TSMC conferma l'espansione della Fab 15 per produrre chip di classe 20nm

TSMC conferma l'espansione della Fab 15 per produrre chip di classe 20nm

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company ha confermato l'espansione della già immensa Fab 15, al fine di ospitare le linee produttive per chip nel range dei 20nm

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 14:18 nel canale Scienza e tecnologia
 

La più grande fonderia indipendente di semiconduttori, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, abbreviata semplicemente in TSMC, prosegue la sua corsa verso volumi di produzione e profitti sempre più elevati.

Giunge infatti in questi giorni, per voce di Xbitlabs, la notizia che vede l'azienda impegnata nella terza fase del progetto che culminerà con l'operatività della Fab 15, situata nell'isola di Taiwan presso il Science Park. Ricordiamo brevemente che la prima fase è iniziata nel luglio 2010, seguita dalla seconda ondata di lavori partiti a metà dell'anno in corso.

Già con quanto realizzato fino ad oggi TSMC, a regime, sarà in grado di fatturare circa 3 miliardi di Dollari USA all'anno, che potrebbero fin raddoppiare con i lavori di espansione della fase 3, i cui lavori sono iniziati proprio in questi giorni e che termineranno nella primavera del 2012.

Nella Fab 15 TSMC produrrà principalmente chip realizzati con processo produttivo di 28nm (per poi scendere in futuro), con stime di produzione di  ben centomila wafer di silicio da 300mm al mese, ovviamente con tutto a regime. A contraddistinguere la nuova fabbrica saranno, oltre ai numeri impressionanti, anche tecnologie rivolte al contenimento dei consumi energetici e di risorse idriche. Il nuovo impianto, ad esempio, disporrà di una superficie di 40.000 metri quadri per la raccolta di acqua piovana, che sarà poi riciclata dopo l'utilizzo con un tasso del 90%.

Fra le altre tecnologie green che verranno utilizzate citiamo inoltre un immenso parco per l'energia solare, illuminazione interamente a LED e riciclo dell'aria nelle cleanroom del 98%. Non appena terminato l'ambizioso progetto, TSMC passerà all'aggiornamento delle Fab 12 e Fab 14, mettendo le basi per future linee produttive sempre più green.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kuarl13 Dicembre 2011, 15:30 #1
che bello... i cinesi investono miliardi in fabbriche ad alta tecnologia, e l'Italia?
tribal.8713 Dicembre 2011, 15:57 #2
Originariamente inviato da: Kuarl
che bello... i cinesi investono miliardi in fabbriche ad alta tecnologia, e l'Italia?


L'italia tassa gli elicotteri e porta gli imprenditori al suicidio, mentre quelli con i miliardi se la ridono... siamo sempre i soliti....
Jointella13 Dicembre 2011, 16:01 #3
taiwan non e' cina cmq
jpjcssource13 Dicembre 2011, 17:14 #4
Originariamente inviato da: Jointella
taiwan non e' cina cmq


Taiwan è l'unica provincia cinese che il partito nazionalista cinese è riuscito a conservare dopo la sconfitta nella guerra civile per mano del partito comunista.

Che tu chieda ad uno di Taipei o a uno di Pechino in che paese vivono ti diranno: "l'unica vera Cina" definendosi a vicenda dei ribelli.

Gli abitanti di Taiwan sono cinesi al 100% che hanno una fede politica diversa.

Tornando ad un argomento più consono a questo sito, bisogna digna dire che in Italia si investe meno nell'IT sia perchè un imprenditore che vuole seguire le orme delle start up della Silicon Valley non trova un ambiente agevole come quella zone per crescere, sia perchè il nostro sistema industriale è caratterizzato da piccole e medie imprese.
Nell'industria elettroniche servono capitali ingenti per primeggiare e le nostre aziende sono spesso troppo piccole per reperire i capitali necessari e lo Stato non sopperisce efficacemente a questo problema.
L'unica azienda degna di nota che abbiamo in questo settore è ST Microelectronics che esiste perchè può contare sulle spalle di due stati sovrani come l'Italia e la Francia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^