1°,2°,3° conto energia e campa di rendita e chi come me ha il 5° conto va pari in 10 anni, comunque sono contento della scelta fatta perchè ancora sono convinto di ridurre anche se di poco l'inquinamento.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^